Questo museo in Olanda vi fa annusare le opere d’arte, letteralmente

In questo ultimo anno, l’emergenza sanitaria da Covid-19 ci ha abituato a entrare nei musei solo virtualmente. Quando riaprirà le porte, il piccolo gioiello, amatissimo dai viaggiatori, che è il Museo Mauritshuis a L’Aia, permetterà ai visitatori di avvicinarsi all’arte ammirando le opere anche attraverso l’olfatto.

L’idea, infatti, è quella di creare il profumo del quadro a seconda di quello che l’artista ha raffigurato. Si potrà così sostare davanti alla Ragazza con l’orecchino di perla o alla Veduta di Delft di Vermeer e lasciarsi trasportare nel mondo dei Seicento olandese attraverso gli odori del tempo.

La mostra I profumi dei colori al Museo Mauritshuis a L’Aia

La mostra “Fleeting – Scents in Color” (Effimero – I profumi dei colori), aperta fino al 29 agosto 2021, vuole ricreare gli odori – piacevoli e meno piacevoli – che si potevano sentire nel secolo d’oro dell’arte olandese: aromi di fiori profumati ma anche esalazioni di fetidi canali maleodoranti, oppure essenze esotiche emanate da prodotti d’Oltremare, come le spezie, il tabacco, il caffè e il tè. In pratica: i profumi usciranno da appositi diffusori high-tech che consentiranno ai visitatori di respirare i diversi odori rappresentati nell’arte.

LEGGI ANCHE Musei del cibo: quando il gusto è in mostra

Ad esempio, nella Natura morta con fiori e frutti di Abraham Mignon del 1670, si può sentire il profumo di un bouquet floreale con l’odore di melone e albicocche oramai troppo maturi che vi sono dipinte. Quello di una pipa si può invece sentire davanti al quadro Fumatore di Adriaen Brouwer del 1630.

“Natura morta con fiori e frutti” di Abraham Mignon (Museo Mauritshuis)

LEGGI ANCHE I nuovi musei del 2021: da Oslo a Hong Kong, le aperture previste in Europa e nel mondo

Dipinti, stampe, oggetti

“Anche se il profumo è il protagonista della mostra e ci saranno tutti i tipi di odori da annusare, saranno soprattutto le opere d’arte a raccontarne la storia”, spiegano dal museo Mauritshuis. Sono circa cinquanta i dipinti, i disegni, le stampe e gli oggetti che racconteranno di storia del tempo, di profumi, salute, e igiene.
Qui le info sulla mostra: mauritshuis.nl

LEGGI ANCHE Mai così vicino alla ragazza di Vermeer: l’iperrealistico tour nel museo Mauritshuis all’Aia

L'articolo Questo museo in Olanda vi fa annusare le opere d’arte, letteralmente sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

Federalberghi: le risorse del decreto sostegni sono sono adeguate

Anche Federalberghi prende posizione sul decreto sostegni e lo fa con una nota dura nei contenuti e moderata nel linguaggio. vediamola: «Le risorse stanziate per il turismo non sono assolutamente sufficienti. Occorre fare di più, per aiutare le imprese del turismo a uscire dal disastro creato dalla pandemia». E’ questo il commento di Federalberghi alla [...]→ Leggi alla Fonte

Green Vallée d’Aoste sigla una partnership con TrustForce per la commercializzazione

Green Vallée d’Aoste ha scelto di avvalersi della capillare forza vendite di TrustForce per raggiungere gli obiettivi di vendita prefissi. TrustForce, la società guidata da Gian Paolo Vairo, diventa così la forza vendita diretta in agenzia di viaggio del prodotto Green Vallée d’Aoste, con i suoi 14 hotel e resort attenti alla sostenibilità, il parco auto composto da [...]→ Leggi alla Fonte

“Ambizione paneuropea” per Eurowings, in accelerata sul corto-medio raggio

Eurowings amplia il suo raggio d’azione sul network europeo, scommettendo sul quanto mai atteso rimbalzo della domanda leisure per le vacanze nel Mediterraneo mentre l’Europa meridionale riapre, lentamente. Jens Bischof, ceo della compagnia del Gruppo Lufthansa, ha messo a fuoco le priorità del vettore in un’intervista ad Aviation Week. Nel mirino l’espansione verso Egitto, Grecia, Italia, Marocco, [...]→ Leggi alla Fonte

Il Rosewood Castiglion del Bosco riapre il 2 giugno con 19 nuove suite e il ristorante rinnovato

Riaprirà il prossimo 2 giugno il Rosewood Castiglion del Bosco. E per quest’anno la tenuta toscana di 2 mila ettari annuncia l’inaugurazione entro la fine dell’estate di 19 suite private, che porteranno così l’offerta del resort a un totale di 42 suite e 11 ville ricavate da casali ristrutturati originari del diciassettesimo e diciottesimo secolo. Gli [...]→ Leggi alla Fonte

Disneyland Paris: il roadshow Destinazione Magia riparte, in digitale, il 14 aprile

Ripartirà il prossimo 14 aprile Destinazione Magia, il roadshow itinerante di Disneyland Paris, che per il sesto anno consecutivo condurrà gli agenti di viaggio attraverso un viaggio virtuale alla scoperta del parco e delle sue novità. I roadshow suddivisi in 10 tappe, saranno in formato digitale. Nonostante questo rimarranno invariati gli elementi distintivi che caratterizzano questi [...]→ Leggi alla Fonte

Rebasti, Volotea: “L’estate darà spazio anche a diverse rotte leisure internazionali”

“Spazio a diverse rotte internazionali a vocazione prettamente leisure, pur mantenendo il nostro focus sul network domestico“: questo il volto dell’estate 2021 di Volotea, nelle parole di Valeria Rebasti, country manager Italy & Southeastern Europe della compagnia spagnola.  Con le festività pasquali “praticamente saltate a causa del persistere delle restrizioni di viaggio tra le regioni [...]→ Leggi alla Fonte

Ha aperto ieri i propri battenti il nuovo Mercure Roma Centro Termini

Ha aperto ieri i propri battenti il trentaduesimo indirizzo Accor italiano: il Mercure Roma Centro Termini è situato in un palazzo storico a un passo dal rione Monti e dispone di 39 camere distribuite nelle categorie standard, superior, deluxe e junior suite. Tutte le sistemazioni sono caratterizzate da un design moderno dalle linee essenziali, con colori [...]→ Leggi alla Fonte

La Spagna punta a totalizzare nel 2021 la metà dei turisti pre-pandemia

La Spagna punta a totalizzare quest’anno la metà del numero di turisti pre-pandemia: l’obiettivo dichiarato è quello di Reyes Maroto, ministro del turismo che ha spiegato a Europa Press: “Forse l’obiettivo ideale è raggiungere la metà dei turisti che abbiamo avuto nel 2019. Questo, per l’industria, sarebbe già un risultato“. Si tratterebbe di accogliere quindi [...]→ Leggi alla Fonte

Le reali dimensioni delle nazioni, dalla più grande alla più piccola: ecco la mappa senza distorsioni

“Non sempre le cose sono quello che sembrano. La prima impressione inganna molti” diceva lo scrittore latino Fedro. Nel 1569, il leggendario cartografo olandese Gerardo Mercatore creò una mappa basata su una proiezione cilindrica di sezioni della Terra. Una delle critiche più comuni è che la forma della mappa non è altro che una distorsione della reale forma della superficie.  Si tratta infatti dell’adattamento di una forma tridimensionale, il geoide (la sfera terrestre), a una superficie bidimensionale, la cartina geografica, cioè di una deformazione necessaria.

La mappa di Mercatore, infatti, enfatizza la dimensione dei paesi più vicini ai poli (USA, Asia settentrionale, Europa), ma riduce le dimensioni di quelli che si trovano vicino all’equatore (come l’Africa). Il risultato: Canada e Russia sembrano occupare circa il 25% della superficie terrestre, quando in realtà queste nazioni occupano solo il 5%.

La spiegazione (semplificata)? Questo tipo di mappe era adatto alla navigazione in mare, poiché ogni linea sulla sfera è una rotta costante. Quindi funzionava alla perfezione per quello scopo. A scapito della corretta rappresentazione delle reali estensioni geografiche.

GUARDA ANCHE: Le città dall’alto come non le avete mai viste. Riuscite a indovinare quali sono?

La superficie dell’Italia? Tra la Finlandia e le Filippine

Da un’analisi degli oltre 143 milioni di chilometri quadrati che compongono la superficie terrestre del nostro pianeta, e utilizzando i dati della NASA e di Google, i designer dell’Art Lebedev Studio di Mosca hanno realizzato qualche anno fa questa mappa dove si vede in modo chiaro le dimensioni reali di ciascuno Stato.

La Russia è il paese più grande, con una superficie complessiva di oltre 16 milioni di chilometri quadrati, seguita dalla Cina (9,2 milioni), dal Canada (8,9 milioni), dal Brasile (8,3 milioni) e dagli Stati Uniti (7,6 milioni). Se cerchiamo l’Italia in questa infografica, dobbiamo scendere al 73° posto. Con una superficie di poco meno di 300.000 chilometri quadrati, il nostro Paese si trova tra la Finlandia e le Filippine. 

Mappa delle nazioni del mondo senza distorsioni
Per una migliore visualizzazione vi consigliamo di cliccare sull’immagine

Le “nazioni” più piccole del mondo

Ci sono l’Isola Isola Juan de Nova nel Canale del Mozambico, il Principato di Monaco e la Città del Vaticano. Tuttavia, la “nazione” più piccola al mondo misura appena mille metri quadrati.

Si tratta del Principato di Sealand, nel Mare del Nord, a una dozzina di chilometri al largo della contea di Suffolk (Regno Unito). E sarebbe lo Stato più piccolo del mondo, se le Nazioni Unite lo riconoscessero. È stato fondato da Paddy Roy Bates, ex maggiore dell’esercito britannico e imprenditore, che nel 1967 occupò un’ex piattaforma militare abbandonata allora in acque internazionali. Il Principato di Sealand batte moneta, stampa francobolli, rilascia passaporti e conferisce titoli nobiliari.

GUARDA ANCHE: Che città è? Indovina dalla mappa

Leggi anche

L'articolo Le reali dimensioni delle nazioni, dalla più grande alla più piccola: ecco la mappa senza distorsioni sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte