È primavera: i 70 giardini più belli del mondo

“Anche gli alberi a primavera scrivono poesie. E gli stupidi pensano che siano dei fiori”, ha scritto il poeta Donato di Poce. E non c’è come andare alla scoperta dei giardini in fiore per rendersi conto di quanto la natura sia in grado di regalare, ogni anno, pura meraviglia.

Zen o all’inglese?

Che si preferisca quelli zen, essenziali e curatissimi, o quelli all’inglese, apparentemente caotici, i giardini tra marzo, aprile e maggio sono un regalo per gli occhi, con i loro colori accesi e il tipico verde intenso. Abbiamo selezionato i settanta giardini più belli del mondo.

Gito del mondo tra rose e tuilipani

In Italia, in Olanda, in Giappone ma anche in Nord America e Sudafrica. Distese di tulipani o di rose, di siepi intagliate o di ciliegi, per un viaggio nella natura che non finisce mai di stupire. Siete pronti a scoprirli con noi?

Leggi anche

L'articolo È primavera: i 70 giardini più belli del mondo sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

Giamaica: una playlist per viaggiare con la musica verso il mare dei Caraibi

Every little thing is gonna be alright”. La strofa di una delle canzoni più famose di Bob Marley è il titolo della playlist su Spotify lanciata dall’Ente del Turismo della Giamaica. Oltre 200 canzoni e più di 15 ore di musica giamaicana classica e moderna per portare un po’ di spensieratezza in queste giornate buie.

La musica d’altronde è sempre stata una parte importante della cultura dell’isola caraibica. Basti pensare al reggae, dichiarano patrimonio immateriale dell’umanità dall’Unesco nel 2018. Oggi le sue note trasportano i viaggiatori in una fuga immaginaria verso le spiagge borotalco di Montego Bay, tra la natura selvaggia di Ocho Rìos, le iconiche Trench Town e Kingston.

furgoncino con musica raggae Giamaica

Nella playlist, però, non si trovano solo canzoni raggae, ma anche ska, dub, rocksteady o dancehall. E gli artisti selezionati sono tra i migliori della scena musicale dell’isola. Si va da Jimmy Cliff a Konshens e Beres Hammond. Da leggende come Desmond Dekker o Alton Ellis a nuove promesse come Konshens.

Qui il link per ascoltare l’album online: open.spotify.com

Leggi anche

L'articolo Giamaica: una playlist per viaggiare con la musica verso il mare dei Caraibi sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

Volterra candidata a “capitale italiana della cultura 2021”, tra musei e arte etrusca

  Volterra la città candidata a Capitale Italiana della Cultura 2021 che costruirà il proprio percorso di candidatura sul tema della Ri-generazione umana. Tra cultura, natura, vampiri, ecco le cose uniche che si possono fare o scoprire solo a Volterra. Dove sorge la città, sul punto più elevato del colle, si erige la maestosa Fortezza [...]→ Leggi alla Fonte

Transat licenzia temporaneamente il 70% della forza lavoro (3.600 persone)

Transat A.T. Inc. ha annunciato di aver temporaneamente licenziato circa il 70% della sua forza lavoro in Canada. L’ultimo volo Air Transat prima della piena sospensione delle sue operazioni è previsto per il 1 aprile. Il 18 marzo, a seguito della pandemia di Covid-19, Transat ha annunciato il graduale arresto temporaneo di tutti i suoi [...]→ Leggi alla Fonte

Coronavirus e bufale on line: ecco come difendersi

Tra meme ironici, che aiutano a sdrammatizzare la quarantena, e video call con gli amici, in tempi di Coronavirus non si arresta la marea di bufale e fake news che invadono il web, i social e le app di messaggistica istantanea.

Dalle false campagne di raccolta fondi ai malware legati al tema dell’epidemia da Covid-19, l’emergenza non ferma i criminali del web, che certo non si fanno scrupoli e non smettono di architettare nuove e insidiose frodi informatiche.

La fake news del ministero dell’Istruzione

A volte si tratta di notizie assurde o così poco credibili che non è difficile smascherarle. Spesso, invece, sono così ben costruite che ingannano anche gli utenti più attenti. L’ultima in ordine di tempo, una fake news del Ministero dell’Istruzione secondo la quale le scuole chiuderebbero fino a data da destinarsi, un documento che è stato smentito dal Ministro Lucia Azzolina.

Tenere alto lo spirito critico

Accanto all’invito a tenere sempre alto il proprio spirito critico – iniziando per esempio col chiedersi sempre, di fronte a un video, a un post a un messaggio whatsapp, “ma sarà vero?” – è consigliabile fare riferimento a fonti di controllo sicure e affidabili. Come il Centro Nazionale Protezione Infrastrutture Critiche della Polizia Postale e delle Comunicazioni.

Il sito della Polizia Postale

All’indirizzo www.commissariatodips.it è disponibile il “commissariato virtuale” della Polizia Postale e delle Comunicazioni. Qui, oltre a poter verificare le truffe già scoperte (l’aggiornamento è costante), è possibile fare segnalazioni online di comportamenti ed eventi presumibilmente illegale. In alternativa è possibile contattareuna delle sedi sul territorio nazionale (in tutto venti – l’elenco completo QUI).

Servizi antibufala

Tra gli altri siti autorevoli citiamo anche bufale.net, un portale gratuito di fact-checking contro la disinformazione, le bufale e l’allarmismo che su Internet dilagano, infestando le bacheche social; e bufalopedia.blogspot.com, che si auto-definisce “un catalogo di indagini e risorse antibufala”.

 

 

 

L'articolo Coronavirus e bufale on line: ecco come difendersi sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

Coronavirus e bufale on line: ecco come difendersi

Tra meme ironici, che aiutano a sdrammatizzare la quarantena, e video call con gli amici, in tempi di Coronavirus non si arresta la marea di bufale e fake news che invadono il web, i social e le app di messaggistica istantanea.

Dalle false campagne di raccolta fondi ai malware legati al tema dell’epidemia da Covid-19, l’emergenza non ferma i criminali del web, che certo non si fanno scrupoli e non smettono di architettare nuove e insidiose frodi informatiche.

La fake news del ministero dell’Istruzione

A volte si tratta di notizie assurde o così poco credibili che non è difficile smascherarle. Spesso, invece, sono così ben costruite che ingannano anche gli utenti più attenti. L’ultima in ordine di tempo, una fake news del Ministero dell’Istruzione secondo la quale le scuole chiuderebbero fino a data da destinarsi, un documento che è stato smentito dal Ministro Lucia Azzolina.

Tenere alto lo spirito critico

Accanto all’invito a tenere sempre alto il proprio spirito critico – iniziando per esempio col chiedersi sempre, di fronte a un video, a un post a un messaggio whatsapp, “ma sarà vero?” – è consigliabile fare riferimento a fonti di controllo sicure e affidabili. Come il Centro Nazionale Protezione Infrastrutture Critiche della Polizia Postale e delle Comunicazioni.

Il sito della Polizia Postale

All’indirizzo www.commissariatodips.it è disponibile il “commissariato virtuale” della Polizia Postale e delle Comunicazioni. Qui, oltre a poter verificare le truffe già scoperte (l’aggiornamento è costante), è possibile fare segnalazioni online di comportamenti ed eventi presumibilmente illegale. In alternativa è possibile contattareuna delle sedi sul territorio nazionale (in tutto venti – l’elenco completo QUI).

Servizi antibufala

Tra gli altri siti autorevoli citiamo anche bufale.net, un portale gratuito di fact-checking contro la disinformazione, le bufale e l’allarmismo che su Internet dilagano, infestando le bacheche social; e bufalopedia.blogspot.com, che si auto-definisce “un catalogo di indagini e risorse antibufala”.

 

 

 

L'articolo Coronavirus e bufale on line: ecco come difendersi sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

L’autonoleggio e il car sharing non si fermano

Non si fermano le attività di autonoleggio e car sharing. Secondo quanto indicato nell’ultimo decreto firmato dal presidente del Consiglio che aumenta la stretta sulle attività produttive ritenute non strettamente necessarie, le attività di noleggio veicoli restano aperte. La precisazione arriva dall’Aniasa, l’associazione che all’interno di Confindustria rappresenta il settore dei servizi di mobilità, che [...]→ Leggi alla Fonte

Perché le adv devono pagare il Bsp e i vettori non restuiscono i rimborsi?

Secondo quale logica perversa il Bsp deve essere pagato regolarmente e i rimborsi invece possono essere trattenuti nelle casse dei vettori? La domanda è retorica, ma poi mica tanto. Dietro c’è una logica che da molti anni ha un dominus, la Iata, e molti vassalli, le agenzie di viaggio. A Iata non importa assolutamente niente [...]→ Leggi alla Fonte

“Va’ pensiero”, il canto di speranza dell’International Opera Choir di Roma

Chiudono le porte dei teatri, ma la musica non si ferma. E non rimane senza voce neanche l’International Opera Choir di Roma, Coro Internazionale Lirico Sinfonico, che ha aperto una sala prove virtuale, chiamando a raccolta i suoi coristi, per regalare un’emozionante interpretazione di Va’ pensiero, uno dei cori più famosi dell’opera, tratto dal Nabucco di Giuseppe Verdi.

Ogni corista ha inciso il proprio contributo su una base e, una volta realizzati, sono poi stati montati in un unico video pubblicato sul canale YouTube. Il risultato è quello che potete vedere e ascoltare qui sotto.

“La situazione di criticità in cui ci troviamo ha mutato profondamente la quotidianità di noi tutti, costretti in casa per contrastare l’emergenza virologica. Anche il mondo del Teatro e della Musica accusa il colpo e musicisti, cantanti, direttori, ecc. pagano un prezzo enorme poiché impossibilitati a lavorare e obbligati ad annullare esibizioni ed attività concertistiche, danno economico e morale inquantificabile”, scrivono sotto il video. Ma non manca la speranza e un pensiero di sincera gratitudine a chi sta combattendo in prima linea.

“Se è vero che il Coro di schiavi ebrei, comunemente chiamato Va’ pensiero, nell’ottica di Verdi è specchio delle vessazioni subite dagli italiani prima dell’unificazione, oggi ci sentiamo un po’ quel popolo incatenato che rimpiange la “patria perduta” e la libertà di vivere il quotidiano come è abituato a fare” si legge ancora. E poi: “Un grazie enorme a tutto il personale medico – sanitario impegnato a tener fronte all’emergenza Covid-19. Questo video è per voi! Grazie di cuore alla #Caritas di Villa Glori (Roma) che da anni ospita le prove non virtuali dello IOC. Un abbraccio a tutti i suoi ospiti e agli operatori sociosanitari… #AndràTuttoBene!“.

Leggi anche

 

L'articolo “Va’ pensiero”, il canto di speranza dell’International Opera Choir di Roma sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte