Coronavirus: come l’emergenza sanitaria ha cambiato le nostre vite

L’emergenza sanitaria del Coronavirus, in Italia non è ancora finita. Si attende, con un misto di ansia e di speranza, la data del 3 aprile 2020 in cui dovrebbe concludersi il decreto ribattezzato #iorestoacasa che ha previsto la chiusura, “fino al 25 marzo, su tutto il territorio nazionale, di tutte le attività di ristorazione (bar, pub, pizzerie, ristoranti, pasticcerie, gelaterie etc.) e di tutti i negozi, tranne quelli delle categorie espressamente previste” e ha chiesto di “evitare ogni spostamento delle persone fisiche” (qui il testo integrale del decreto).

Al di là dei numeri drammatici del contagio, possiamo già prevedere che ci sarà un prima e un dopo Coronavirus nelle nostre vite e in quelle di tutti i Paesi finora coinvolti.

Per non perdere la bussola, stiamo registrando le prime ricadute del Coronavirus sulle nostre abitudini, tenendo d’occhio per voi tutte le previsioni economiche a medio e lungo termine, soprattutto nel mondo dei viaggi e della cultura. Ecco la nostra sintesi.

Coronavirus: #ilmondodallamiafinestra, il diario dell’Italia rimasta a casa

Con l’hashtag #ilmondodallamiafinestra, la redazione di DOVE ha lanciato, in piena quarantena per il Coronavirus, la possibilità di raccontare in immagini la propria quotidianità, quello spicchio di Italia e di vita reale che si può ancora godere dalle proprie case, un vero diario dell’emergenza che resterà nella storia. Finché l’isolamento non sarà finito, raccoglieremo ancora le vostre immagini da tutta Italia. Basta inviarle via Facebook e Instagram con l’hashtag #ilmondodallamiafinestra e il tag @Doveviaggi oppure mandarle via mail a dove@rcs.it.

#ilmondodallamiafinestra, le vostre foto scattate nella prima settimana di quarantena

#ilmondodallamiafinestra, le vostre foto scattate nella seconda settimana di quarantena

Coronavirus: la risposta dei musei di tutto il mondo. #iorestoacasa

I più grandi musei di tutto il mondo, chiusi in questo periodo di emergenza sanitaria per il Coronavirus, consentono a chiunque di entrare senza muoversi da casa.  Le visite virtuali sono possibili grazie ai siti di riferimento e in qualche caso anche agli accordi con Google che permette, tramite Street View, di osservare online le opere d’arte. Dal British Museum ai Musei Vaticani, dal Prado al Moma, ecco come ingannare l’attesa durante la quarantena. Per prepararsi a vivere tutto di persona con ancora più informazioni e più desiderio, quando tutto questo sarà passato.

#iorestoacasa: musei del mondo da vedere con i tour virtuali

Coronavirus: come cambiano i viaggi aerei

Ryanair sospenderà quasi tutti i suoi voli a partire da martedì 24 marzo. Dalla mezzanotte del 18 marzo, invece, ha lasciato a terra circa l’80 per cento dei suoi aerei. Anche Aegean ha annunciato la riduzione dei voli. La compagnia di bandiera greca consente di cambiare il proprio biglietto senza costi aggiuntivi o di tramutarli in voucher aperti, validi un anno.

#iorestoacasa: l’Italia ferma è meno inquinata

Coronavirus: italiani all’estero, il caos dei rimpatri

Sono circa tremila gli italiani all’estero già rientrati durante l’emergenza sanitaria del Covid-19. La Farnesina continua a lavorare per riportare a casa tutti con voli commerciali (prevalentemente Alitalia) e traghetti. Nel frattempo, l’associazione dei tour operator aderente a Confindustria sottolinea l’importanza dei rimpatri anche tramite voli charter dedicati o con riprotezioni su voli di linea. La questione è aperta e si aggiorna di ora in ora.

Coronavirus: come rientrano gli italiani all’estero

Coronavirus: la solidarietà del mondo verso l’Italia

Ogni giorno, un angolo di mondo si schiera a sostegno dell’Italia in questo periodo delicato della pandemia. Dalla California che dice “Resisti, Italia!”, a Dubai dove il Burj Khalifa, il grattacielo più alto del mondo, ha reso omaggio al nostro tricolore. Nel frattempo, non c’è Paese che non si stia attrezzando per cercare di prevenire l’emergenza sanitaria da Covid-19.

Anche noi italiani sappiamo produrre immagini meravigliose a supporto del nostro Paese, è il caso del video virale di Oliver Astrologo “L’Italia è un Paese meraviglioso“, ma anche delle immagini che accompagnano questo Speciale Coronavirus di DOVE, firmate da Enrico De Santis, fotoreporter e firma storica di DOVE, che in questi giorni ha fotografato Milano, la città in cui vive, deserta, in attesa che l’emergenza finisca, eppure pronta a incoraggiarci a resistere: #restiamoacasa, dopo il Coronavirus sarà tutto più bello.

#iorestoacasa: la musica lirica in streaming

Coronavirus: come cambia il mondo del turismo

Quanto vale il turismo in Italia? Circa 146 miliardi di euro, una cifra pari al 12 per cento del Pil, generata da una filiera di 216 mila esercizi ricettivi e 12 mila agenzie di viaggio. “L’epidemia di Covid-19 rappresenta una minaccia significativa per l’intero settore del Turismo, sia per chi ci lavora, sia per chi vuole continuare a viaggiare” ha detto Gloria Guevara, presidente e amministratore delegato del World Travel and Tourism Council (Wttc).

#iorestoacasa: l’acqua dei canali di Venezia non è mai stata così limpida

Nel frattempo, in Italia, sono state annunciate le misure per sostenere i lavoratori e le imprese del settore turistico e culturale colpiti dalla diffusione del Covid-19, tramite voucher, l’impiego di ammortizzatori sociali e una campagna di promozione dell’Italia nel mondo. Inoltre, Confturismo chiede detrazione d’imposta straordinaria per chi farà le vacanze in Italia nel 2020-21.

L’Emilia Romagna ai tempi del Coronavirus

Coronavirus: come viaggiare con la fantasia grazie alle migliori serie Tv

In famiglia o da soli, il tempo da trascorrere a casa è talmente tanto che conviene organizzarlo con saggezza. Le serie Tv possono essere non solo un antidoto alla noia, ma anche un’occasione speciale per viaggiare con la fantasia e magari imparare a pensare positivo nelle difficoltà. Può accadere con Self Made, l’attesa mini serie di Netflix sulla storia della prima imprenditrice americana, ma anche con Goliath, la serie di Amazon Prime interamente girata in California.

#iorestoacasa: le migliori serie tv in arrivo

CoronaComics! La risposta del mondo del fumetto alla pandemia

Anche in piena emergenza Coronavirus, nulla ferma gli appassionati di fumetti che, non potendosi incontrare di persona, possono farlo virtualmente dal 25 al 28 marzo durante CoronaComics!, il primo salone del fumetto online. Tra i tanti appuntamenti, segnaliamo la mostra Comics Contagion che racconta come l’argomento virus sia stato trattato dal mondo del fumetto dagli anni Trenta a oggi. 

#iorestoacasa: il virus nel mondo dei fumetti

 

Nella foto di apertura la statua di Costantino, di fronte alla basilica di San Lorenzo, a Milano. In un fotomontaggio di Enrico De Santis.

A cura di Manuela Florio

L'articolo Coronavirus: come l’emergenza sanitaria ha cambiato le nostre vite sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

Coronavirus, arriva il sito per sapere quanta coda c’è al supermercato in Lombardia

Evitare gli assembramenti e rispettare la distanza di sicurezza. Queste alcune delle linee guida per fare la spesa in sicurezza in tempo di Coronavirus. Ma le immagini delle lunghe code fuori dai supermercati ci sono ormai fin troppo famigliari.

Uscire per andare a fare la spesa è infatti consentito, tanto più che ormai in molte città fare gli ordini online è ormai quasi impossibile. Ma come fare a sapere quali sono i supermercati aperti e quelli meno affollati?

Per conoscere quanta coda c’è davanti ai negozi della grande distribuzione è nato il sito FilaIndiana.it, piattaforma aperta fondata su openstreetmap che, grazie alla geolocalizzazione e al contributo degli utenti, mappa i supermercati aperti in zona, indicando lo stato di affollamento di ciascuno e il tempo di attesa per entrare. Tutti possono contribuire e tenerlo aggiornato in tempo reale.

COME USARE FILAINDIANA, IL SITO CHE MONITORA LE CODE DAVANTI AI SUPERMERCATI

Usare FilaIndiana.it è semplice. Bisogna collegarsi al sito e accettare la geolocalizzazione. In alternativa, basta muoversi sulla mappa e zoommare sull’area o sulla città che più interessa.

Sullo schermo appaiono quindi le icone dei supermercati aperti, con il nome. Cliccando, si scopre l’indirizzo, la stima del numero di persone attualmente in coda e la stima del tempo di attesa per entrare. Tutti possono dare una mano ed essere utili agli altri: se si è davanti al negozio, basta cliccare sul tasto “sono in coda qui” per aggiornare il conteggio e informare gli altri utenti.

In questo modo, tutti possono scegliere il supermercato più vicino con la coda più breve. E fare la spesa in tutta sicurezza.

Al momento il servizio è attivo solo in Lombardia, ma annuncia che presto verranno mappati anche i supermercati di altre regioni.

L'articolo Coronavirus, arriva il sito per sapere quanta coda c’è al supermercato in Lombardia sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

Federturismo: bene il decreto ma il governo deve fare di più

Federturismo chie uno sforzo maggiore al governo. «Con la pubblicazione in Gazzetta del Decreto Cura Italia, le imprese italiane, e quelle del turismo in primis, possono finalmente beneficiare di quella minima boccata d’ossigeno necessaria a superare almeno il mese di marzo/aprile – sostiene la federazione presieduta daGianfranco Battisti -. Restano tuttavia aperti moltissimi nodi relativi [...]→ Leggi alla Fonte

Portalesardegna.com: tariffe flessibili per le prenotazioni degli italiani sull’isola

Portale Sardegna (www.portalesardegna.com), il primo tour operator online per le prenotazioni in Sardegna, nell’auspicio che presto l’emergenza sanitaria che ha colpito il Paese sia solo un ricordo, apre le porte della propria Isola ai turisti connazionali sostenendo, difendendo e promuovendo ora più che mai il turismo italiano. In particolare, considerato il momento di generale incertezza, [...]→ Leggi alla Fonte

Excelsior Dolomites Life resort, estate tra trekking ed eventi

L’Excelsior Dolomites Life Resort è incastonato nel parco protetto di Fanes-Sennes-Braies, letteralmente a un passo dalle vette più belle del mondo. Il resort infatti gode di una posizione unica, che lo rende meta ambita per gli appassionati di escursioni a piedi e mountain bike, poiché membro del prestigioso best alpine Wanderhotels, di Mountain Bike Holidays [...]→ Leggi alla Fonte

Alitalia rimpatria i connazionali. Ma chi paga? Gli italiani all’estero?

AlitaliaAlitalia sta riportando in Italia i nostri connazionali sparsi un po’ fra Europa, Africa settentrionale. L’operazione è concordata, naturalmente con l’unità di crisi della Farnesina, che segue il caso degli italiani all’estero 24 su 24. Il punto è questo: chi paga per il rimpatrio di questi italiani all’estero. La Farnesina? Alitalia? Un speciale fondo per [...]→ Leggi alla Fonte

Lufthansa: non è possibile prevedere l’entità del calo dell’Ebit

Al momento non è possibile prevedere l’entità del declino dell’Ebit a causa della crisi in corso, legata agli effetti del coronavirus, e il gruppo Lufthansa ha adottato una serie di misure per rafforzare la propria base patrimoniale, fra le quali vi è anche la sospensione del dividendo. E’ quanto comunica il gruppo Lufthansa pubblicando i [...]→ Leggi alla Fonte