#Elbasicura: così l’isola toscana si prepara all’estate 2020

La stagione estiva si avvicina e l’Isola d’Elba non rimane a guardare. Per rispondere alla crescente richiesta di soluzioni da attuare nei prossimi mesi da parte di operatori del turismo e visitatori, mette sul tavolo un progetto per rispondere ai dubbi e prepararsi ad accogliere i turisti in questa strana estate 2020. Si chiama #Elbasicura ed è un modello concreto, che arriva in coincidenza con l’avvio delle prenotazioni. Ed è il frutto di un confronto da attori economici della filiera e istituzioni, riuniti sotto il marchio Visit Elba, che sarà sottoposto alla Regione Toscana e al Governo.

“Il progetto #Elbasicura non cede a ipotesi fantasiose e impraticabili ma fornisce soluzioni concrete che toccano tutti gli aspetti della vacanza, coniugando libertà e sicurezza con la fattiva cooperazione di operatori, istituzioni e cittadini” commenta Claudio Della Lucia, coordinatore della Gestione associate per il turismo dell’Elba.

La linea guida che ha ispirato il progetto è stata quella di garantire agli ospiti una vacanza sicura, ma vera e libera. “Innovare, in questo preciso momento, significa sfruttare al meglio anche l’opportunità che la crisi offre, quella di ridiscutere i termini della proposta per un prodotto turistico che vada anche oltre questo difficile momento” prosegue Della Lucia. Che conclude: “In questo percorso, va detto, siamo stati facilitati dalla natura dell’Elba, che unisce il vantaggio di essere isola alla vastità degli spazi e di conseguenza la varietà di proposte che offre, dalle spiagge ai sentieri per il trekking, dalle riserve naturalistiche ai borghi autentici. Un equilibrio di fattori difficilmente riscontrabile altrove”. Ecco allora le proposte messe in campo da #Elbasicura.

Come arrivare all’Isola d’Elba: i traghetti

Nell’estate 2020, i traghetti per l’Elba viaggeranno a una portata ridotta, per evitare affollamenti, pur garantendo partenze e arrivi in qualsiasi giorno della settimana. Per alcune corse specifiche sarà consentito rimanere in auto.

Basta soggiorni “da sabato a sabato”

Parola d’ordine per quest’anno sarà flessibilità. Per rendere più agevoli gli spostamenti verso l’isola e diluire gli arrivi, molte strutture accetteranno arrivi e partenze in giorni diversi della settimana.

Come andare in spiaggia all’Isola d’Elba

Per l’accesso al mare, si adotta il criterio del distanziamento sociale. Con un vantaggio, secondo Della Lucia: con oltre 200 spiagge l’isola garantisce spazio e posto per tutti. Anche in caso di massima affluenza, anche le 80 spiagge facilmente raggiungibili in auto consentono il distanziamento ipotizzato finora. Le altre 120 rimangono delle oasi più o meno appartate, che possono essere raggiunte a piedi, con un bel trekking panoramico, o attraverso imbarcazioni. Tutti i percorsi e i litorali possono essere esplorati in anteprima, grazie al servizio di  elbasmartexploring.com, che ha  mappato e ripreso con una innovativa telecamera Googel Ista360 e droni oltre 200 spiagge e 350 km di sentieri. In aggiunta, tutta l’isola può essere visitata virtualmente dal divano di casa attraverso Street View. Un modo furbo e comodo per programmare le escursioni, pianificando tempi di percorrenza e costruendo percorsi personalizzati.

LEGGI ANCHE: Elba outdoor: l’isola oggi è a portata di click grazie a Google Maps

Come garantire la sicurezza sulle spiagge libere

Se libertà è una delle parole chiave del piano di #Elbasicura, le spiagge dell’isola rimarranno libere e accessibili. Per la sicurezza di tutti, però, verranno date informazioni in tempo reale sul numero di presenze sulle singole spiagge. Questo consentirà agli ospiti di poter scegliere giorno per giorno la spiaggia meno affollata, raggiungendola a colpo sicuro. Il servizio sarà consultabile negli uffici informazione, hotel e web.

Gli stabilimenti balneari dell’isola, inoltre, hanno dato la loro disponibilità a installare nelle spiagge libere gli ombrelloni che non saranno usati quest’anno negli stabilimenti. Per offrire zone  d’ombra e riparo, gratuite, già montate e alla giusta distanza di sicurezza.

Le attività outdoor

A piedi, in bicicletta, a cavallo. Da soli o in compagnia di una guida. L’isola è un invito a stare all’aria aperta, a godere della natura anche lontano dal mare. L’Elba infatti è il cuore del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, riserva MAB Unesco. Vanta 400 chilometri di sentieri su cui muoversi senza il rischio di incontrare troppe persone. Gli appassionati di bici, potranno rivolgersi ai noleggi dell’isola: tutti hanno aderito a un protocollo di sanificazione concordato con l’Asl.

LEGGI ANCHE: Vacanza active all’Isola d’Elba: trekking, diving e tour in kayak

Dormire all’Isola d’Elba

Anche gli hotel si adeguano a nuovi standard e si sono riorganizzati per dare agli ospiti spazi più ampi e liberi. Ogni camera sarà sanificata prima dell’arrivo, mentre gli spazi comuni e gli ambienti all’aperto sono già stati predisposti per rispettare le distanze di sicurezza. E si pensa a nuovi servizi senza sovrapprezzo, come la cena in terrazza o in camera.

Le prenotazioni sono quindi aperte per il periodo di giugno-ottobre. E in attesa di nuove disposizioni governative in materia di mobilità sul territorio e tra regioni, gli hotel offrono la possibilità di disdetta senza costi fino a 15 giorni prima del soggiorno. In questo modo, la caparra dovrà essere versata entro le due settimane precedenti l’arrivo.

I ristoranti dell’Isola d’Elba

Pranzare con vista mare, all’aperto e senza pensieri. Tanti dei ristoranti dell’isola già offrono questa possibilità e potranno operare senza problemi nel rispetto delle normative. Ma chi lo desidera, potrà anche concedersi il piccolo lusso di una cena a due sul balcone del proprio appartamento o camera d’albergo, grazie alle consegne a domicilio.

Se invece si preferisce rimanere in spiaggia e mangiare sotto l’ombrellone, si potrà fare la spesa online e farsela recapitare direttamente allo stabilimento. Pronta per essere ritirata, consumata o portata a casa.

Info: visitelba.info e blog blog.visitelba.info

Leggi anche

L'articolo #Elbasicura: così l’isola toscana si prepara all’estate 2020 sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

Il progetto Italy Wow per il “nuovo travel”: spostamenti “Immuni” attraverso il Covid Check

Il progetto, nato dall’omonima start up che recentemente ha raggiunto l’obiettivo minimo di raccolta nella campagna di crowdfunding, lanciata all’inizio dell’emergenza Coronavirus, ha deciso di adeguarsi al mercato e creare una versione più allargata, in grado di valorizzare il turismo di prossimità, andando incontro alle nuove esigenze delle persone che dovranno scegliere la vacanza, il [...]→ Leggi alla Fonte

Zucchetti lancia una piattaforma sui buoni digitali per alberghi e ristoranti

Zucchetti in collaborazione con Amilon ha realizzato una piattaforma di ecommerce che supporta i ristoranti e le strutture alberghiere d’Italia tramite l’utilizzo di buoni digitali, per regalo o autoconsumo Si tratta di Sconto e Torno un portale online dove il mondo dell’hospitality propone sconti sull’acquisto di buoni digitali di attività della ristorazione e di strutture [...]→ Leggi alla Fonte

Vicenda Tirrenia: disposto il sequestro di alcuni scafi del gruppo Moby

Prosegue la querelle tra i gestori di Tirrenia in amministrazione controllata e Moby/Cin. A fine marzo, infatti,  i commissari Beniamino Caravita di Toritto, Gerardo Longobardi e Stefano Ambrosini avevano disposto il sequestro conservativo dei conti correnti della Compagnia italiana di navigazione, la società tramite la quale il gruppo della famiglia Onorato aveva acquistato a suo tempo [...]→ Leggi alla Fonte

I luoghi del cuore Fai: al via le votazioni per salvare l’Italia più bella

Per Cristiana Capotondi è l’isola della Maddalena, per Platinette il Castello di Torrechiara, per Alessio Boni l’intera città di Bergamo. Ogni vip ha il suo luogo del cuore e sono decine i testimonial che hanno già raccontato al Fondo Ambiente Italiano il proprio angolo di paradiso. Ma ora tutti gli italiani possono esprimere quell’affetto speciale che li lega a un borgo, a un monumento, a una chiesa: al via la 10° edizione del censimento I Luoghi del Cuore FAI per scegliere quei tesori d’arte, di storia e di natura che gli italiani amano di più. E che vorrebbero vedere tutelati a valorizzati. Si potrà votare da oggi fino al 15 dicembre.

Poi verranno decretati i tre vincitori, che verranno premiati, a fronte della presentazione di un progetto concreto, con – rispettivamente – 50.000, 40.000 e 30.000 euro, mentre il luogo più votato via web diventerà protagonista di un video, storytelling o promozionale, realizzato a cura della Fondazione. FAI e Intesa Sanpaolo, dopo la pubblicazione dei risultati, lanceranno il consueto bando per la selezione degli interventi: tutti i proprietari (pubblici o non profit) e i portatori di interesse dei luoghi che hanno ottenuto almeno 2.000 voti potranno presentare alla Fondazione una richiesta di restauro, valorizzazione o istruttoria sulla base di specifici progetti d’azione.

La novità di questa decima edizione sono due classifiche speciali. La prima è dedicata all’“Italia sopra i 600 metri”, cioè a luoghi che appartengono alle aree montane del Paese, che coprono da sole il 54% del territorio nazionale – eppure diventate periferia dimenticata – in sofferenza per la carenza di servizi e infrastrutture. La seconda è relativa ai “Luoghi storici della salute”, beni architettonici che raccontano quanto il benessere di corpo e mente abbia radici antiche nel nostro Paese e una tradizione secolare che spazia dalle terme romane alle farmacie storiche, dagli ospedali nati nel Rinascimento ai padiglioni di fine Ottocento e inizio Novecento.Per i vincitori delle due classifiche speciali sono in palio complessivamente 20.000 euro.

Come votare I luoghi del cuore Fai

Sarà possibile votare il proprio luogo del cuore fino al 15 dicembre. Data l’attuale emergenza  sanitaria, in questa prima fase si voterà esclusivamente on line, sul sito iluoghidelcuore.it.
In futuro, la raccolta voti avverrà anche attraverso il canale cartaceo, con moduli scaricabili dal sito.

I luoghi del cuore Fai: la campagna di sensibilizzazione

Questa volta il censimento ha un valore in più: dopo il duro colpo inferto al turismo e alla cultura dalla crisi del Coronavirus, votare i simboli di quell’Italia minore da salvare è un modo per fare la differenza ed essere motore di cambiamento per il proprio territorio, unico al mondo per varietà e bellezza.
Dal 2003, anno della sua prima edizione, I Luoghi del cuore FAI ha portato sotto la luce dei riflettori piccole e grandi bellezze da non dimenticare. Grazie alla partnership con Intesa Sanpaolo, il Fondo Ambiente Italiano ha sostenuto 119 progetti di recupero e valorizzazione di luoghi d’arte e di natura in 19 regioni. Nelle nove edizioni passate, raccogliendo più di 7 milioni di voti – di cui più di 2,2 milioni nell’ultimo censimento del 2018 – è stato possibile costruire una mappatura unica e spontanea di oltre 37.000 luoghi dalle tipologie più varie, che interessano oltre l’80% dei comuni italiani. Alcuni sono stati segnalati da una sola persona, per altri invece si sono mobilitate decine di migliaia di cittadini. E sono più di 800 gli straordinari comitati spontanei che si sono attivati per raccogliere voti e per regalare un’occasione di rinascita al loro “luogo del cuore”.

Al 1° posto della classifica nazionale dell’ultimo censimento,  nel 2018, grazie ai 114.670 voti ricevuti, si era piazzato il monte Pisano, che rappresenta il confine naturale tra le province di Pisa e Lucca. Il 24 settembre 2018 un incendio quasi certamente doloso ne ha mandato in fumo oltre 1.200 ettari – nei quali rientrano 200 ettari di coltivazioni, soprattutto uliveti – e ha lambito la Certosa di Calci, seconda classificata nell’edizione 2014, risparmiandola per miracolo. Al monte Pisano il FAI ha già destinato un contributo di 55.000 euro.

Leggi anche

L'articolo I luoghi del cuore Fai: al via le votazioni per salvare l’Italia più bella sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

Manzi, Best Western: il punto di vera svolta sarà a giugno 2021

Occorrerà un anno prima che sul turismo torni veramente a splendere il sole. A sostenerlo, è stata Giovanna Manzi, intervenuta nell’incontro di apertura della recente maratone online Hack for the Travel Industry. Per la ceo di Best Western Italia solo allora si potrà infatti finalmente cambiare pagina, affrontando il mercato con toni e aspettative migliori rispetto [...]→ Leggi alla Fonte

JNTO lancia la campagna #GiapponeMonogatari

#GiapponeMonogatari dà il titolo a uno storytelling avvincente sulla cultura e la tradizione giapponesi, brevi racconti e pillole di curiosità sull’universo nipponico, suddivisi in 4 macro-tematiche – Cibo, Folklore, Cinema giapponese, Giappone Segreto – a loro volta sviluppati attraverso gli approfondimenti più svariati. La categoria Cibo per esempio, a partire da una pietanza locale, ne svelerà i segreti della preparazione, [...]→ Leggi alla Fonte

Genova Aeroporto riconferma Odone presidente, obiettivo confermare gli investimenti

Paolo Odone è stato riconfermato presidente dell’aeroporto di Genova Spa. L’assemblea dei soci ha approvato la chiusra del bilancio 2019 con un utile netto di 383.000 euro. Particolarmente significativo l’incremento del valore della produzione operativa, passato dai 30 milioni 808 mila euro del 2018 ai 32 milioni 756mila euro del 2019: un aumento del 6,3%, [...]→ Leggi alla Fonte

CartOrange: 600 mila euro a sostegno dei propri consulenti

In un momento di gravissima crisi per il turismo dovuta all’emergenza Covid19 CartOrange ha deciso di sostenere finanziariamente i propri consulenti, che da un giorno all’altro hanno visto bloccata la propria attività e i loro mezzi di sostentamento, erogando oltre 600.000 euro complessivi di anticipi su commissioni future. «A causa delle cancellazioni e del blocco delle [...]→ Leggi alla Fonte