Dal Corso: «Romantik Hotels in Italia, puntare su sicurezza e personalizzata»

Se è vero che il settore alberghiero italiano attende indicazioni precise in vista di una probabile riapertura delle strutture, è vero anche che gli albergatori della cooperazione italiana dei Romantik Hotels & Restaurants guardano all’immediato futuro nell’ottica della collaborazione che da sempre li contraddistingue. «E’ un momento di riflessione e di confronto tra albergatori ed [...]→ Leggi alla Fonte

Europcar: primo finanziamento di 36 milioni di euro dalla Spagna

Europcar Mobility Group ha ottenuto il primo finanziamento, garantito al 70% dallo Stato spagnolo, per un importo pari a 36 milioni di euro. Questa linea di finanziamento, con una scadenza a 3 anni, concessa per le due controllate operative in Spagna – Europcar e Goldcar – è destinata ad incrementare la liquidità del gruppo consentendo [...]→ Leggi alla Fonte

Michael O’Leary: «La ripresa sarà rapida e sarà giocata sui prezzi»

Michael O’Leary, numero uno di Ryanair crede in una rapida ripresa del trasporto aereo, una volta che le restrizioni di viaggio legate alla pandemia di coronavirus siano state revocate . Si prospetterà, secondo O’Leary una vera e propria guerra dei prezzi.  Gli annunci di una ripresa dell’attività aerea molto lenta, emessi tra l’altro da Air France o dalla Iata, fanno sorridere Michael O’Leary: [...]→ Leggi alla Fonte

La “nuova normalità” degli aeroporti nel dopo Covid-19: l’esempio di Adr

“Ci vorrà tempo per tornare a una normalità pre-crisi ma siamo pronti a ripartire e fare la nostra parte. Con una gradualità che è d’obbligo, perché la sicurezza medica e sanitaria deve restare la priorità”. Ivan Bassato, direttore operativo di Aeroporti di Roma, spiega in un’intervista all’Agi quale sarà la ‘nuova normalità’ degli aeroporti – nella [...]→ Leggi alla Fonte

Toscana, al via la legge per la valorizzazione dei cammini regionali

  Il turismo dei cammini sarà una opportunità importante per il turismo della Toscana quando sarà terminato il lockdown. Un punto a favore della Toscana che negli anni ha seguito un iter complesso. Ora la giunta regionale ha approvato il regolamento di attuazione della legge per il riconoscimento e la valorizzazione dei cammini regionali, la [...]→ Leggi alla Fonte

Coronavirus: i primi frutti dell’impegno delle agenzie di viaggio indipendenti

L’Ansa ha riportato, in un lancio di agenzia ieri attorno alle 20.00, che il “Movimento autonomo nazionale – agenzie di viaggio”, che conta circa 8000 iscritti, ha inviato una lettera al premier Conte, per denunciare le difficoltà del settore. Nella lettera si legge che «il turismo è stato il primo ad esserne economicamente colpito e, [...]→ Leggi alla Fonte

Aerolinee: i problemi ricadranno sull’intero comparto turistico

Non smette la serie di speculazioni sul dopo Corinavirus per il settore aeronautico. Idee, congetture, previsioni, ma l’unica cosa certa è che le compagnie sono tutte a terra o quasi. L’emergenza sanitaria rischia davvero di fa collassare il settore del trasporto aereo che senza dubbio ha tutte le possibilità di creare un effetto domino che [...]→ Leggi alla Fonte

San Francisco, Los Angeles e New York lanciano la campagna social “#ThroughMyWindow”

Sarebbe stato bello svegliarsi oggi a San Francisco, Los Angeles o New York,  guardare fuori dalla finestra dell’ albergo con l’unico pensiero di organizzare al meglio la giornata di vacanza. Invece no, in questi giorni difficili non abbiamo la possibilità di farlo e allora gli uffici del turismo di queste città americane hanno ben pensato [...]→ Leggi alla Fonte

Coronavirus: Lonely Planet chiude il suo quartier generale. Ma le guide sono salve

Mentre tutti ci chiediamo quando torneremo a viaggiare e che ne sarà delle nostre vacanze estive, ecco arrivare un’altra notizia dirompente per il mondo del turismo. Lonely Planet, l’editore delle guide di viaggio più famose del mondo, ha deciso di chiudere, quasi interamente, il quartier generale di Melbourne e la sede di Londra insieme alla divisione Trade and Reference e alla pubblicazione del magazine. Le storiche guide sono salve e continueranno ad essere prodotte presso le sedi di Dublino e di Nashville. Ma questo è solo un altro degli effetti dell’emergenza Covid-19 sul settore turistico messo a dura prova, in brevissimo tempo, dallo stop dei voli aerei, dalla chiusura dei confini e dalla quarantena per milioni di persone.

Un brand storico

Lonely Planet non è solo un marchio di guide turistiche. Non lo è mai stato. Fin da quel lontano 1973 quando Tony e Maureen Wheeler decisero di pubblicare la guida Across the Asia on the cheap, resoconto del loro viaggio da Londra all’Australia attraverso l’Asia, con mappe disegnate a mano e tanti consigli utili e a budget contenuto, per chi avesse voluto percorrere quelle strade.

Il successo della guida, venduta in 1500 copie, incoraggiò la coppia a pubblicarne altre su singoli Paesi da loro visitati. Il resto è storia. Una storia di successo editoriale, arrivando a conquistare il 31,5% del mercato globale del settore. Ma non solo. Perché da quel momento Lonely Planet è diventato anche uno stile che ha cambiato il modo di viaggiare di milioni di persone e lo spirito con cui visitare il mondo, supportato da tanti consigli e suggerimenti preziosi, raccolti e aggiornati costantemente da un esercito di autori sul campo.

Cambio di rotta

Come in un viaggio, Lonely Planet ha sempre saputo cogliere la strada indicata dai cambiamenti dei tempi. Accanto alle guide, pubblicate da EDT dall’inizio degli anni Novanta, è stata la prima a creare un blog ante litteram nel 1994, a cui è seguito, due anni dopo, la creazione di un sito web diventato da subito un punto di incontro per milioni di viaggiatori, un luogo dove scambiarsi informazioni, pareri e dritte per organizzare al meglio il proprio viaggio. Una community cresciuta sempre più negli anni e che, nel 2016, ha raggiunto i 10 milioni di utenti.

Oggi, l’emergenza ha costretto a cambiare la propria strada, in un modo un po’ drastico. Ma, no, non è la fine di un’era. E non appena potremo tornare a fare le valigie, ci rimetteremo in viaggio seguendo i tanti consigli utili e i suggerimenti di luoghi da non perdere. Con una “Lonely” a portata di mano.

Leggi anche

L'articolo Coronavirus: Lonely Planet chiude il suo quartier generale. Ma le guide sono salve sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte