Quality Group lancia Flexy Dubai. In arrivo anche Flexy Caraibi

Dopo Flexy Australia e Flexy New York arriva Flexy Dubai. Si amplia il campo d’azione dei portali Quality Group, che permettono ai viaggiatori di disegnare un itinerario di viaggio, modularlo in ogni singolo aspetto in base alle proprie esigenze e finalizzarlo in agenzia. Uno strumento semplice e  intuitivo che consente di scegliere, in pochi passaggi, tra [...]→ Leggi alla Fonte

Alitalia incassa l’ultima tranche di ristori e sblocca gli stipendi in sospeso

Nelle casse di Alitalia sono arrivati gli attesi ristori Covid avallati la scorsa settimana dalla Commissione europea: di conseguenza la società è ora in grado di procedere al pagamento del restante 50% degli stipendi di marzo (la prima parte era stata pagata lo scorso 31 marzo). A comunicare la notizia sono stati i commissari straordinari della compagnia, in una [...]→ Leggi alla Fonte

JetBlue debutta sulla New York-Londra con servizi e comfort rivoluzionari

JetBlue prepara il suo debutto sulle rotte transatlantiche a chiusura dell’estate annunciando un “livello di servizi e comfort completamente nuovo” in classe economy. La compagnia aerea aveva annunciato all’inizio del 2019 l’intenzione di inserirsi sul mercato dell’Atlantico (da New York verso Londra), con la sua nuova flotta di Airbus A321Lr e, successivamente, A321Xlr. A febbraio, [...]→ Leggi alla Fonte

Turismo outdoor in Italia: come andrà l’estate 2021?

Come nel 2020, anche l’estate 2021 sarà all’insegna del turismo outdoor in Italia: soggiorni a contatto con la natura, in luoghi tranquilli e preferibilmente poco affollati.

Nonostante un importante calo della domanda outdoor, tanto dal mercato domestico quanto – soprattutto – da quello estero, secondo le stime il comparto reggerà. E registrerà perdite in termini di presenze e di spesa inferiori rispetto a quelle del segmento ricettivo in generale.

A rivelarlo è il report realizzato in occasione della quinta edizione dell’Osservatorio del Turismo Outdoor da Human Company (gruppo fiorentino leader in Italia nell’ospitalità open air), in collaborazione con THRENDS (società specializzata in analisi e strategie nel settore Tourism & Hospitality).

I dati 2021 dell’Osservatorio del Turismo Outdoor

Nella prossima stagione estiva,  la seconda in epoca Covid-19, si stima che le strutture all’aria aperta in Italia registreranno tra 45 e i 49 milioni di presenze55% degli ospiti, stando alle previsioni, saranno viaggiatori italiani, che pur accorciando le distanze e privilegiando vacanze sicure, in vista della bella stagione confermano di avere voglia di muoversi. E la loro fiducia va all’ospitalità open air.

Circa l’andamento del  turismo all’aria aperta in Italia per l’estate 2021 sono due gli scenari possibili. I dati ipotizzati per ciascun scenario vanno rapportati al periodo pre-Covid (triennio 2017-2019) in cui questa tipologia di vacanze ha registrato in media circa 81 milioni di presenze e un valore di spesa di 4,3 miliardi di euro. 

Entrambi gli scenari includono oltre a camping, camping village e villaggi turistici, anche rifugi montani e agriturismi.

GUARDA ANCHE: App fitness: le migliori per prepararsi ai viaggi outdoor

Due scenari per il turismo all’aria aperta in Italia

Il primo scenario ipotizza che le restrizioni verranno meno il 30 aprile: in tal caso la perdita di spesa complessiva sul territorio italiano equivarrebbe a 435 milioni di euro con 49 milioni di presenze. Di queste, si stima un calo di presenze compreso tra 19% e -29% dai primi cinque mercati esteri (Germania, Paesi Bassi, Svizzera, Austria e Francia), e del -3,2% dal mercato nazionale.

Il secondo scenario, più pessimistico, presume che le restrizioni si protrarranno in un periodo compreso tra il 1° e il 30 maggio. In questo contesto, la perdita di spesa raggiungerebbe i 686 milioni di euro totali, a fronte di 45 milioni di presenze. Il calo delle presenze estere si attesterebbe al -27% da Germania e Austria e al -34% dai Paesi Bassi, mentre il mercato italiano arriverebbe a toccare un calo del -13,8%.

SCOPRI ANCHE: Speciale Viaggi e vacanze on the road

Vacanze outdoor: gli arrivi dai Paesi esteri

Com’è evidente, la diminuzione della domanda italiana sarà, in entrambi i casi, inferiore rispetto a quella estera, con un recupero completo – nell’ipotesi più favorevolerispetto al triennio pre-Covid – tra agosto e settembre. Nel complesso, infatti, il mercato italiano potrebbe registrare una riduzione compresa fra il 3% del best case ed il 14% nel worst case.

Rispetto alla domanda estera, invece, si stima che le contrazioni maggiori si registreranno tra giugno e luglio: i 5 principali mercati dell’outdoor (Germania, Paesi Bassi, Austria, Svizzera e Francia) subiranno un decremento compreso fra -3,35 ed -6,48 milioni di presenze rispetto ai volumi storici registrati per il segmento nel triennio pre-Covid.

Per quanto riguarda i flussi turistici dai paesi di lingua tedesca, poi, saranno utili le rilevazioni sulla prossima Pentecoste (23 maggio 2021), da sempre termometro significativo per misurare l’andamento del comparto outdoor italiano. Rispetto al 2019, i dati rivelano ad oggi che le strutture dell’Alto Adriatico (Bibione, Lignano, Caorle, Cavallino) stanno guadagnando prenotazioni. I tassi di occupazione sono vicini al 50%, nonostante il calo complessivo del 35%. La zona del Lago di Garda registra un on-the-book più basso del 17/18%. Mentre rimangono molto bassi i volumi per la costa della Toscana, dove le prenotazioni si accumulano con maggior lentezza.

La resilienza del turismo outdoor

Sebbene ambedue gli scenari rivelino un calo dei volumi nazionali del segmento (stimato fra il -14% e il -22%, in confronto ai dati pre-Covid), le previsioni dimostrano la resilienza del comparto dell’outdoor in Italia.

“La nuova edizione dell’ Osservatorio del Turismo Outdoor conferma il trend positivo già rilevato nella passata stagione, evidenziando una crescente fiducia della clientela, in particolare italiana, nei confronti dell’ospitalità open air” ha detto Luca Belenghi, CEO di Human Company, che aggiunge: “Siamo convinti che il mercato domestico possa costituire una base importante dalla quale ripartire con ottimismo e prudenza per l’estate 2021. Crediamo in un recupero, che sarà senza dubbio graduale,  verso una nuova normalità. Nel complesso, dopo un primo semestre molto complesso, ci attendiamo a partire da giugno un incremento del fatturato rispetto allo scorso anno, che significa in buona sostanza una graduale ripresa sui periodi medio-bassa stagione e tenuta sull’alta stagione”.

Secondo Bruna Gallo, CCO Human Company, “la resilienza del comparto dell’outdoor in Italia è sostenuta anche dalle sue caratteristiche intrinseche: la flessibilità delle soluzioni, la sostenibilità della spesa, il legame con i valori fondanti della vacanza, come lo svago e il contatto con la natura”.

Turismo outdoor tra natura e sicurezza

A far sperare in una buona risposta del segmento outdoor nei prossimi mesi è poi la prevalenza di un mercato internazionale di prossimità. Secondo Giorgio Ribaudo, direttore THRENDS, “Germania, Austria, Svizzera, Francia, Belgio rendono il comparto outdoor particolarmente pronto a reagire. La quasi assenza di intermediazione, l’accessibilità in auto e le formule molto flessibili di alloggio, inoltre, garantiscono al segmento la possibilità di un’impennata nelle prenotazioni. Riteniamo si concretizzi soprattutto a cavallo fra il 15 maggio e il 15 giugno. In ogni caso, l’attuale incertezza graverà di certo sulle performance di giugno. Questo mese registrerà un calo che purtroppo si prevede fra il -30 ed il -45% rispetto ai volumi storici 2017-2019. I messaggi e le azioni di questi giorni hanno un certo impatto anche sulla Pentecoste”.

Gli italiani trovano nella formula dell’outdoor la risposta ideale alle nuove esigenze di viaggio ed aspettative di sicurezza: un’esperienza di soggiorno a contatto con la natura in totale sicurezza e dotata di ogni comfort.

 

Dove Viaggi ©RIPRODUZIONE RISERVATA

L'articolo Turismo outdoor in Italia: come andrà l’estate 2021? sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

Ota Viaggi proroga la campagna “io Prenoto… Anticipa l’estate” fino al 1° maggio

E’ stata prorogata fino al 1° maggio la campagna “io Prenoto… Anticipa l’estate” di Ota Viaggi, che prevede la cancellazione gratuita senza penali fino a 21 giorni prima della partenza e nessuna quota di gestione pratica. E questo, lasciando ugualmente attive tutte le coperture assicurative di base e con solo il 10% di acconto da versare per [...]→ Leggi alla Fonte

Radisson Hotel Group: test Covid-19 a tutti i partecipanti a meeting ed eventi

Un servizio di test rapidi per gli ospiti che prendono parte a meeting o eventi presso tutte le strutture nell’area Emea (Europa, Medio Oriente e Africa). E’ la nuova misura introdotta da Radisson Hotel Group, per ripristinare la tranquillità nei viaggiatori, in previsione di un ritorno globale alla vita lavorativa. Il nuovo programma di test arricchisce [...]→ Leggi alla Fonte

Ncl riparte dall’Europa: al via da Atene il 25 luglio, poi ad agosto anche dai Caraibi

Qualcosa era nell’aria già da tempo, da quando il managing director Europe di Ncl, Kevin Bubolz, aveva accennato a tale possibilità durante una conferenza stampa online. Ma ora c’è la certezza: Norwegian Cruise Line riprenderà le proprie operazioni a cominciare dal Mediterraneo: La Norwegian Jade salperà infatti a partire dal prossimo 25 luglio da Atene, [...]→ Leggi alla Fonte

De Negri: «Vogliamo fare la Bmt in presenza. Stiamo lavorando per questo»

«Noi la fiera vogliamo farla. E la vogliamo fare in presenza. Vogliamo essere gli apripista per la rinascita del turismo». Questo è il mantra del patron di Bmt, Angelo De Negri. Ricordiamo che le date fissate per la manifestazione che si svolge tradizionalmente alla Fiera d’Oltremare di Napoli, sono il 28, 29 e 30 maggio [...]→ Leggi alla Fonte

Alitalia prolunga al 30 giugno i voli Covid-tested per New York

I voli Covid tested di Alitalia sulla rotta da e per New York proseguiranno fino al 30 giugno. In quattro mesi di operatività (i collegamenti erano stati inaugurati lo scorso 8 dicembre) sono stati circa 10.000 i passeggeri che hanno viaggiato da e per gli Stati Uniti. Per viaggiare sui tre voli settimanali Alitalia da e per [...]→ Leggi alla Fonte