Alitalia: voli speciali per rimpatriare gli italiani all’estero

In coordinamento con l’Unità di Crisi della Farnesina, Alitalia sta predisponendo una serie di voli speciali per permettere a migliaia di connazionali di rientrare in Italia, e continuerà anche ad operare verso alcuni Paesi che hanno disposto provvedimenti restrittivi ai cittadini italiani e a passeggeri che hanno soggiornato in Europa. Decollerà nella serata di lunedì [...]→ Leggi alla Fonte

Ryanair cancella tutti i voli verso la Polonia fino al 31 marzo

In risposta alla decisione del governo polacco di “bloccare” l’intero paese per contenere la diffusione del virus Covid-19, il gruppo Ryanair (comprese Buzz e Lauda) è stato costretto a cancellare tutti i voli da e per la Polonia, dalle 24:00 di sabato 14 marzo fino alle 24:00 di martedì 31 marzo. Stiamo contattando tutti i [...]→ Leggi alla Fonte

I to Astoi rimpatriano gli italiani all’estero. “Farnesina inefficace”

Da oltre un mese, ossia dall’inizio dell’emergenza sanitaria da Covid19, i tour operator aderenti ad Astoi sono in prima linea nella gestione e nell’organizzazione dei rimpatri dei nostri connazionali dall’estero, nell’assistenza agli italiani posti in quarantena nei diversi Paesi stranieri, nelle riprotezioni dovute a cancellazioni di voli. Sino ad oggi, ben 12.000 italiani sono stati riportati in Italia [...]→ Leggi alla Fonte

Costa Crociere, fino al 3 aprile sospensione delle crociere in tutte le destinazioni del mondo

Costa Crociere sospende volontariamente le operazioni globali delle sue navi sino al 3 aprile. «In qualità di leader del settore, riteniamo che sia nostra responsabilità essere pronti a fare scelte difficili quando i tempi lo richiedono – ha dichiarato Neil Palomba, direttore generale di Costa Crociere – In Costa abbiamo sempre a cuore la salute [...]→ Leggi alla Fonte

Royal Caribbean Cruises sospende le crociere, si torna in servizio l’11 aprile

Royal Caribbean Cruises sospende le crociere a livello globale. Date le circostanze di salute pubblica a livello mondiale, Royal Caribbean Cruises Ltd. ha deciso di sospendere tutte le crociere della sua flotta a partire dalla mezzanotte di sabato 14 marzo. Le crociere in corso termineranno come da programma e la compagnia assisterà gli ospiti per [...]→ Leggi alla Fonte

NASA Earth Observatory: aiutateci a scegliere la foto più bella della Terra

Il deserto che incontra il mare in Pakistan, una costa segreta della California, un atollo sperduto nell’oceano e la nostra cara Italia. Le foto satellitari della Terra pubblicate ogni giorno sul sito di NASA Earth Observatory non lasciano alcun dubbio: viviamo su un pianeta straordinario.

Dal suo lancio, nel lontano aprile 1999, NASA Earth Observatory, istituto che cura le pubblicazioni scientifiche della NASA online, ha pubblicato più di 15.500 immagini del nostro mondo, gratuitamente consultabili dal pubblico. Provengono dai satelliti spaziali o sono state scattate dagli astronauti in missione. E sono corredate da informazioni scientifiche che meglio ci fanno conoscere il nostro pianeta. Ma qual è la più bella foto della Terra che sia mai stata scattata? Al lettore l’ardua sentenza.

GUARDA ANCHE: Cartoline da Marte: le più belle foto scattate dal rover Curiosity

In occasione del 50esimo anniversario della Giornata della Terra, che si terrà il prossimo 20 aprile, NASA Earth Observatory chiede infatti aiuto agli internauti per scegliere la migliore immagine di tutti i tempi pubblicata sul loro sito. Ognuno può dire la propria, non c’è un criterio univoco: si può scegliere la vista più suggestiva, la più iconica, quella dalla storia più interessante o stimolante, quella della propria casa.

Basta andare sul sito earthobservatory.nasa.gov e lasciare un commento con la url dell’immagine preferita entro il 17 marzo. A fine marzo, il NASA Earth Observatory annuncerà la selezione delle finaliste che parteciperanno al Tournament Earth, un contest giornaliero aperto agli utenti, che ogni giorno dovranno votare la migliore tra due foto. La vincitrice assoluta sarà annunciata il 29 aprile 2020, in coincidenza con la fine dei festeggiamenti per il 20 anniversario della fondazione del NASA Earth Observatory.

Leggi anche

L'articolo NASA Earth Observatory: aiutateci a scegliere la foto più bella della Terra sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

#iorestoacasa: Radio Garden, la mappa con tutte le radio del mondo. Basta cliccare e ascoltare

Tutte le radio del mondo su una mappa, a portata di click. Nei giorni del coronoavirus e del #iorestoacasa, sta diventando virale sulle chat delle app di messaggi come Whatsapp il link che rinvia al sito Radio.garden: una mappa del mondo, totalmente navigabile come quella di Google Earth che permette di accedere agli streaming radiofonici di tutte le stazioni radiofoniche del mondo.

GUARDA ANCHE #iorestoacasa: tour virtuali e collezioni online, i musei da visitare stando sul divano

Il mondo in streaming audio

Il sito Radio.Garden, che offre anche la possibilità di scaricare l’app da installare sugli smartphone, è una fonte inesauribile di suggerimenti di ascolto da scegliere semplicemente navigando da un Paese all’altro e zoomando dove si preferisce. Un vero viaggio, praticamente senza limiti, tra stazioni radiofoniche sparse sul pianeta, da quelle italiane alle più remote emittenti in Africa, in Australia o in Sudamerica.

LEGGI ANCHE #Iorestoacasa: le migliori serie tv da guardare per evadere e viaggiare

Leggi anche

L'articolo #iorestoacasa: Radio Garden, la mappa con tutte le radio del mondo. Basta cliccare e ascoltare sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

Costa Edutainment, nuova campagna social per portare le strutture direttamente a casa

14Costa Edutainment aderisce alla campagna #iorestoacasa promossa dal ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo per sensibilizzare il pubblico al rispetto delle indicazioni del governo per il contenimento del Covid-19. In un momento di difficoltà generale e di impossibilità allo spostamento, il gruppo leader in Italia nel settore dell’edutainment, ha [...]→ Leggi alla Fonte

Ponti di primavera 2020: quando cadono e dove andare (dopo il virus)

Ponti di primavera 2020: quando cadono e dove si può andare? I ponti di primavera quest’anno sono un miraggio. Non solo perché i giorni festivi cadono in modo da non trasformarsi in lunghi weekend, ma soprattutto perché la pandemia causata dal nuovo coronavirus COVID-19 ha bloccato gli spostamenti per tutto marzo e buona parte di aprile 2020.

Ciò significa che, quando la fase acuta sarà alle spalle, avremo bisogno di uscire di casa più che mai. Soprattutto per respirare aria buona, magari non lontano da casa perché il virus non avrà risparmiato nessun Paese vicino e bisognerà essere prudenti. Per i ponti di questa primavera 2020, la redazione di Dove ha provato a selezionare per voi qualche timida idea. Nell’attesa di tempi migliori…

Ponti di primavera: quando cadono nel 2020

Ad aprire la stagione dei ponti è la Pasqua, che quest’anno è medio-alta e cade il 12 aprile, con il lunedì dell’Angelo il 13 aprile. Dopo questa festività, basta aspettare un paio di settimane per arrivare a sabato 25 aprile, Festa della Liberazione. A seconda di cosa riserverà il tempo (controllate le previsioni sulla nostra pagina dedicata al meteo), il momento potrebbe essere ottimale sia per un ultimo weekend sulla neve sia per una prima vacanza al mare.

La settimana successiva è la volta dell’1 maggio, Festa dei lavoratori: quest’anno cade di venerdì, ideale per un long weekend, pandemia permettendo.

Per il ponte successivo, l’ultimo prima dell’estate piena, bisogna aspettare un mese ma ne vale la pena: il 2 giugno, Festa della Repubblica, cade di martedì, ideale per pianificare un citybreak o un mini viaggio di quattro giorni in Italia o in Europa. Per riprendere finalmente la normalità in questo 2020 eccezionale, che ha spazzato via un pezzo di primavera a causa del Coronavirus.

Il mondo dalla mia finestra

Ponti di primavera 2020: città italiane da (ri)scoprire

I ponti di primavera potrebbero essere, coronavirus permettendo, una buona occasione per visitare anche città meno note. Come Aquileia, in Friuli-Venezia Giulia, uno dei tanti Patrimonio Unesco italiani e che celebra quest’anno i 2.200 anni di storia con tanti eventi. Nota per i suoi mosaici e importanti siti archeologici, inaugurerà proprio ad aprile l’innovativo progetto di ricostruzione dei camminamenti intorno agli splendidi mosaici della Domus di Tito Macro, del I secolo d.C., una delle più vaste nel Nord Italia.

Un’altra meta italiana tutta da scoprire è Cosenza che si distingue da altri centri del sud per il suo spirito creativo, innovativo e anche sostenibile. Eventi, progetti e stanno trasformando la città: come la Ciclopolitana, una via ciclabile di 32 chilometri che attraverserà la città la nuova Cittadella dello Sport, o,ancora, la realizzazione del Parco fluviale, dove navigare il Crati con kayak, canoe e piccole imbarcazioni. Sul fiume, inoltre, si può anche ammirare il Ponte di San Francesco di Paola, firmato dall’archistar Santiago Calatrava: inaugurato nel 2018, è il ponte “strallato”, cioè sorretto da cavi e dall’antenna più alta d’Europa (104 metri).

Quest’anno doveva essere l’anno di Parma, eletta Capitale italiana della Cultura 2020. Ma è stato tutto sospeso a causa della pandemia e forse prorogato. Per celebrare la nomina, la città aveva in programma riaperture di luoghi storici, come San Francesco del Prato e l’Ospedale vecchio, itinerari artistici tra le meraviglie architettoniche della città e tante mostre, da Stendhal e la Certosa del suo romanzo, ai Borbone, dal futurismo di Depero ai Farnese.

Meno insolita ma sempre in fermento è, poi, Bologna che riserva nuove e gradite sorprese. Un po’ smart city, un po’ villaggio orgoglioso di conservare l’aura da provincia italiana, nel capoluogo dell’Emilia-Romagna convivono innovativi luoghi che guardano al futuro – come l’Opificio Golinelli, centro di ricerca, formazione, incubatore di startup o il Mast, la Manifattura di arte, sperimentazione e tecnologia progettato da Anish Kapoor, museo-laboratorio per promuovere l’innovazione e la cultura imprenditoriale nei giovani – e altri dedicati all’innato piacere di inclusione e convivialità, come il Mercato Sonato, punto d’incontro per giovani laureati al Conservatorio che si esibiscono quasi tutte le sere o La Scuderia – Future Food Urban CooLab, che ospita un coworking con caffetteria, laboratori e ristorazione tradizionale.

Ponti di primavera tra i borghi sul mare

Dalla Liguria alla Sicilia, i borghi italiani sono piccole perle della penisola che affascinano per la loro unicità e bellezza. I ponti di primavera sono il momento ideale per andare alla loro scoperta. Lungo le coste se ne trovano di tutti i tipi: a picco sulla roccia o affacciati sulla spiaggia, con case in pietra bianca o coloratissime, antichissimi o dalla storia più recente. Pronti a svelare tradizioni e costumi ancora vivi. Molti borghi italiani sono anche raggiungibili in treno, mezzo ideale per weekend all’insegna dell’eco-sostenibilità e del totale relax: perché spostandosi senz’auto non si rischia di rovinarsi le giornate di vacanza con il traffico e rallentamenti stradali.

Ponti di primavera 2020: trekking nella natura

L’arrivo della bella stagione è un invito a stare all’aria aperta godendosi scorci e panorami tra la natura in fiore. Basta scegliere tra i tanti cammini d’Italia che si prestano a passeggiate rilassanti o trekking per i più sportivi. Ad esempio, scegliendo una delle 400 tappe lungo il Sentiero Italia, il trekking più lungo del mondo di quasi sette mila km che si snoda dall’arco alpino all’Etna toccando tutte le regioni italiane. Questa opzione, può essere la scelta migliore anche come soluzione post-pandemia. Per vivere una vacanza lontani dalla folla.

Ponti di primavera: benessere di montagna

Potrebbe capitare di concedersi ancora qualche discesa sotto il tiepido sole primaverile. Ma la montagna riserva gradite sorprese anche oltre alle piste da sci. Ad esempio prepararsi all’arrivo della nuova stagione con una rilassante remise en forme per corpo e mente in una delle tante Spa delle Dolomiti. Circondati da panorama unico e spettacolare, hotel e resort alpini diventano angoli di benessere dove abbandonarsi a trattamenti rigeneranti, saune purificanti, nuotate in sky pool affacciate sulle vette da accompagnare a passeggiate nei boschi per sperimentare il forest bathing o fare pediluvi nelle fredde acque dei ruscelli d’alta quota secondo il metodo Kneipp.

Un’altra località perfetta per un weekend all’insegna di relax e benessere è Bormio. La nota meta sciistica della Valtellina sa come intrattenere e coccolare i propri ospiti anche oltre le piste da sci. Ai piedi del Sobretta, il Cevedale, il Gran Zebrù, l’Ortles si snodano diversi itinerari alla scoperta dei borghi locali. Come Oga, con le sue case in pietra, Santa Caterina Valfurva nel cuore del gruppo Ortles-Cevedale o i comuni diffusi che si susseguono nella Valdidentro verso Livigno. Per un po’ di meritato relax, gli indirizzi da non perdere sono le storiche terme Bagni Vecchi o Bagni Nuovi, con una spettacolare piscina esterna con vista, oppure la più moderna Spa di Bormio Terme.

Leggi anche

Ponti di primavera: weekend nelle capitali europee

Il 2020 doveva essere un anno ricco di nuove aperture museali in tutto il mondo. Non tutto si potrà rispettare dopo la pandemia, ma se tutto andrà bene potremo regalarci comunque dei citybreak a tema anche in Europa, seguendo sempre tutti gli aggiornamenti del Ministero della Salute e della Farnesina. Ad esempio a Vienna, dove il museo Albertina dovrebbe aprire ad aprile l’Albertina Modern nella Künstlerhaus di Karlsplatz, una nuova sede dedicata all’arte moderna e contemporanea. Oslo, invece, si prepara ad aprire il nuovo Munchmuseet, il più grande museo al mondo dedicato al pittore norvegese Edvard Munch con 28mila opere da lui realizzate. O, ancora, Bordeaux dà spettacolo con i Bassins de Lumières (“vasche di luce”), un’enorme struttura in cemento che si espande sopra e sotto la superficie dell’acqua dove ammirare proiezioni luminose che riprodurranno i capolavori della storia dell’arte.

Ponti di primavera: a Formentera senza folla

Da sempre una delle isole delle Baleari più amate dagli italiani, Formentera dà il meglio di sé fuori stagione. In primavera, al riparo dalla folla chiassosa e ingombrante delle vacanze agostane, si scoprono fascino e bellezza dell’isla bonita tra cittadine pittoresche, spiagge semi deserte e angoli naturalistici selvatici. Avvolti dal clima mite ottimale, si raggiungono in passeggiata o in sella a una due ruote lungo i 32 percorsi verdi (rutes verdes) che attraversano tutta l’isola formando una rete di oltre 100 chilometri.

Ponti di primavera: in monastero, nel silenzio

E se, dopo l’esperienza della pandemia, preferite (comprensibilmente) rigenerarvi ritirandovi in un luogo appartato a meditare. Le opportunità sono infinite. Oltre ai monasteri italiani, quasi sempre dotati di foresteria per gli ospiti, si possono scoprire nuovi itinerari anche in Grecia e Bulgaria. Tra le comunità di monaci ortodossi. Per ripartire più forti e motivati di prima.

Leggi anche

L'articolo Ponti di primavera 2020: quando cadono e dove andare (dopo il virus) sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

#iorestoacasa: i servizi digitali gratuiti offerti dalle aziende

È il momento di stare a casa. Il Coronavirus ci fa guardare con occhi nuovi le quattro mura in cui si vive: la casa diventa il luogo dove “viaggiare”, osservando le meraviglie dell’Hermitage, ma anche la protagonista di un itinerario inaspettato, tra guardaroba da sistemare e pile di documenti da scalare. Senza contare le serie tv che portano lontano.

Ma le opportunità per far passare il tempo e magari imparare qualcosa non finiscono qui. A supporto dei cittadini in questo momento senza precedenti, l’iniziativa Solidarietà Digitale del ministero per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione, in collaborazione con l’Agenzia per l’Italia Digitale. L’obiettivo è quello di ridurre l’impatto economico e sociale legato al Coronavirus, offrendo servizi digitali gratuiti: sono già molte le imprese e le associazioni che mettono a disposizione servizi gratuiti, dalla connettività all’e-learning. Di seguito, la selezione di alcune delle iniziative che consentono di mantenere, il più possibile, le proprie abitudini durante la quarantena.

#iorestoacasa, i servizi digitali gratuiti per le informazioni sanitarie

Ecco una selezione di servizi digitali gratuiti a cui affidarsi per domande e risposte sul Coronavirus, in supporto a pazienti, medici e altri operatori sanitari.

Paginemediche.it

Le informazioni sul Coronavirus si muovono (anche) via chat. La Chatbot Coronavirus è stata realizzata da Paginemediche.it sulla base delle linee guida del ministero della Salute: un aiuto a medici e pazienti per valutare i casi che presentano sintomi e comportamenti sospetti. Per accedere alla chat basta andare sul sito e cliccare sull’icona “Info-chat Coronavirus”.

CompuGroup Medical

CompuGroup Medical offre gratuitamente, per tutta la durata della crisi, la tecnologia di ClickDoc Teleconsulto a medici e altri operatori sanitari: un software in grado di connettere i pazienti con il proprio medico, utilizzabile via smartphone, laptop o computer. Modalità di accesso: registrarsi sul sito cgm.com e attendere le proprie credenziali, utilizzabili sia sull’indirizzo dedicato che sull’app (compatibile per IOS e Android).

Coronavirus, i servizi digitali per lo smart working

Lo smart working è entrato a gamba tesa nelle nostre vite: ecco quali sono le iniziative gratuite che lo rendono più semplice, supportando questa nuova abitudine con soluzioni tecnologiche innovative.

Amazon Web Services

Smart working, ambienti di collaborazione on-line e ancora: è la proposta di Amazon Web Services, che mette a disposizione di pubbliche amministrazioni, organizzazioni non governative e non profit, startup e imprese la propria assistenza per progetti digitali legati al superamento delle criticità e i propri servizi di cloud computing. Per aderire compilare il form sulla pagina dedicata.

Bluelink

Tra le categorie maggiormente colpite dagli effetti del Coronavirus sull’economia, i negozianti. Una soluzione innovativa è quella di Bluelink, che offre alle attività commerciali la possibilità di realizzare un negozio virtuale: si resta in contatto con i clienti tramite app e e-commerce, riuscendo a gestire delivery, assistenza e informazioni. Attivabile fino al 3 Aprile 2020 tramite registrazione gratuita sul sito.

Microsoft

Microsoft offre gratuitamente la propria tecnologia e i propri esperti IT per agevolare lo smart working a PMI, scuole, imprese private e pubbliche, sia che siate già clienti oppure no. Qui maggiori informazioni.

G Suite

G Suite offre gratuitamente l’uso delle funzionalità avanzate di Hangouts Meet a tutti i clienti G Suite, università, scuole e no-profit fino al 1 luglio 2020. I servizi disponibili non sono da poco: streaming live fino a 100mila utenti, un massimo di 250 partecipanti per videochiamata e la possibilità di registrare e salvare tutti i meeting su Google Drive.

Coronavirus, libri e ebook gratuiti

Chiusi in casa, riscopriamo il piacere di leggere: di seguito, una selezione di case editrici che supportano i cittadini grazie al potere della letteratura.

Il Saggiatore

La casa editrice distribuisce gratuitamente un diverso ebook del proprio catalogo: in uscita ogni due giorni, i titoli vengono distribuiti direttamente sul sito de Il Saggiatore. Spazio a narrativa, psicologia, cinema e ancora, con un’offerta che accontenta tutti i gusti.

Smart Tales

La libreria di libri interattivi ideati da educatori che insegnano scienze, tecnologia, ingegneria e matematica a bambini dai 3 ai 6 anni offre un abbonamento gratuito di tre mesi: per accedere al servizio basta scaricare l’app, disponibile gratuitamente per Android e iOS, e inserire il codice ST2020IT.

Bertoni Editore

Dai libri per bambini alla saggistica, dalla narrativa alla poesia, Bertoni Editore mette a disposizione in libro digitale gratis per tutti i cittadini che ne faranno richiesta. Basta scegliere un titolo sul sito della casa editrice e inviare una mail a j.bertoni@outlook.it con il proprio nome, cognome e titolo scelto.

LEGGI ANCHE 50 libri di viaggio da leggere ora, per partire con la mente

#iorestoacasa, servizi gratuiti per telefonia e connettività

Come sarebbe questa situazione se non avessimo il telefono e una (buona) connessione internet? Ancora più difficile, sicuramente: ecco i servizi in offerta che accorciano le distanze.

Fastweb

A partire dalla seconda metà di marzo Fastweb mette a disposizione 1 milione di giga gratuiti da condividere per tutti i clienti mobile, fino all’esaurimento del plafond.

Wind Tre

La rete offre 100 giga gratuiti per 7 giorni dalla seconda metà di marzo, disponibili progressivamente per tutti i clienti mobile: gli interessati verranno avvisati direttamente con un sms.

Tim

Tim offre giga illimitati per un mese da mobile: il servizio è dedicato a tutti i clienti con un bundle dati attivo, attivabile online su Tim Party. In più, per tutti i clienti con un profilo voce a consumo le chiamate da fisso sono illimitate fino ad aprile. L’offerta è attivabile tramite l’app My Tim, mentre per le chiamate illimitate da fisso è necessario chiamare il servizio clienti al 187.

Vodafone

Vodafone mette a disposizione giga illimitati offerti gratuitamente agli studenti tra i 14 e i 26 anni, così da facilitare lo studio e la comunicazione durante l’emergenza: per attivare è necessario chiamare il 42100. In più, con Vodafone Business facilita il lavoro da remoto di imprese, partite IVA e istituzioni oltre a disporre, per tutto il territorio, di un mese di utilizzo senza limiti della connessione dati su tutte le SIM voce.

Coronavirus, i servizi digitali che agevolano l’e-learning

Grazie alle più innovative piattaforme di e-learning è possibile studiare bene anche da casa: ecco quali sono e come accedervi.

Cisco Italia e IBM

L’accesso a Cisco Webex è disponibile gratuitamente per tutte le scuole: una piattaforma che permette di fare lezioni da remoto, interagire tra studenti e docenti, condividere documenti e altro ancora. È previsto il supporto dei volontari IBM: per aderire, inviare una mail a Fondazione@it.ibm.it e indicare i recapiti della scuola richiedente.

WeTurtle

Una community pensata per i docenti che offre gratuitamente una serie di esercizi online con attività innovative realizzate in diverse classi italiane e che possono essere replicate a distanza dagli studenti. In più, una formazione online gratuita dedicata agli insegnanti. Per fruire dei contenuti è necessario registrarsi sulla piattaforma.

Teach Corner

L’offerta di Teach Corner, attivabile gratuitamente sino al 3 aprile, mette a disposizione oltre 2mila tutor specializzati in corsi online e ripetizioni di più 2.500 diverse discipline. Al momento della registrazione sul sito inserire il codice CTC20 per usufruire del servizio.

Fuori dalla piattaforma Solidarietà digitale, segnaliamo anche l’iniziativa di Scimagazine che donerà il 100% del ricavato delle vendite del numero di marzo (in formato digitale o cartaceo) all’Ospedale Niguarda di Milano.

Leggi anche

L'articolo #iorestoacasa: i servizi digitali gratuiti offerti dalle aziende sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte