Ita: Alfredo Altavilla è il nuovo presidente esecutivo. Lazzerini rimane

Il ministero dell’economia ha indicato Alfredo Altavilla quale nuovo presidente esecutivo di Italia trasporto aereo-Ita, al posto di Francesco Caio. Altavilla è un  ex manager Fca, vero e proprio braccio destro di Sergio Marchionne. Altavilla, in virtù della rilevante esperienza manageriale e delle riconosciute capacità professionali, garantirà un prezioso apporto esecutivo allo sviluppo della società. [...]→ Leggi alla Fonte

Galles: in viaggio tra fortezze, dragoni e… surf

Un dragone rosso su campo bianco e verde. La bandiera del Galles sventola con fierezza dagli spalti degli Europei di calcio UEFA 2020, e il 20 giugno lo farà dallo stadio Olimpico contro gli Azzurri, avversari dello stesso girone. Non sappiamo ancora come andrà a finire, ma è l’occasione perfetta per ricordare le meraviglie di un territorio pieno di magia.

Questo spicchio sud occidentale di Gran Bretagna con capitale Cardiff, infatti, è una delle quattro nazioni del Regno Unito e vanta idilliaci distese di brughiere, colline e montagne; spiagge selvagge animate da surfisti e centinaia di romantici castelli. Praticamente una piccola e pittoresca nazione, ma dalla grande storia.

Il paese dei castelli

Una storia antica e gloriosa che trasuda dalle mura delle sue centinaia di castelli. Del resto, il Galles, vanta la maggior densità di castelli al mondo. Circa 600, di cui oggi ne rimangono, tra rovine e architetture perfettamente conservate, un centinaio. Tra questi spiccano le 17 fortezze che compongono il cosiddetto Iron Ring, l’anello difensivo voluto dal re inglese Edoardo I a partile dalla fine del 1200 per fronteggiare le numerose rivolte delle genti gallesi. Il più famoso e fotografato è forse il Castello di Caernarfon, che troneggia con le sue torri ottagonali specchiandosi nel fiume Seiont. Qui dal 1911 si proclama il Principe di Galles, proprio come fece nel XIII secolo Edoardo I con suo figlio.

Altrettanto scenografico è il Castello di Harlech, che domina la Baia di Cardigan dall’alto di uno sperone roccioso con la sua forma rettangolare. Considerata una fortezza inespugnabile, Harlech era dotata di una scalinata collegata al mare per via di un canale che, in caso di assedio, consentiva il rifornimento. Un po’ come avvenne durate gli eroici sette anni di resistenza durante la leggendaria Guerra delle Due Rose (1455-1485).

E di castelli è ricca anche la capitale Cardiff a cominciare proprio dal centro storico, dove s’impone il Cardiff Castle, edificato sui ruderi di un forte romano del III secolo. Fino al vittoriano Castell Coch, qualche chilometro più a nord, detto Castello Rosso per via della tonalità della pietra, che sembra uscito da un libro di favole con le sue torri circolari. La vivace capitale vanta poi architetture ben più recenti ma altrettanto visitate, come il Principality Stadium, dove appunto si tengono le partite di calcio, ma soprattutto quelle di rugby, sport nazionale gallese, in cui vengono accolti anche i fans italiani durante il torneo delle Sei Nazioni.

In surf nella Wales Coast

Dal calcio al rugby, fino al surf. Già, in Galles va forte anche questo sport, che si pratica lungo i 1400 km della selvaggia Wales Coast. E a riprova della popolarità dello sport con la tavola c’è anche la presenza di una piscina da record. Nell’Adventure Parc Snowdonia, infatti, si trova la prima laguna interna per surf che, grazie alla tecnologia Wavegarden, genera l’onda artificiale più lunga al mondo. Ma niente paura! Ci sono onde e onde, adatte anche ai principianti che possono allenarsi indoor per poi sfidare quelle vere. Magari a bordo di una eFoils, la tavola da surf elettrica, che qui conta la prima scuola del Regno Unito.

Di sport in sport, il Galles con i suoi paesaggi è una vera e propria palestra a cielo aperto. È il caso della regione settentrionale di Snowdonia, che abbraccia 2.130 km² di parco nazionale tra coste, montagne, laghi e pareti di ardesia. Qui, il monte Snowdon fa la gioia dei trekker, che ripercorrono le orme di Sir Edmund Hillary, colui che conquistò per primo l’Everest.

Lingua e identità gallesi

Orgogliosi della propria bandiera e della propria identità celtica, i gallesi proteggono come un prezioso tesoro culturale anche la loro lingua, il gallese (cymraeg). Per diversi anni era stata forzatamente sostituita dall’inglese, ma oggi è ostinatamente salvaguardata a cominciare dall’insegnamento a scuola e nelle università fino alla segnaletica bilingue. Il villaggio dal nome più lungo al mondo? Si trova qui e si chiama Llanfairpwllgwyngyllgogerychwyrndrobwllllantysiliogogogoch. Perchè allora non mettersi alla prova con la pronuncia? Dopotutto, questa è la lingua più antica del Regno Unito e i Gallesi sono considerati i discendenti dei Britanni. Non a caso Re Artù era gallese, così come Mago Merlino!

Ma lungo le antiche vene gallesi scorre anche sangue italiano. Qui, infatti, a cavallo tra ‘800 e ‘900 molte famiglie emigrarono in Galles lavorando duro nelle miniere di ardesia, ma anche aprendo i tanti caffè e gelaterie che ancora oggi portano nomi italiani. Si stima che in questa nazione Oltremanica viva la più grande comunità italiana di Gran Bretagna. E qui, quella che si giocherà il 20 giugno, sarà praticamente un derby!

Info: wales.com/it

Dove Viaggi ©RIPRODUZIONE RISERVATA

L'articolo Galles: in viaggio tra fortezze, dragoni e… surf sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

Il Treno della Dolce vita: partirà nel 2023 l’Orient Express tutto italiano

Il meglio dell’Italia visto da un finestrino, a bordo di un treno di lusso. Partirà a gennaio 2023 il Treno della Dolce vita, l’Orient Express tutto italiano frutto di una partnership tra Arsenale SpA., società attiva nell’hospitality di eccellenza, e Trenitalia. Dell’Orient Express avrà però solo quel fascino rétro degli avventurosi viaggi d’altri tempi, quando per salire in carrozza si vestivano i propri abiti più eleganti.

Saranno invece italianissimi sia i percorsi sia il menu di alta gastronomia (In collaborazione con i migliori chef e bartender) sia il design. E, naturalmente, il nome scelto: il Treno della Dolce vita richiama il grande fervore eclettico, artistico e cinematografico degli anni del boom economico.  Così si viaggerà a bordo di carrozze ispirate al design italiano degli anni Sessanta e Settanta, alle influenze dei grandi creativi come Carlo Scarpa, Gio Ponti, Piero Fornasetti e Ignazio Gardella. Il design degli arredi si fonderà insieme all’arte di Fontana, Bonalupi, Castellani e molti altri maestri dello Spazialismo italiano.

Il Treno della Dolce vita: le tratte previste

Sono già state pianificate 10 tratte (con pernottamento da una a tre notti) che toccano 128 città in 14 regioni. Ma non sono solo le stazioni di fermata a rendere speciale questo treno d’epoca: il vero spettacolo è ininterrotto e scorre fuori dal finestrino tra una tappa e l’altra. Tutti luoghi simbolo del Belpaese, in tutta la sua varietà: famose città d’arte come Firenze, Roma, Venezia, Palermo ma anche borghi segreti, paesaggi iconici come la Val d’Orcia e le Langhe e territori votati all’enograstronomia, tra colline pettinate dai filari e montagne custodi di tradizioni secolari. Senza dimenticare un fondamentale omaggio al Mare Nostrum, con le rotaie che corrono lungo le coste del Tirreno, dell’Adriatico e dello Ionio.

LEGGI ANCHE Viaggi in treno: i migliori tra quelli di lusso, panoramici e storici

Saranno inizialmente cinque i treni storici a essere operativi su questi dieci percorsi: il Treno delle alpi lungo le vie dell’Amarone (da Milano a Cortina), il Treno del tartufo e del vino (itinerario enogastronomico dal Barbaresco al tartufo d’Alba, fino alla Riviera ligure), i Borghi della Val d’Orcia e la Maremma toscana (da Roma a Roma attraverso la ferrovia storica Asciano Monte Antico, Val d’Orcia e Tirrenica), la Via transiberiana e i Sassi di Matera (da Roma alla città dei Sassi, attraverso la cosiddetta Transiberiana italiana e la Ferrovia del Gargano), il Triangolo di Trapani (la Sicilia occidentale lungo la linea ferroviaria Palermo-Trapani, via Milo), Sicilia da bere (itinerario enologico e gastronomico dalla Sicilia occidentale fino a quella orientale), la Sicilia barocca (itinerario lungo la via interna alla scoperta delle bellezze del Barocco siciliano), la Rotta delle sirene (dalla costa lucana alla Calabria lungo la costa jonica), il Salento e la città dei sassi (da Bari a Bari lungo la Ferrovia del Sud, tra il Barocco leccese e i Sassi di Matera).

Il convoglio storico alla presentazione del Treno della Dolce vita, avvenuta a Roma

Un turismo lento, da Nord a Sud del Paese, con l’obiettivo di valorizzare ancora di più le ferrovie storiche italiane, un patrimonio culturale inestimabile che ha visto crescere l’interesse del pubblico già negli anni pre-pandemia. «Non abbiamo dati precisi sul numero di viaggiatori dei treni turistici in Italia ma, indicativamente, sono passati da 30.000 a 100.000 in circa un decennio», secondo i dati della Federazione Italiana Ferrovie Turistiche e Museali. Non resta che aspettare il 2023, salire a bordo e viaggiare per tre giorni fuori dal tempo.

LEGGI ANCHE Viaggio in Transiberiana, il treno dei desideri è un tuffo nel passato

Dove Viaggi ©RIPRODUZIONE RISERVATA

L'articolo Il Treno della Dolce vita: partirà nel 2023 l’Orient Express tutto italiano sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

La Thailandia punta a riaprire i confini ai turisti vaccinati entro quattro mesi

La Thailandia stima di riaprire completamente i propri confini ai visitatori – purché vaccinati – entro quattro mesi, dopo oltre un anno di restrizioni ai viaggi imposte dalla diffusione del coronavirus: un rischio calcolato necessario per sostenere l’economia, riporta Reuters citando il primo ministro thailandese Prayuth Chan-ocha. L’impatto della pandemia sull’industria turistica del Paese ha [...]→ Leggi alla Fonte

Malta Tourism Authority sbarca a Napoli con il meglio dell’offerta tra natura e cultura

Malta Tourism Authority sbarca alla Bmt di Napoli e celebra la ripartenza del turismo sull’isola con l’annuncio del raggiungimento dell’immunità di gregge, prima meta europea, grazie all’intensa campagna vaccinale anti Covid-19. Questo e molti altri fattori hanno permesso a Malta di ottenere una forte fiducia da tutti i protagonisti del mercato per l’estate 2021, a partire dalle [...]→ Leggi alla Fonte

Taglio della lamiera per la Icon of the Seas: prima nave Royal Caribbean alimentata a Gnl

Si chiamerà Icon of the Seas la prima nave alimentata a Gnl di Royal Caribbean International. L’unità è stata presentata ufficialmente lo scorso lunedì, quando si è svolta, presso i cantieri finlandesi Meyer Turku, la cerimonia del taglio della lamiera, che come vuole tradizione ha segnato l’inizio dei suoi lavori di costruzione. La nave sarà [...]→ Leggi alla Fonte

Avalon Waterways sarà alla Bmt a presentare la sua nuova offerta italiana

Sarà presente presso il padiglione 6, stand 6044, della Bmt la compagnia di crociere fluviali Avalon Waterways. Il brand parte del gruppo Globus family of brands illustrerà il suo nuovo prodotto per il mercato italiano: crociere sul Reno e sul Danubio riservate ai viaggiatori tricolori in partenza quest’estate. “Siamo lieti di partecipare alla Bmt di Napoli, la [...]→ Leggi alla Fonte

Klm ricompone il network verso Asia e Medio Oriente ai livelli del 2019

Klm stima una cauta ripresa della domanda dei passeggeri per Asia e Medio Oriente, in concomitanza alle sempre più frequenti riaperture delle frontiere di diversi paesi: così, per l’estate, il network della compagnia sarà praticamente identico a quello operato nel 2019. A causa della pandemia Covid-19, tuttavia, saranno offerti meno voli e/o i voli avranno [...]→ Leggi alla Fonte

Air Dolomiti riapre i collegamenti da Verona per Berlino e Düsseldorf

Air Dolomiti torna ad operare i voli in partenza da Verona verso Berlino a partire dal 19 giugno e per la città di Düsseldorf dal 24 giugno. I collegamenti saranno attivi due volte alla settimana, con tariffe a partire da 149 euro per la tratta Verona-Berlino e da 170 euro il volo Verona-Düsseldorf (andata e ritorno, tasse e supplementi [...]→ Leggi alla Fonte

Czech Airlines: via libera dai creditori al piano di ristrutturazione

Czech Airlines ha ottenuto il sostegno dei suoi creditori, i quali hanno approvato la “riorganizzazione della società”. “L’assemblea dei creditori – si legge in una nota della compagnia aerea – ha, inoltre, deciso che la società madre della Czech Airlines, Smartwings, dovrebbe preparare il rispettivo piano di riorganizzazione. La richiesta di riorganizzazione è stata depositata [...]→ Leggi alla Fonte