Il Perù è a prova di esperto. Arriva l’iniziativa di PROMPERÚ “Road to… Perù Agent”

PROMPERÙ, la Commissione Peruviana per la Promozione delle Esportazioni e del Turismo – l’organismo ufficiale specializzato in promozione turistica e marketing -, si rivolge al settore turistico promuovendo un percorso, in tre appuntamenti online, volto all’approfondimento, alla condivisione di consigli utili e propedeutico alla finalizzazione del programma di E-learning Perù Agent. Le 3 sessioni di [...]→ Leggi alla Fonte

#Italiamimanchi: i Beni del FAI si visitano sui social

Visitare giardini, castelli, magnifici palazzi, senza uscire di casa. Rimandate le Giornate di Primavera a causa del coronavirus, il FAI – Fondo ambiente italiano apre i suoi Beni online. Con il progetto #ItaliaMiManchi: video, foto e tante storie (anche inedite) raccontate su Facebook, Instagram (@fondoambiente) e sul sito, per viaggiare alla scoperta di meravigliosi luoghi d’arte e natura lungo tutta la Penisola. Con delle “guide” d’eccezione: come Marco Magnifico, Vicepresidente del FAI, esperti dello staff, ma anche attori e scrittori come Lella Costa e Marco Malvaldi.

Il FAI sui social

Il progetto #ItaliaMiManchi si articola in 6 rubriche che si alternano ogni giorno sulle pagine social della Fondazione. “La prima volta a…” è un racconto  di Marco Magnifico, che descrive la sua prima visita a dimore storiche, diventate in seguito Beni tutelati dal FAI. Come Villa Fogazzaro Roi, appartenuta allo scrittore Antonio Fogazzaro, sulle rive comasche del Lago di Lugano. O Palazzo Moroni, in Città Alta a Bergamo, che Magnifico scoprì da studente, invitato a un ballo in maschera sotto gli affreschi secenteschi.

Villa Panza, a Varese. Courtesy FAI – Fondo Ambiente Italiano

Ricette d’autore

“Le ricette d’autore”  è una rubrica dedicata alla riscoperta della tradizione e della cultura del cibo. Mentre Piccoli oggetti, grandi storie” offre l’occasione di soffermarsi su piccoli tesori, dettagli, oggetti curiosi e segreti, custoditi nei Beni e nelle collezioni del FAI. È Daniela Bruno a rivelarne le storie. Con lei si  può fare anche Un giro a…” Villa Panza, a Varese, per visitare una collezione di arte contemporanea americana unica al mondo. O a Villa Necchi, nel cuore di Milano e altri luoghi protagonisti di brevi tour di soli 5 minuti.

LEGGI ANCHE: Coronavirus: come la pandemia sta cambiando le nostre vite

Racconti in Giardino

Poi ci sono i “Racconti in Giardino”, rubrica dedicata a meraviglie come il Giardino della Kolymbethra nella Valle dei Templi ad Agrigento. O la cinquecentesca Villa Della Porta Bozzolo, in provincia di Varese, con giardino all’italiana e roseto, in cui si passeggia in compagnia del giardiniere della Villa, ascoltando la sua voce in un video. Infine, i Viaggi letterari” sulle tracce di romanzi, racconti e celebri voci. Come quella di Lella Costa che legge Cristo si è fermato a Eboli di Carlo Levi per Casa Noha, a Matera, Bene del FAI.   

LEGGI ANCHE Musei online da visitare restando a casa: le migliori iniziative in Italia e nel mondo

Leggi anche

 

L'articolo #Italiamimanchi: i Beni del FAI si visitano sui social sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

Andalusia: la storia del pellegrinaggio al Santuario della Virgen de la Cabeza 

Devozione e folklore, misticismo e bellezza del paesaggio, tradizione e spiritualità: c’è di tutto in questa Romeria (un pellegrinaggio) considerata la più antica della Spagna. Siamo ad Andujar, in una Andalusia estrema e segreta, ai piedi della Sierra Morena. È qui che, da secoli, si festeggia la Morenita, la statua di una Madonna nera.

Virgen de la Cabeza
La Virgen de la Cabeza.

La tradizione racconta che la statua fu trovata da un pastore vicino al Cerro del Cabezo, una collina non lontana dalla città. La Madonna chiese all’uomo di costruire una chiesa sul luogo in cui si trovavano. E così, dal 1304, il Santuario della Virgen de la Cabeza è diventato uno dei santuari mariani più famoso di Spagna.

Da più di sette secoli, questo luogo di culto è anche è lo scenario di un pellegrinaggio nel sacro che ripercorre, anno dopo anno, storie e leggende. E da più di sette secoli, la Romeria si effettua  con modalità e rituali inalterati nel tempo, coinvolgendo oltre mezzo milione di pellegrini, che arrivano da tutti gli angoli della Spagna in carrozze e cavalli bardati.

In cammino verso il Santuario (foto Ente del Turismo – M.J. Gomez).

Il momento culminante di questa impressionante manifestazione di fervore mariano si ha l’ultima domenica di aprile, ma la fiesta prevede una serie di cerimonie che hanno già inizio il giovedì con le offerte di fiori alla Morenita, con il benvenuto della città ai romeros che sfilano a piedi, a cavallo, sui muli.

LEGGI ANCHE: Da Siviglia a Tarifa, l’Andalusia on the road

Il sabato, dopo una sfilata per le vie di Andujar nei loro costumi tradizionali, i pellegrini salgono fino al Santuario del Cabezo, percorrendo una vecchia mulattiera: chi a cavallo, chi a dorso di mulo, chi in carri e carrozze d’epoca. A mezzogiorno, fanno una sosta sulle rive del Jandula, affluente del Guadalquivir. Infine, al tramonto, arrivano al Santuario. Pellegrini e fedeli depongono ai piedi della Vergine doni e offerte.

Pellegrini in visita al Santuario (foto Ente del Turismo – M.J. Gomez).

Il grande giorno è, però, la domenica. Un altare viene approntato sulla spianata del Santuario in modo che tutti i romeros possano seguire le funzioni religiose. Il suono delle campane, gli scoppi di petardi e i rulli di tamburi annunciano, poi, che la Morenita sta uscendo dal Santuario per essere mostrata ai fedeli  lungo le strade della collina. È durante la processione che i pellegrini si accalcano attorno alla immagine sacra e cercano di toccarla con sciarpe, fazzoletti, foulard da conservare come reliquia.

LEGGI ANCHE: I più bei cammini in Italia

La Romeria si conclude con il ritorno della statua nel Santuario, mentre i pellegrini ridiscendono la collina portando con sé, come souvenir profani, ramoscelli di rosmarino e fischietti di terracotta, gli stessi che hanno fatto da colonna sonora alla processione.

Info: juntadeandalucia.es

Leggi anche

L'articolo Andalusia: la storia del pellegrinaggio al Santuario della Virgen de la Cabeza  sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

Bencini: «La sicurezza è l’asset principale da attuare e comunicare per il rilancio del turismo»

«Sarà la sicurezza l’asset principale che dovrà essere, oltre che attuato, anche molto ben comunicato per accelerare al massimo la ripresa del turismo in particolare, ma dell’economia più in generale nel nostro paese». Una riflessione quella di Ivano Bencini, presidente di associazioni e società di servizi e consulenza nel settore dell’hospitality, che dovrà però presto [...]→ Leggi alla Fonte

Costa sospende le crociere fino al 30 maggio

Costa annuncia l’ulteriore sospensione delle sue crociere sino al 30 maggio 2020. A causa del protrarsi della situazione di emergenza legata alla pandemia globale di Covid-19 e con il perdurare delle misure di contenimento quali chiusura porti e restrizioni alla circolazione delle persone che non consentono di fatto di operare, la compagnia estende la sospensione [...]→ Leggi alla Fonte

Le sigle Confcommercio a Franceschini: «serve un intervento straordinario»

Anbba, Confguide, Fiavet, Fipe hanno aderito a una lettera inviata oggi al ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, adesione che è stata proposta a tutte le associazioni di Confturismo Confcommercio per rappresentare nel modo più ampio la filiera italiana del turismo, in particolare le pmi. Il rilancio dell’economia del Paese [...]→ Leggi alla Fonte

Portale Sardegna lancia il progetto «Sardegna Isola Sicura»

Portale Sardegna ha avviato il progetto “Sardegna Isola Sicura”.  Il tavolo di lavoro coordinato dal gruppo Portale Sardegna prevede la collaborazione e il contributo delle realtà imprenditoriali di spicco dell’intera filiera del turismo sardo: Aeroporto di Olbia, Gruppo ITI Marina , Arbatax Park Resort, ITI Colonna, Club Esse, Bovi’s Hotels, THotel, Forte Village, Chia Laguna – [...]→ Leggi alla Fonte

Enac in soccorso delle compagnie aeree: sospese le fatture

L’Enac ha adottato alcuni provvedimenti, relativi alle fatturazioni e ai termini di pagamento, per sostenere le imprese del settore aeronautico e all’intero sistema del trasporto aereo, nell’attuale situazione di emergenza epidemiologica da Covid-19. In particolare, l’Enac ha previsto la sospensione dell’emissione delle proprie fatture e della riscossione di quelle in scadenza, fino alla cessazione dello [...]→ Leggi alla Fonte

Cina: ecco i primi segnali di ripresa del turismo

Con cautela e a piccoli passi, ma il turismo in Cina comincia finalmente a ripartire. Almeno a livello di flussi domestici. Il dato è particolarmente significativo perché, come è noto, il Paese del dragone è stato il primo a essere colpito dal coronavirus. Ed è naturalmente avanti nella gestione dell’emergenza sanitaria, tanto che la Cina [...]→ Leggi alla Fonte

Aica: per la Pasqua perduti 300 milioni di euro di ricavi

Pasqua 2020 verrà ricordata per oltre il 95% delle strutture alberghiere chiuse su tutto il territorio nazionale, 5 milioni di presenze mancate e una perdita di fatturato relativa alla sola vendita delle camere di 300 milioni di euro nei soli tre giorni tra sabato e il lunedì dell’Angelo.  Imprese, famiglie e lavoratori bloccati ma pronti [...]→ Leggi alla Fonte