Spaceship Neptune: turisti nello spazio, in “mongolfiera”

La nuova frontiera del turismo, a quanto sembra, sono le “crociere” nello spazio. La Nasa aveva annunciato lo scorso anno i piani per aprire la Stazione Spaziale Internazionale ai privati: gli astronauti (a caro prezzo) potranno soggiornare a bordo, girare film e pubblicità e aggiungere nuovi moduli orbitali. Elon Musk, con la sua SpaceX, ha invece avviato una collaborazione con Space Adventures per mandare i primi turisti in orbita a bordo di una capsula spaziale, la Crew Dragon, nel 2021, mentre la Virgin Galactic di Richard Branson pare sia sommersa dalle richieste di aspiranti turisti spaziali, in ansiosa attesa di poter volare a bordo della SpaceShipTwo.

In questi giorni è rimbalzata sui siti specializzati la news di un’altra compagnia, la start-up Space Perspective, che però punta su un mezzo diverso: portare i viaggiatori nella stratosfera (a circa a 30.500 metri di altitudine) a bordo di Spaceship Neptune, una capsula pressurizzata trasportata da un pallone pieno di idrogeno e alla velocità di circa 18 chilometri l’ora.

La capsula per il turismo spaziale Space Perspective
Il design della capsula lascia spazio per un bar⁠, una toilette in stile aeroplano e delle poltrone. Le vetrate garantiscono un panorama senza eguali. (ph: Space Perspective)

“Oggi è più importante che mai vedere la Terra come un pianeta, un’astronave a disposizione di tutta l’umanità e della biosfera” ha detto al portale Space.com Jane Poynter di Space Perspective. Nella capsula avranno posto nove persone (il pilota e otto passeggeri). Oltre alle grandi vetrate, all’interno di Spaceship Neptune ci sarà un bar, una toilette e delle poltrone per godersi in tutta comodità il viaggio. 

LEGGI ANCHE: Il nostro è un pianeta straordinario: le foto della Terra vista dallo spazio

La navicella verrebbe sollevata da un enorme pallone pieno di idrogeno alla velocità di circa 18 chilometri l’ora. (ph: Space Perspective)

“Per la prima volta possiamo rendere accessibile l’emozione del volo spaziale in modo sicuro, confortevole, con requisiti fisici minimi. Sarà semplice come salire a bordo di un aereo” si legge sul sito web di Space Perspective.

L’intero viaggio dura sei ore: 120 minuti sono necessari per raggiungere l’altitudine specifica (circa 30mila metri); altri 120 minuti si trascorreranno nella stratosfera e infine due ore si impiegheranno per la discesa verso la Terra. La mongolfiera semi-spaziale salirà puntando verso est, sull’Atlantico, nei voli invernali e verso ovest, ossia il golfo del Messico, nei mesi estivi. 

LEGGI ANCHE: Marte, le più belle cartoline dal Pianeta Rosso

Sull’astronave Nettuno ci sarà anche una connessione wireless per garantire che i passeggeri possano “condividere le loro esperienze sui social media in tempo reale”. (ph: Space Perspective)

I voli di prova senza equipaggio sono programmati per il 2021 mentre quelli commerciali dal Kennedy Space Center di Cape Canaveral, in Florida, sono previsti entro quattro anni. 

Secondo i piani, la Neptune Capsule atterrerà in acqua (nell’Atlantico) e sarà recuperata da un’imbarcazione appositamente progettata. Inoltre, la capsula potrà essere nuovamente lanciata. E per quanto riguarda il prezzo? Ebbene, i biglietti costeranno cari: almeno 125mila dollari per i primi voli (circa la metà di quanto richiesto dalla Virgin Galactic sulla SpaceShipTwo per un volo spaziale suborbitale di pochi muniti). “Tutti dovrebbero vedere la Terra dallo Spazio” ha spiegato Poynter.

Info: thespaceperspective.com

Leggi anche

L'articolo Spaceship Neptune: turisti nello spazio, in “mongolfiera” sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

Estate 2020 e Coronavirus: come e dove fare vacanze sicure in Campania

La Campania è pronta a dare il via all’estate 2020 offrendo vacanze sicure ai suoi visitatori. Da Napoli alla Costiera Amalfitana, la principale misura anti Covid-19 è la prenotazione. Fasce orarie comprese.

Come posso andare in spiaggia in Campania, in sicurezza?

Stabilimenti balneari. La Cna Balneari Campania nord, che riunisce circa 120 lidi tra Caserta e Napoli, ha adottato la app Skiply. Nata lo scorso anno, ma adattata alle nuove esigenze dell’estate 2020, permette di verificare la disponibilità e prenotare un posto nel lido preferito, ma anche di effettuare ordini al bar e al ristorante dello stabilimento direttamente dall’ombrellone, evitando così code e assembramenti.

Spiagge libere. A Bacoli le spiagge libere seguono le linee guida generali per la sicurezza. In base alle nuove distanze tra ombrelloni, contano 1985 spazi per un massimo di 5 persone ciascuno. Per l’estate 2020 si può prenotare il proprio posto al sole tramite la web app Prenota Lido, compatibile per iOs e Android, scegliendo il giorno e tre diverse fasce orarie (7-13, 13-19 oppure 7-19).

L’ingresso alle spiagge libere di Vietri sul Mare, perla  della costiera amalfitana, è contingentato almeno fino al 31 luglio 2020 e salvo nuove disposizioni.

Oltre alle linee guida generali, l’accesso alle spiagge libere richiede la prenotazione obbligatoria chiamando il numero 089 763810 ed è suddiviso in due fasce orarie: dalle 8.00 alle 13.30 e dalle 14.00 alle 19.00. La postazione prenotata può ospitare fino a un massimo di 5 persone.

Vacanze in Campania: cosa vedere e cosa visitare

L’accesso alle spiagge è gratuito per i residenti e i proprietari di abitazione nel territorio comunale; per tutti gli altri è richiesto il pagamento del contributo di 1 euro a postazione e per ciascun turno.

Nella frazione Marina è previsto un info point in aggiunta alla ricezione e gestione delle prenotazioni, per svolgere attività di informazione e accoglienza. Prenotazione e pagamento non sono, invece, richiesti ai turisti che non intendono fermarsi sulla spiaggia o noleggiare natanti da diporto (come pedalò o canoe) ma devono comunque registrarsi presso l’info-point.

Riapre al pubblico il 1 luglio la spiaggia della Gaiola, all’interno del Parco Sommerso nella Riserva marina dello Stato: recentemente chiusa per assembramenti, riapre dopo la bonifica della spiaggia, la pulizia e sanificazione dei bagni e l’allestimento del servizio di controllo.

La Funivia del Faito, che collega Castellammare di Stabia con il monte dal quale prende il nome e che durante l’emergenza ha funzionato solo per spostamenti di lavoro, ha riaperto le proprie corse a tutti. Inoltre, vista l’alta affluenza registrata fin dai primi giorni e a causa della riduzione dei posti nelle cabine per motivi di sicurezza, vengono effettuate corse continue da e per Castellammare.

Posso fare escursioni e visite ai monumenti in sicurezza, in Campania?

Napoli. Si può tornare a visitare monumenti, chiese e musei di Napoli, purché nel rispetto delle linee guida di sicurezza. Come, ad esempio, le Catacombe di San Gennaro, il complesso cimiteriale che si trova nel sottosuolo tra Capodimonte e Rione Sanità, uno dei luoghi più visitati della città e che ha richiesto più tempo di altri per poter adattare le visite alle nuove misure di sicurezza.

Vesuvio. Si può tornare a fare escursioni sul Vesuvio. Per la visita al cratere, lungo il Sentiero 5 del Parco Nazionale del Vesuvio, è obbligatoria la prenotazione online su Vivaticket con ingresso da un varco automatico realizzato presso il Piazzale di Quota 1000 a Ercolano. L’accesso è consentito esclusivamente per gruppi di 15 visitatori, accompagnati da una guida del Parco per tutta la durata dell’escursione, con partenza ad intervalli di 15 minuti tra un gruppo e l’altro.

Reggia di Caserta. Ha riaperto le sue porte anche la splendida Reggia di Caserta con alcune modifiche di accesso. C’è l’obbligo di prenotazione sul sito e gli ingressi sono contingentati in base a fasce orarie e scaglionati per cancello di accesso: 60 persone ogni 15 minuti da Piazza Carlo III (dove c’è anche la corsia preferenziale per i disabili), e 30 persone ogni 15 minuti da corso Giannone.

Ercolano e Pompei. Qualche novità anche per visitare il Parco archeologico di Pompei. Oltre all’obbligo di prenotazione sul sito di Ticketone, sono state definite diverse fasce orarie d’ingresso, previste ogni 15 minuti per un massimo di 150 persone per turno, percorsi di entrata e uscita differenti, percorsi di visita con sensi obbligati e visite guidate per un massimo di 10 persone. Le stesse modalità di accesso valgono anche per il Parco archeologico di Ercolano dove resta chiuso temporaneamente il Teatro Antico.

Quali sono le misure anti Covid-19 sulle isole della Campania?

Le isole del Golfo di Napoli sono aperte ai visitatori. I collegamenti con Capri sono aperti ma è consigliata la prenotazione a causa di numeri limitati dei posti; sull’isola funzionano regolarmente gli autobus e la funicolare ma con orari e capienza ridotti.

Tra le bellezze da ammirare sono aperti i Giardini di Augusto, la Seggiovia per il Monte Solaro e Villa San Michele. Al contrario, la Grotta Azzurra è chiusa e Villa Jovys e Villa Lysis stanno definendo la data di riapertura.

Funzionano anche i collegamenti per Ischia dove hanno riaperto i lidi balneari e le spiagge libere nel rispetto delle norme di sicurezza. Confermato anche Ischia Film Festival con qualche accorgimento in più: la rassegna cinematografica, infatti, in programma dal 27 giugno al 4 luglio, prevede una parte in presenza e una parte online.

Vacanze in Campania: cosa vedere e cosa visitare

Vacanze in Italia: la mappa e le guide, regione per regione

L'articolo Estate 2020 e Coronavirus: come e dove fare vacanze sicure in Campania sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

Accor si allea con Sgs per le misure d’igiene e la prevenzione negli hotel

Accor ha stretto una partnership con Sgs, l’azienda leader nel mondo per i servizi di ispezione, verifica, analisi e certificazione, per garantire la sicurezza e il benessere dei propri clienti in Italia, Grecia, Spagna e Portogallo, implementando le misure di igiene e prevenzione nei propri hotel. La partnership prevede che, una volta applicati i nuovi protocolli [...]→ Leggi alla Fonte

Accor si allea con Sgs per le misure d’igiene e la prevenzione negli hotel

Accor ha stretto una partnership con Sgs, l’azienda leader nel mondo per i servizi di ispezione, verifica, analisi e certificazione, per garantire la sicurezza e il benessere dei propri clienti in Italia, Grecia, Spagna e Portogallo, implementando le misure di igiene e prevenzione nei propri hotel. La partnership prevede che, una volta applicati i nuovi protocolli [...]→ Leggi alla Fonte

Skyscanner, accordo con PRTG Network per migliorare le performance

Skyscanner  ha scelto PRTG Network Monitor per migliorare i flussi di lavoro. Concepito da viaggiatori per i viaggiatori, Skyscanner offre a chiunque l’opportunità di trovare voli, hotel e automobili a noleggio. Il successo del sito si basa sulla sua tecnologia proprietaria e pionieristica nel suo settore che opera attraverso svariati collaboratori di oltre 50 nazionalità [...]→ Leggi alla Fonte

Albastar prende il volo nella summer di Cuneo Levaldigi

L’aeroporto di Cuneo si affaccia all’estate 2020 con le novità del network – a cominciare dalla partnership con Albastar – e i protocolli dedicati alla sicurezza. «Il primo volo della ripresa sarà il 4 luglio con la rotta su Cagliari di Ryanair – afferma Anna Milanese, direttore generale dell’aeroporto di Cuneo – a cui si aggiungeranno gli altri [...]→ Leggi alla Fonte

Giornate FAI 2020: una nuova edizione all’aperto, dedicata ai tesori verdi

Openair e tutta dedicata ai tesori verdi d’Italia. Ecco come sarà la nuova edizione, a sorpresa, delle Giornate FAI 2020, che dovevano slittare al 2021 a causa del Coronavirus e invece si faranno il 27 e 28 giugno. Ma nell’estate dell’emergenza sanitaria, la più amata delle manifestazioni culturali si reinventa e torna in un’inedita versione all’aperto. Con la natura e il paesaggio protagonisti di un lungo weekend di passeggiate e scoperte, nel rispetto delle norme di sicurezza, con obbligo di prenotazione per le visite, limitate a gruppi ristretti.

Parchi monumentali, giardini segreti, riserve naturali, orti botanici, musei nel verde: oltre 200 luoghi, disseminati in più 150 località d’Italia, si potranno visitare durante questa speciale edizione delle Giornate FAI. Naturalmente, i Beni tutelati dal Fondo Ambiente Italiano sono in cima all’elenco, a partire da Palazzo Moroni a Bergamo, una new entry nel Fondo, che il 27 e 28 giugno aprirà per la prima volta al pubblico i suoi giardini segreti. Il più grande parco storico privato di Bergamo,  con vista panoramica sulle Alpi Orobie.

Giornate FAI 2020: cosa visitare

Un sopravvissuto di 33 metri di altezza e 160 anni di età. La sequoia gigante del Vajont a Longarone, in provincia di Belluno, è uno dei monumenti verdi inclusi nel programma delle visite, insieme al Platano di Vrisi in Calabria. Un albero millenario, con un tronco di 18 metri di circonferenza, piantato secondo la tradizione dai monaci del vicino monastero medievale di Sant’Elia Vecchio.

Tra le oasi naturalistiche spiccano la Riserva naturale di Castellaro Lagusello, al centro dell’anfiteatro morenico del Garda, nella provincia di Mantova, con un piccolo lago a forma di cuore, e la Riserva naturale del Borsacchio, a Roseto degli Abruzzi (Teramo), un tratto di costa incontaminata, con dune e calanchi, salvata dalla cementificazione. Sempre in Abruzzo si potrà scoprire l’Eremo di S. Onofrio al Morrone, la grotta che nel XIII secolo fu il rifugio dell’eremita che diventò Papa Celestino V, e il vicino santuario romano di Ercole Curino, a Sulmona (AQ), del III secolo a.C.

La scalinata del borgo di Monesteroli, La Spezia

L’Italia riparte dalla bellezza: guarda il video del Mibact

La nuova edizione delle Giornate Fai include anche borghi storici, come Monesteroli  a picco sul mare, nel Parco delle Cinque Terre, raggiungibile solo salendo una scala di 1000 gradini. Un “Luogo del Cuore” del FAI, un piccolo agglomerato senza elettricità o metano, che vive solo grazie a energie rinnovabili. Monesteroli sarà la meta di una camminata in collaborazione con il CAI, ma è da scoprire anche Aielli, in provincia dell’Aquila, un borgo medievale, dominato da una torre del XIV secolo che oggi ospita l’osservatorio astronomico più alto dell’Italia. Un luogo dimenticato e spopolato, che da anni ha ritrovato nuova vita grazie a Borgo Universo, un festival di street art, astronomia, musica e performance.

Per gli appassionati d’arte da non perdere Art Park La Court, un museo tra le vigne con opere di Emanuele Luzzati e sculture di altri artisti contemporanei, a Castelnuovo Calcea, in provincia di Asti. E poi la più famosa collezione di arte contemporanea immersa nel verde: la Collezione Gori – Fattoria di Celle, a Pistoia, con 80 opere d’arte ambientale, realizzate da maestri di fama internazionale, in un grande romantico parco.

E la lista dei luoghi prosegue ancora: orti botanici, parchi storici, giardini urbani e meravigliosi angoli di natura in città come il Semenzaio di San Sisto Vecchio a Roma. Il luogo dove, dal 1810, si coltivano le piante per il verde pubblico della capitale, comprese le azalee di Trinità dei Monti.

Lecce, Abbazia di Santa Maria di Cerrate. Foto Antonio Leo Fabio D’Agostino 2020 © Archivio FAI

I Beni del FAI si tingono di verde

I Beni della Fondazione apriranno le porte per una due giorni  dedicata al patrimonio verde, tra lezioni di botanica e visite guidate da esperti agronomi o giardinieri, che racconteranno le particolarità di parchi, orti e giardini. Aneddoti, storie e curiosità sulla natura curata e protetta dal FAI. E il tema del verde sarà declinato in mille diverse sfumature: dal “verde violentato”, la natura forzata dalla mano dell’uomo in forme innaturali e ardite, a Villa del Balbianello sul Lago di Como al “verde malato” dell’Abbazia di Santa Maria di Cerrate, a Lecce, dove un’epidemia affligge gli ulivi del paesaggio pugliese.

Al Castello di Masino, a Caravino (TO), il racconto verterà su documenti storici della Biblioteca che hanno permesso al FAI di scoprire il progetto di un labirinto settecentesco mai realizzato e di ricostruire uno storico vigneto. Al Villa Panza a Varese sarà centrale il rapporto tra natura e architettura,  mentre il Giardino Pantesco di Donnafugata, sull’isola di Pantelleria, offrirà un esempio di “verde primigenio”, di antichissimi metodi di coltivazione rappresentati dalle sue torri in pietra lavica, costruite a secco, che racchiudono un solo albero di arancio.

Infine, il verde che regala esperienze spirituali: al Bosco di San Francesco ad Assisi, dove un sentiero nel bosco invita i pellegrini a meditare sull’armonia tra Uomo e Natura predicata dal Santo, che ha ispirato l’artista Michelangelo Pistoletto, autore dell’opera di land art Terzo Paradiso qui realizzata per il FAI.

Info: per partecipare alle Giornate FAI è obbligatoria la prenotazione (disponibile fino a esaurimento posti) sul sito giornatefai.it, entro le ore 15 del 26 giugno. È richiesto un contributo minimo di 3 euro a chi è iscritto al FAI, di 5 per i non iscritti. Le visite si svolgeranno in gruppi ristretti per rispettare le norme di sicurezza.

SCOPRI LA MAPPA DELLE VACANZE IN ITALIA

Leggi anche

L'articolo Giornate FAI 2020: una nuova edizione all’aperto, dedicata ai tesori verdi sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

Dubai riapre ai turisti dal prossimo 7 luglio

Dubai torna ad aprire le sue porte ai turisti dal prossimo 7 luglio, dopo oltre tre mesi di chiusura a seguito del diffondersi della pandemia da Covid-19. “I viaggiatori dovranno attenersi rigorosamente alle misure preventive e alle procedure di sicurezza in vigore a Dubai” spiega il Supreme Committee of Crisis and Disaster Management che ha definito [...]→ Leggi alla Fonte

Prelios Agency incaricata di vendere i villaggi ex Valtur di Favignana e Capo Rizzuto

Sarà Prelios Agency a curare le procedure di vendita dei due villaggi ex Valtur di Favignana e Capo Rizzuto, per un totale di circa 700 camere, nonché di un terreno in località Santa Croce Camerina in provincia di Ragusa, sul quale era previsto lo sviluppo di un nuovo villaggio. I due resort non sono più operativi dalla [...]→ Leggi alla Fonte

Tayaran Jet: decollo il 20 luglio dalla Sicilia alla volta di Bologna, Roma e Sofia

Tayaran Jet scalda i motori sulle piste di Catania, Palermo e Comiso dove, dal prossimo 20 luglio, decolleranno le nuove rotte per Bologna con frequenze settimanali dalla città etnea, cinque giorni la settimana dal capoluogo siciliano e due volte la settimana dallo scalo ibleo. Da Catania, inoltre, sarà possibile volare anche a Roma e Sofia. “Da [...]→ Leggi alla Fonte