Lisbona, un video e un percorso a cielo aperto tra l’arte urbana della città

La capitale portoghese, un museo a cielo aperto, è stata scelta da molti artisti portoghesi e internazionali come tela su cui esprimere la loro voce. Il nuovo video promozionale di Turismo de Lisboa presenta il nuovo percorso di Urban Art che sorprende con vere opere d’arte all’aperto che sono praticamente ad ogni angolo della città:  [...]→ Leggi alla Fonte

Abu Dhabi: alla scoperta del Louvre con un tour virtuale

Un vero e proprio viaggio di cuore e mente attraverso una delle principali attrazioni culturali del Paese, il Louvre: così l’Ente del turismo e cultura di Abu Dhabi in Italia ha accompagnato gli operatori del settore in un sorprendente tour virtuale del museo. “In attesa di poter riavere i turisti internazionali che rappresentano il 70% delle [...]→ Leggi alla Fonte

Ryanair potenzia il domestico da Bari: voli settimanali a +25%

Ryanair rafforza il network domestico dall’aeroporto di Bari, con un incremento del 25%  dei voli programmati per l’operativo invernale, e cioè 17 collegamenti settimanali a partire dal 1 dicembre 2020. Da Bari la low cost irlandese effettuerà complessivamente oltre 200 voli settimanali su 23 rotte. Queste le novità: Bologna 10 (+3), Catania 4 (+4), Cuneo 2 [...]→ Leggi alla Fonte

Ada Tour lancia MaMa Puglia Expert: un percorso formativo per adv su Puglia e Basilicata

Ada Tour lancia “MaMa Puglia” per presentarsi al pubblico degli operatori in un’edizione dedicata alla ripartenza e al networking. Ada Tour, operatore incoming b2b specializzato su Puglia e Basilicata con viaggi esperienziali tailor made, ha proposto al pubblico del Ttg “Italian-Vibes: tra deep tourism, meta-software e nuove traiettorie turistiche”. La volontà era quella di animare [...]→ Leggi alla Fonte

Iata: traffico passeggeri a -70% in Europa. Servono test anti-Covid per ripartire

Test Covid-19 e ulteriore supporto finanziario: queste le due imprescindibili richieste della Iata per consentire alle compagnie aeree in ginocchio di continuare a fronteggiare la crisi provocata dalla pandemia durante i mesi invernali. Le restrizioni alle frontiere, in particolare le misure di quarantena, hanno minato uno dei cardini dello sviluppo europeo, la libera circolazione delle persone. [...]→ Leggi alla Fonte

Franciacorta Village è Race Passion sponsor della 1000 Miglia

Per il secondo anno Franciacorta Village partecipa a 1000 MIGLIA in qualità di Race Passion Sponsor. È un connubio singolare, ma basato su una condivisione di stile, eleganza, passione per il design e per il bello; un mood che potremmo riassumere in “Dolce Vita”, come voglia di vivere un’esperienza unica e celebrare le eccellenze del [...]→ Leggi alla Fonte

A Novara, sulle strade del Gorgonzola

Il gorgonzola dop è il prodotto italiano più ricercato sul web. Lo dice il Rapporto sul turismo enogastronomico italiano 2020 redatto dalla ricercatrice Roberta Garibaldi, in collaborazione con la World Food Travel Association e l’Associazione italiana turismo enogastronomico, analizzando il traffico online. Nel documento si legge anche che la possibilità di gustare cibi tipici, esplorandone le località d’origine e visitando i produttori, è la prima motivazione nella scelta di una meta per il 71 per cento dei food traveller. È allora il momento di visitare il Novarese, dove nasce la maggiore quota di questo formaggio erborinato, insieme ad altre prelibatezze.

Lavorazione del gorgonzola in un caseificio del Consorzio Gorgonzola dop

Sullo sfondo, i castelli che punteggiano la pianura – come quelli di Vespolate e Nibbiola – raccontano una terra di conflitti aspri. Alla battaglia di Novara del 1849, evento chiave della Prima guerra di indipendenza, è dedicato un parco. Si trova a sud del capoluogo, proprio nell’area dello scontro vinto dagli austriaci del maresciallo Radetzky, e, tra campi e boschetti, è perfetto per una passeggiata (info: turismonovara.it).

LEGGI ANCHE Viaggi di gusto: le migliori mete per weekend enogastronomici in Italia

Da qui può poi partire l’esplorazione del territorio. Intorno a Vespolate lo sguardo si perde all’infinito tra le risaie, piacevoli da costeggiare in bicicletta. L’autunno è la stagione del raccolto del cereale, mentre i terreni asciugano e i risotti trionfano in trattoria. Lontani dalle strade principali si raggiungono cascine storiche, a volte veri e proprio borghi, dove da secoli si lavorano i chicchi. Alla cascina Fornace la famiglia Rizzotti ha recuperato il pregiato riso Razza 77 usando antichi metodi di trasformazione che garantiscono la cremosità ai risotti. La varietà, in pochi anni, ha conquistato i gourmet.

Diverse varietà di riso coltivate nel Novarese (ph: Atl Novara\Mario Finotti)

Oggi è il marchio della vera paniscia, tesoro della campagna novarese a base di riso, fagioli, verze, cavolo, cotenne di maiale, salam d’la duja e vino rosso. Tutti ingredienti di queste zone, mescolati in ordine sparso. Raro trovare due ricette identiche. E come sempre in questi casi tutti giurano di seguire la migliore. Il salam d’la duja matura nello strutto fuso, un simbolo per l’identità novarese, ma vanno provati anche i fidighin della duja, mortadelline di fegato suino che furono la merenda dei braccianti nei campi. Tutti salumi da comprare nello spaccio dell’Azienda Agricola Valsesia a Sillavengo.

LEGGI ANCHE Sentieri gastronomici in Piemonte: quando il trekking è goloso

Dove mangiare il Gorgonzola a Novara

Fra i caseifici artigianali del Consorzio per la tutela del formaggio gorgonzola dop, attivo contro contraffazioni e lavorazioni approssimative, Baruffaldi, a Castellazzo Novarese, e Palzola, a Cavallirio, sono due fedeli interpreti della materia. Dolce o piccante che sia, il gorgonzola è per tutti: privo di lattosio e glutine, si produce senza additivi né conservanti, con latte d’alta qualità che non contiene tracce di disinfettanti, pesticidi e antibiotici (se così non fosse, non potrebbero riprodursi le caratteristiche muffe).

Il gorgonzola dà il meglio con una mostarda di cipolla bionda di Cureggio e Fontaneto, presidio Slow Food, e con un calice di rosso corposo come il Ghemme, il Fara o il Boca. Tutti vini doc. Tutti maturati qui. Da provare nella cantina di Rovellotti Viticoltori a Ghemme.

Tra i vini della provincia spiccano il Ghemme e il Boca. Qui, le vigne di Rovellotti

LEGGI ANCHE Piemonte: cosa vedere e cosa fare

Vuoi avere DOVE sempre con te, a portata di mano?

Scarica l’app DOVE Digital Edition nell’App Store (per dispositivi Apple) o in Google Play (per dispositivi Android) per sfogliare i numeri di DOVE, le guide, gli speciali e DOVE-Corriere della Sera Travel Issue. Tutta la ricchezza delle edizioni cartacee sempre con te, a portata di mano, sui tuoi device

Leggi anche

L'articolo A Novara, sulle strade del Gorgonzola sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

Se ci si mette anche la Bonaccorsi a difendere la proroga ai Bonus vacanze…

Le speranze di molti operatori e professionisti dei viaggi erano appuntate su di lei. Se Franceschini si sapeva non aver mai mostrato particolare interesse per una certa parte della nostra industria, si sentiva dire dietro le quinte, la sottosegretaria al Turismo, Lorenza Bonaccorsi, si è però spesso prestata ad ascoltare la voce del settore. Almeno [...]→ Leggi alla Fonte

Italyscape di Quality Group: da Salerno a Maratea con un esperto culturale

Una guida d’eccezione, un esperto culturale che si affianca alle guide locali e al tour leader per permettere di approfondire la conoscenza e rendere ancora più semplice e affascinante l’esplorazione. È questo il plus che Italyscape di Quality Group ha inserito in alcuni degli itinerari proposti per il prossimo autunno/inverno alla scoperta del Belpaese. Tra [...]→ Leggi alla Fonte