Stendhapp, la nuova app che aiuta a trovare la bellezza (dietro l’angolo)

Stendhal diceva così dell’Italia: “Provo un incanto, in questo paese di cui non mi posso rendere conto: è come nell’amore; e tuttavia non sono innamorato di nessuno…”. Le sue parole sono l’anima di  Stendhapp, un’app che, come già rivela il nome, s’ispira all’autore di pagine memorabili sullo splendore del nostro Paese, e che ha come missione quella di aiutare a scoprire (o ritrovare) la bellezza del nostro territorio usando lo strumento della geolocalizzazione.

Arte, musica, storia ed eventi (quando si potrà)

La bellezza dell’Italia assume molte forme, è intorno a ognuno di noi, ma non tutti sanno dove, quando e come apprezzarla: l’app segnala tutto ciò che è bello conoscere o riscoprire a due passi da casa. Gli obiettivi di questa “caccia al tesoro” si estendono dall’arte alla musica, dagli eventi alla storia dei luoghi e delle persone, dal paesaggio alla produzione enogastronomica di qualità.

Le ideatrici di Stendhapp: un team tutto al femminile

Stendhapp è una startup Innovativa A Vocazione Sociale (SIAVS) nata a Milano alla fine del 2018, a capitale 100 per cento femminile. Socie fondatrici sono Francesca De Finis, ingegnere e consulente di comunicazione, Elena Dicorato, architetto, Barbara Pinna, direttrice marketing internazionale. «Abbiamo realizzato uno strumento che aiuta a orientarsi attraverso l’enorme patrimonio culturale diffuso che caratterizza il nostro Paese. L’app basata su geolocalizzazione e open data contiene circa 52000 luoghi su tutto il territorio nazionale».

Come funziona: la mappa e le categorie

I luoghi sono divisi in categorie. «Ne abbiamo individuate 15, che comprendono la bellezza tangibile e intangibile dei territori. L’utilizzatore dell’app può selezionare quello che gli interessa vedere sulla mappa. Le categorie sono: musei, chiese, monumenti, arte, edifici, siti Unesco, teatri, musica, natura, gastronomia, storia, sagre etc. Una volta selezionata la categoria, Stendhapp indica il percorso più breve per andare a vedere con i propri occhi la bellezza che si vuole esplorare oppure, appena sarà di nuovo possibile, l’evento culturale al quale si vuole partecipare».

Chi vuole può contribuire alle mappe

A ogni punto segnalato sulla mappa corrisponde una scheda informativa e una foto rigorosamente in bianco e nero, per incentivare le visite nel mondo reale, non solo l’esperienza virtuale. Quest’ambiziosa mappatura dei luoghi del nostro patrimonio culturale coinvolgerà anche gli utenti: chi crea il proprio profilo potrà aggiungere punti che al momento non sono segnalati, caricare le informazioni e una foto, delle quali sarà indicato l’autore.

Stendhapp: per la rinascita culturale, dopo la pandemia

Con questa idea, dicono le fondatrici, «vogliamo favorire la ripresa economica del comparto culturale. Diamo visibilità soprattutto ai piccoli attrattori culturali, per favorire il turismo di prossimità, più sostenibile e attuabile nel contesto post Covid-19. Crediamo nell’effetto terapeutico della cultura. Vogliamo aumentare il benessere post lockdown facendo leva sul senso di appartenenza a un Paese meraviglioso e usiamo il digitale come un mezzo per aumentare la fruibilità del reale e per parlare linguaggi più affini alle nuove generazioni».

Come scaricare Stendhapp

Per usare Stendhapp è necessario scaricare l’app sul proprio smartphone, gratuitamente. La app si trova su App Store, e su Google Play Store. Esiste anche la versione Web app se si vuole occupare meno spazio sul proprio dispositivo.

 

L'articolo Stendhapp, la nuova app che aiuta a trovare la bellezza (dietro l’angolo) sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

Sex and The City: in arrivo la nuova serie (ma non ci sarà Samantha)

Torna Sex and The City. La sitcom, che alla fine degli anni Novanta ha fatto innamorare di Manahattan il grande pubblico, arriva sul piccolo schermo. Più di vent’anni dopo la messa in onda della prima puntata (era il 6 giugno 1998 negli Usa, in Italia sbarcò due anni più tardi), è giunto ora l’annuncio che in molti aspettavano.

La serie televisiva vincitrice di innumerevoli Emmy Award e Golden Globe, dedicata alle storie d’amore (e di passione) di quattro ragazze newyorkesi, racconterà cosa ne è di loro ora che devono affrontare il giro di boa dei cinquant’anni. Una notizia che ha mandato in fibrillazione i fan, che aspettavano da tempo la reunion del gruppo di donne protagoniste di una delle serie più iconiche che la rete statunitense Hbo abbia mai prodotto.

GUARDA ANCHE: Le uscite Netflix di gennaio 2021: cosa vedere da Lupin a Pieces of a Woman

Sex and the City: tutte le protagoniste, meno una

Se da un lato i fan di tutto il mondo non vedono l’ora di seguire in tv le loro eroine metropolitane preferite, dall’altro è grande la delusione per la notizia che una di loro, Kim Cattrall ovvero Samantha Jones, non ci sarà.

L’attrice ha infatti rinunciato alla partecipazione alla nuova stagione della sitcom, come in effetti si sarebbe forse aspettato chiunque in questi anni abbia seguito le vicende legate alla serie e alle sue attrici protagoniste.

È infatti noto che da tempo non corresse buon sangue tra le due “bionde” di Sex and The City, la Catrall e Sarah Jessica Parker: amiche per la pelle sul set, molto meno unite nella vita reale.

I dissapori tra le due, si vociferò già anni fa, erano stati già alla base della parola “fine” alla serie di lungometraggi, spin off della serie. Cattrall aveva più volte ribadito che la sua esperienza nei panni della disinibita PR newyorkese era giunta al termine, un po’ per il timore di rimanere intrappolata nel personaggio e un po’ perché, a parer suo, quel personaggio non aveva più molto da dire e da dare alla narrazione.

Sex and The City nuova serie: tutti i dettagli

Eppure, la storia evidentemente ha tutti i numeri per continuare, o almeno così la pensano le altre tre attrici protagoniste di Sex and The City: Sarah Jessica Parker (Carrie sul set), Cynthia Nixon (Miranda) e Kristin Davis (Charlotte), che saranno anche produttrici esecutive della nuova serie.

Il revival sarà composto da dieci nuovi episodi di mezz’ora, che vedranno le tre amiche di sempre alle prese con le storie d’amore e amicizia dei loro cinquant’anni. Le riprese inizieranno nella tarda primavera, e avranno luogo naturalmente a New York: non poteva essere altrimenti per una serie che ha fatto della città dove era ambientata parte integrante del plot narrativo, in una vera dichiarazione d’amore per Manhattan, per i suoi locali e per il suo stile di vita.

Sex and The City, l’annuncio su Instagram

Parker, Davis e Nixon hanno condiviso la notizia sui loro profili Instagram, postando il video di un breve teaser in cui le immagini di New York City si alternano a uno schermo bianco in cui compare l’inizio di una nuova storia scritta da Carrie, che legge ad alta voce: “E proprio così… La storia continua”.

In particolare Sarah Jessica Parker ha aggiunto un pizzico di curiosità al suo post, commentandolo così: “Non posso fare a meno di chiedermi… dove sono adesso?”. Lo scopriremo prestissimo, a quanto pare.

 

L'articolo Sex and The City: in arrivo la nuova serie (ma non ci sarà Samantha) sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

Carnevale 2021, quando e come festeggiare

Carnevale nel 2021 quando cade? Dove e come sarà festeggiato? Scopriamo insieme le date e le modalità per celebrare la festa più pazza e allegra dell’anno. Mentre alla prima domanda è facile rispondere, per la seconda pesa il clima d’incertezza a cui ci ha abituato la pandemia. Fino ad oggi, dalle grandi città ai piccoli borghi, nessuno sfuggiva alla tentazione di organizzare eventi in maschera, sfilate e spettacoli che rievocano antiche usanze. Ciascuno con la propria storia, tradizione e specialità di dolci tipici. Se un tempo era il momento ideale per concedersi una settimana o un weekend di vacanza, in Italia o in qualche capitale europea, oggi le limitazioni di sicurezza richiedono prudenza.

Vediamo, allora, se e come verranno organizzati i festeggiamenti di questo Carnevale 2021 nelle principali località italiane con uno sguardo anche agli eventi all’estero.

 

Quando è Carnevale nel 2021?

La data del Carnevale è diversa ogni anno e viene calcolata in base alla Pasqua, che si celebra la domenica dopo il primo plenilunio di primavera: quest’anno sarà il 4 aprile. Da questa data si deve tornare indietro di 6 settimane: la prima (o la sesta, se si conta dalla Pasqua) è quella del Carnevale. Nel 2021 i festeggiamenti si svolgeranno tra l’11 febbraio e il 20 febbraio.

La lunghezza del periodo del Carnevale dipende anche dai modi e momenti diversi in cui viene festeggiato nelle regioni italiane. Per tutti, i giorni più importanti sono il giovedì grasso, che nel 2021 è l’11 febbraio, e il martedì grasso che cade il 16 febbraio, due giorni che segnano rispettivamente l’inizio ufficiale e la fine del Carnevale. Fa eccezione il Carnevale ambrosiano celebrato a Milano: qui, infatti, la conclusione è sempre il sabato grasso che, nel 2021, è il 20 febbraio, quattro giorni dopo rispetto al tradizionale martedì grasso.

Carnevale 2021: come si calcola e perché si festeggia

La fine del Carnevale segna l’inizio della Quaresima, un periodo di 40 giorni che precedono la Pasqua decisamente più sobrio e rigoroso. Il nome stesso del Carnevale deriverebbe dalla possibilità di mangiare carne prima di iniziare l’alimentazione più contenuta e meno ricca richiesta dalla Quaresima. E anche da qui deriva l’aggettivo grasso usato fin dalle origini per indicare i giorni principali del Carnevale, il martedì e il giovedì: erano questi gli ultimi momenti in cui si poteva mangiare carne e lasciarsi andare agli eccessi, alimentari e non.

Carnevale 2021 in Italia

In Italia si svolgono alcune delle feste di Carnevale più belle e celebri del mondo: da quello sfarzoso e scenografico di Venezia a quello più dissacrante di Viareggio, da quello storico di Ivrea, con la spettacolare Battaglia delle arance, a quello di Putignano, il più antico d’Europa. A renderlo unico e sempre originale in ogni luogo della penisola sono anche le diverse maschere regionali e i dolci tipici di questa festa.

Carnevale di Venezia: in forse lo storico spettacolo in Laguna

Il Carnevale di Venezia è il più scenografico e sfarzoso della penisola. Per il momento il programma e le modalità dell’edizione 2021 sono in via di definizione sulla base dell’andamento dell’emergenza sanitaria. Difficile immaginare questa festa senza l’atmosfera sontuosa d’altri tempi a cui siamo abituati. Dal Cinquecento alla fine della Repubblica Serenissima, infatti, il Carnevale in laguna coincideva con la stagione teatrale, quando si partecipava mascherati a sontuose feste in costume. E, da sempre, calli, campielli, canali e le sale di palazzi storici si trasformano in un grande palcoscenico, in cui sfilano persone in maschera. Il cuore della festa è, naturalmente, Piazza San Marco dove si tiene anche l’evento clou: lo spettacolare Volo dell’Angelo introdotto dalle tradizionali sfilate di rievocazione storica, che apre ufficialmente i festeggiamenti. Chissà che, prendendo le misure di sicurezza necessarie, almeno a questo non si debba rinunciare.

Carnevale di Viareggio, la sfilata di carri allegorici è solo rimandata

È tra i più famosi e dissacranti della penisola. Ogni anno durante il Carnevale di Viareggio vanno in scena sfilate di carri allegorici – vere e proprie opere d’arte di cartapesta alte fino a 20 metri – che prendono di mira personaggi famosi della politica o dello spettacolo. Un tema che riprende l’origine di questo Carnevale, nato il martedì grasso del 1873 quando alcuni ricchi borghesi decisero di mascherarsi per protestare contro le tasse. E anche nel 2021 la città non intende perdere l’occasione per sbeffeggiare i tanti protagonisti della scena pubblica. Come? Organizzando un Carnevale Universale, dedicato a tutte le tradizioni, storie e culture del Carnevale nel mondo ma rimandando l’evento a tempi (si spera) più sicuri: l’appuntamento, infatti, è previsto dal 18 settembre al 9 ottobre 2021 e, per la prima volta, in quasi 150 anni, i carri del Carnevale di Viareggio sfileranno tra la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno.

Carnevale di Ivrea: sospesa la storica Battaglia delle arance

Il Carnevale di Ivrea (TO) è un evento storico che ogni anno prevede un ricco programma di eventi folcloristici, tra sfilate di carri allegorici, rievocazioni storiche e la spettacolare Battaglia delle arance, divenuta il simbolo di questa festa. Per il 2021, però, è stato deciso di sospendere qualunque tipo di festeggiamento dal vivo e di creare la prima edizione virtuale della sua storia per non rinunciare allo spirito di quanti condividono l’amore e la passione di questa festa. Fino alla fine di febbraio, dunque, si potrà partecipare al contest Un Carnevale di ricordi, l’iniziativa social attraverso la quale raccogliere immagini, video e storie vissute durante le precedenti edizioni, segnalate con l’hashtag #uncarnevalediricordi, che permetteranno di rivivere i momenti e le emozioni di questa festa unica nel suo genere.

I 20 Carnevali più belli d’Italia

Carnevale in montagna

Oltre alle feste tradizionali, la montagna ha sempre offerto la meta ideale per passare il periodo di Carnevale sulla neve. Complice anche la chiusura delle scuole per qualche giorno, che quest’anno è prevista tra il 13 e 20 febbraio, con diversità da regione a regione. Tra discese con gli sci (se gli impianti saranno aperti), piste da fondo, ciaspolate o, più tranquillamente, in passeggiata, non c’è che l’imbarazzo della scelta. E, grazie alle nevicate abbondanti di queste settimane, il divertimento è assicurato!

Leggi anche

Carnevale di Nizza: sospeso lo spettacolo di fiori e colori in riva al mare

Il Carnevale di Nizza è da sempre uno degli eventi in maschera più noti e famosi del Vecchio Continente e offre l’occasione di concedersi una breve vacanza oltreconfine. L’attuale situazione sanitaria, però, ha costretto la città a sospendere l’appuntamento del Carnevale per il 2021. Niente sfilate, dunque, lungo la celebre Promenade des Anglais, palcoscenico da sempre per parate, spettacoli di artisti di strada e show di gruppi internazionali che l’animavano, ininterrottamente, giorno e notte. E grande assente, quindi, anche la famosa Battaglia dei Fiori, con il caratteristico corteo di carri floreali e il lancio di migliaia di fiori da parte di ragazze in maschera.

Carnevale di Rio de Janeiro

A fare notizia ogni anno è il Carnevale di Rio de Janeiro, il più grande Carnevale del mondo. E quest’anno ancora di più dato che, a causa dell’emergenza sanitari, gli organizzatori hanno deciso di rimandarlo a tempi più sicuri. Quando? Le date previste saranno dal 9 al 12 luglio 2021 per concludersi con una grande festa il 19 luglio. Forse non ci saranno le folle oceaniche dai costumi coloratissimi che solitamente si riversano nelle strade a ritmo di samba e ci saranno in misure contenute anche durante le famose sfilate nel Sambodromo di Rio, ma c’è da aspettarsi che lo spettacolo sarà garantito!

Per l’altro famoso Carnevale d’oltreoceano, quello di New Orleans (USA), si è scelta la prudenza. Gli organizzatori hanno, infatti, deciso di rinunciare per quest’anno alle coloratissime sfilate dalle radici afro e suoni blues, e alla grande parata del mardi gras, il martedì grasso. Ma stanno prendendo in considerazione una parata virtuale.

Carnevale delle Isole Canarie

Il Carnevale delle Isole Canarie (Spagna) è tra i più colorati e divertenti d’Europa. Le feste più famose si svolgono a Santa Cruz de Tenerife (Tenerife) e a Las Palmas (Gran Canaria). Una tradizione secolare che negli ultimi decenni si è trasformata in una grande attrattiva per abitanti e visitatori. Alla quale, però, quest’anno le isole dovranno rinunciare: le misure di sicurezza sanitaria hanno, infatti, costretto gli organizzatori a rinviare l’appuntamento con il Carnevale direttamente al 2022. Ma l’appuntamento con pazze sfilate e la famosa Battaglia della farina tra partecipanti in look total white è solo rimandato!

Leggi anche

Carnevale di Trinidad

La pandemia, purtroppo, non ha fatto sconti a nessuno. E perfino l’esotico Carnevale di Trinidad, il più grande Carnevale dei Caraibi, che ogni anno anima le vie della città con sfilate coloratissime a ritmo di Calipso e Soca, è stato sospeso per quest’anno.

 

A cura di Manuela Florio

L'articolo Carnevale 2021, quando e come festeggiare sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

Bmt slitta al prossimo maggio, da venerdì 28 a domenica 30

La ventiquattresima edizione di Bmt -Borsa Mediterranea del Turismo slitta al prossimo maggio, precisamente dal 28 al 30. A comunicarlo è la stessa Progecta spiegando che la decisione è stata presa “dopo una attenta valutazione dell’andamento dell’emergenza sanitaria e a seguito anche del confronto con i colleghi del tour operating – sottolinea l’amministratore di Progecta, Angioletto [...]→ Leggi alla Fonte

Tunisia: entrate turistiche in calo del 65% nel 2020 e visitatori a -78%

In Tunisia l’impatto della pandemia è severo anche per le entrate del turismo, che nel 2020 sono crollate del 65% rispetto al 2019, a circa 746 milioni di dollari. Nell’anno appena chiuso il numero di visitatori è diminuito del 78%, dato ampiamente influenzato dalla diminuzione dei turisti occidentali, che sono stati costretti ad abbandonare  hotel [...]→ Leggi alla Fonte

All’aeroporto di Treviso è attivo da oggi il servizio tamponi rapidi

All’aeroporto di Treviso è attivo da oggi, 11 gennaio, il servizio tamponi rapidi antigenici Covid-19, in modalità drive-in presso il Parcheggio D, destinato a tutta la popolazione. Il servizio – la cui attivazione è successiva a quella già avvenuta negli scali di Verona e Venezia – è svolto dal personale di Set, Servizi Emergenza Territoriale, [...]→ Leggi alla Fonte

Thai Airways riduce ulteriormente l’operativo sulle rotte internazionali

Thai Airways riduce sensibilmente l’operativo previsto sul network internazionale, in risposta alle rigide restrizioni di viaggio in vigore in Thailandia. L’orario ridotto sarà in vigore fino al 27 marzo 2021 con la maggior parte delle rotte ora limitate a un volo settimanale di andata e ritorno. Tra queste ci sono Manila, Osaka, Seoul e Taipei in [...]→ Leggi alla Fonte

Hilton lancia le EventReady Hybrid Solutions per la domanda mice del 2021

Meeting ed eventi in modalità ibrida in questi momenti assumono un’importanza fondamentale. Per far fronte a questo importante cambiamento, Hilton ha quindi pensato di introdurre la proposta EventReady Hybrid Solutions, che indirizza gli organizzatori verso gli hotel predisposti alla modalità ibrida, fornendo loro allo stesso tempo preziose informazioni, compresi un Hilton EventReady Playbook ampliato, nonché pacchetti [...]→ Leggi alla Fonte

Dubai Tourism: la promozione viaggia su YouTube con una canzone dedicata alla città

Una canzone che celebra Dubai e le peculiarità che ne fanno una città unica al mondo: viaggia su YouTube con “Ya Salam Ya Dubai” la nuova strategia promozionale del Dipartimento di Marketing per il Turismo e il Commercio di Dubai (Dubai Tourism). La canzone fonde il talento di due artisti famosi: l’icona della musica araba Rashed [...]→ Leggi alla Fonte

Fiere e congressi rischiano di non rientrare nella proroga della Cig

E’ allarme rosso per i settori di fiere e congressi. I due settori, fra i più colpiti dall’epidemia Covid-19, rischiano clamorosamente e incomprensibilmente di essere esclusi dalla proroga della cassa integrazione Covid in deroga (Cig Covid) per i settori fortemente in crisi allo studio dei tecnici dei ministeri del Lavoro e dell’Economia. La proroga della cassa [...]→ Leggi alla Fonte