Lituania: tour gastronomici alla scoperta dei 15 piatti nazionali

Lithuania Travel ha lanciato un progetto per scoprire quali fossero le ricette più caratteristiche del Paese, realizzando un sondaggio che ha coinvolto un team di esperti e oltre 10.000 abitanti della Lituania. Il risultato è un menù tradizionale di ben 15 piatti che contempla la classica zuppa rosa Šaltibarščiai fino a ricette decisamente più ricercate, [...]→ Leggi alla Fonte

Mibact: i requisiti per accedere al fondo perduto riservato a to e agenzie

Conto alla rovescia per la pubblicazione del bando da 25 milioni di euro messi a disposizione con il decreto Rilancio per agenzie di viaggio e tour operator particolarmente impattati dalle misure di contenimento imposte dall’emergenza Covid-19. Si tratta delle prime risorse per il parziale ristoro degli operatori turistici, cui seguiranno gli oltre 200 milioni di euro previsti [...]→ Leggi alla Fonte

Foà, Aidit – Advunite: dobbiamo ringraziare Msc per quello che sta facendo

“In questo momento sullo scaffale non c’è nulla. E anche quei pochi villaggi che potevamo vendere fino a ieri, oggi sono difficili da proporre a causa di quello che è successo in Sardegna e  a personaggi come Briatore. Ben venga quindi l’iniziativa di Msc. Anzi, dobbiamo essere loro grati di quello che stanno facendo. Dal [...]→ Leggi alla Fonte

La Slovenia è destination partner ufficiale dell’Ulisse Fest 2020 – Festa del Viaggio

Anche quest’anno la Slovenia è Destination Partner ufficiale di UlisseFest 2020 – La Festa del viaggio. Dal 28 al 30 agosto il festival firmato Lonely Planet anima Rimini con una rassegna dedicata a “il viaggio che faremo” dopo questo inaspettato 2020. «Nonostante il periodo complesso per il comparto turistico, siamo sicuri che Rimini resti una [...]→ Leggi alla Fonte

Schiavon, Costa: ripartire è una scelta coraggiosa ma ce lo richiede il nostro ruolo

Tutto è pronto per la ripartenza fissata per il prossimo 6 settembre con la prima crociera da Trieste di Costa Deliziosa. La conferma arriva direttamente dal country manager Italia, Carlo Schiavon: “Una volta ottenuto l’ok da parte del governo, abbiamo atteso qualche giorno in più rispetto a quanto saremmo stati in grado di fare, per analizzare [...]→ Leggi alla Fonte

Photofestival: Milano riparte dalla fotografia d’autore

Scenari, orizzonti, sfide. Il mondo che cambia. È un titolo imprevedibilmente attuale quello della quindicesima edizione di Photofestival, che torna a Milano e in diverse località in Lombardia, dal 7 settembre al 15 novembre. La rassegna di fotografia d’autore, che doveva tenersi la scorsa primavera, ma che, come altri eventi, è stata rimandata a causa dell’emergenza Coronavirus, trova infatti un inedito palcoscenico autunnale. Una città cambiata, un momento storico complesso, che ha lasciato un segno indelebile nelle nostre vite, modificando approcci e percezioni.

Così, il Photofestival 2020 assume un significato particolare e si pone come un’occasione di ripartenza per la città di Milano. Nuova linfa per la sua vita culturale. Tutto grazie al contributo di operatori, galleristi e autori che hanno lavorato insieme in questi mesi, sotto la direzione artistica di Roberto Mutti, per creare una rassegna all’altezza delle aspettative, ancora una volta, di alto livello.

Le mostre del Photofestival 2020

Sono infatti ben 140 le mostre fotografiche previste nei prossimi due mesi di programmazioni, ospitate in diverse location della città di Milano, ma diffuse anche nell’hinterland e in alcune delle Province lombarde, tra cui Monza, Lecco, Pavia e Varese. Si va dalle gallerie d’arte, musei, biblioteche, sedi municipali, ai negozi e show-room, mentre a Milano si conferma come polo principale di attrazione il Palazzo Castiglioni di Confcommercio Milano, dove, dall’1 al 15 ottobre, si terrà la mostra collettiva “Il rigore dello sguardo”, con opere dell’archivio della Fondazione 3M realizzate in epoche diverse da autori famosi (Gabriele Basilico, Gianni Berengo Gardin, Ferruccio Leiss, Gianni Borghesan, Piergiorgio Branzi, Franco Fontana, Federico Vender, Elio Luxardo) e da altri più giovani.

Photofestival Mauro Scarpanti
Mauro Scarpanti, Brick Factory, in mostra durante il Photofestival dal 20 settembre al 30 ottobre presso la Casa Museo Spazio Tadini (©️Mauro Scarpanti)

Tra le esposizioni più importanti, ricordiamo anche “Sguardi a fior di Pelle” in collaborazione con Giuliani dal 5 al 25 ottobre al Centro Culturale di Milano, collettiva che raccoglie un panorama di importanti autori italiani e internazionali che si sono misurati dalla seconda metà dell’Ottocento a oggi con i più diversi generi fotografici. Tra gli autori in mostra: Giorgio Sommer, Luigi Chierichetti, Josef Sudek, Gianni Berengo Gardin, Roberto Polillo, Mario Giacomelli, Luigi Ghirri, Franco Fontana, Nino Migliori.

Non mancano gli appuntamenti per gli appassionati di fotografia di viaggio. Ecco allora la personale di Maurizio Coppolecchia, “Lo sguardo immediato“, dal 14 al 24 ottobre, alla Stamberga Art Gallery, di Milano. Ma anche Roberto Polillo, con “Future Cities, il mondo che cambia”, dal 22 ottobre al 15 novembre, alla Noema Gallery, Milano, e la coppia Silvia Crippa e Giorgio Zara, con “164 piedi – Sardegna dallo Zenit al Nadir”, dal 29 ottobre al 15 novembre, presso Oxy.gen di Bresso.

LEGGI ANCHE: Paesaggi da favola: le migliori foto premiate da Agorà

Gli eventi e le novità del Photofestival 2020

Il Photofestival sarà quindi animato da personali e collettive di fotografi di fama e di talenti emergenti. Ma non solo: il ricco palinsesto prevede una serie di eventi collaterali come incontri con i fotografi, presentazioni, letture e workshop.

Confermato il catalogo cartaceo della manifestazione, distribuito gratuitamente in tutti gli spazi espositivi del circuito e in alcuni luoghi turistici e culturali di Milano. Mentre la novità di quest’anno è la mappa dei luoghi di Photofestival, per orientarsi nella città alla ricerca delle mostre. La guida sarà consultabile nelle pagine finali del catalogo cartaceo, suddivisa per aree, e sarà disponibile anche in versione web dal sito milanophotofestival.it.

©️Roberto Isotti e Alberto Cambone - Homo ambiens
Roberto Isotti, Alberto Cambone , Homo Ambiens, dal 4 ottobre 2020 al 4 aprile 2021, Oasi WWF Giardini “Pippa Bacca” (Casa degli Artisti) Milano

LEGGI ANCHE: La Sardegna autentica svelata dai ritratti del libro “Senza Mare”

Informazioni pratiche

Informazioni sul Photofestival, dal 7 settembre al 15 novembre, si trovano sul sito ufficiale, milanophotofestival.it, e sui canali social della manifestazione: facebook.com/photofestivalmilano e instagram.com/milanophotofestival. Gli hashtag ufficiali: #PhotofestivalMilano e #MiPF20

L'articolo Photofestival: Milano riparte dalla fotografia d’autore sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

Caldana Europe Travel amplia la programmazione Italia per settembre e ottobre

Dopo un’estate in buona parte all’insegna dei tour in Italia, Caldana Europe Travel annuncia una fitta programmazione ampliata per i mesi di settembre ed ottobre, con partenze aggiuntive e anche itinerari nuovi rispetto al catalogo Viaggi Guidati Special 2020, tutti dedicati alle straordinarie bellezze del nostro Paese. Gli itinerari più gettonati, sottolinea l’operatore, sono il [...]→ Leggi alla Fonte

Hilton Milan: con la formula “EventReady with CleanStay” mice ed eventi in sicurezza

Dalla riapertura dello scorso 1° luglio, Hilton Milan ha reintrodotto progressivamente i principali servizi, inclusa l’offerta per eventi e mice, in modo da consentire ai propri ospiti di ripartire anch’essi con la propria quotidianità (lavorativa e non) in tutta sicurezza. La formula CleanStay, alla base del ripristino delle attività dell’hotel per garantire la massima sicurezza [...]→ Leggi alla Fonte

Demoskopika: a rischio 220 mila posti di lavoro nel turismo

Sono numeri sconfortanti quelli snocciolati all’Ansa dal presidente dell’istituto Demoskopika, Raffaele Rio, ma che ben rappresentano gli effetti della pandemia sul comparto dei viaggi. Stando alle analisi della società di ricerche statistiche ben 50 mila imprese del turismo rischierebbero oggi la chiusura, mettendo a repentaglio qualcosa come 220 mila posti di lavoro, la metà dei [...]→ Leggi alla Fonte