You are here

L’Australia rimane chiusa ai turisti internazionali, almeno fino al 2022

L’Australia, sogno di molti, resta ancora una destinazione inaccessibile per i turisti internazionali. Il paese oceanico, che ha messo in atto alcune delle restrizioni più severe al mondo alle frontiere per contenere l’epidemia da Covid-19, è praticamente “chiusa” dal marzo 2020. E lo resterà almeno fino al 2022.

“La priorità sono gli australiani”, ha detto nei giorni scorsi il primo ministro Scott Morrison riferendosi alla riapertura dei confini internazionali. “Arriveranno anche i visitatori internazionali, credo l’anno prossimo”, ha aggiunto Morrison all’Associated Press, senza voler specificare una data. Tuttavia, dal mese di novembre il Paese inizierà a riaprire le sue frontiere per gli australiani. Dopo 18 mesi di stop, infatti, i cittadini completamente vaccinati potranno tornare viaggiare a livello internazionale.

GUARDA ANCHE: Corridoi turistici Covid-free: con la nuova ordinanza, si riparte per le Maldive e altri Paesi tropicali

Australia: si entra solo con permessi speciali

Attualmente, le persone possono lasciare l’Australia solo per motivi “essenziali” e l’ingresso è permesso ai cittadini e ad altri con esenzioni, ma ci sono stretti limiti al numero di arrivi.

Chi arriva in Australia con un permesso speciale deve stare in quarantena per due settimane in un hotel, a proprie spese.

L’ingresso in Australia al momento è limitato a pochissime categorie, fondamentalmente per “ragioni compassionevoli” o a persone in possesso di “competenze” in settori considerati di interesse nazionale dalle autorità, ad esempio quelle legate al contrasto della pandemia; le valutazioni vengono però effettuate caso per caso. 

GUARDA ANCHE: Quali sono le città più sicure del mondo? Ecco la classifica 2021, con una sorpresa al primo posto

Australia: meno della metà della popolazione vaccinata con due dosi

Secondo le previsioni, l’Australia riaprirà prima l’aeroporto di Sydney e poi quello Melbourne, una volta che il programma vaccinale completo sarà somministrato all’80% della popolazione in quelle regioni.

Il Nuovo Galles del Sud, ossia lo Stato più popoloso, prevede di superare a fine ottobre l’80% di popolazione vaccinata. In data 5 ottobre, secondo l’analisi di Our World in Data, poco meno del 47% dell’intera popolazione australiana ha ricevuto la seconda dose di vaccino. 

Maggiori informazioni le trovate sul sito Viaggiare Sicuri e sul sito del Dipartimento australiano degli affari interni.

GUARDA ANCHE: Le meraviglie naturali dell’Australia da sognare (in attesa di poterle finalmente rivedere)

Leggi anche

Dove Viaggi ©RIPRODUZIONE RISERVATA

L'articolo L’Australia rimane chiusa ai turisti internazionali, almeno fino al 2022 sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

Sopri Townsville nella nuova serie Aussie Specialist Program!

Scopri Townsville nella nuova serie di Aussie Specialist Program! Segui la serie! Rispondi alle domande e vinci fantastici premi! Leggi alla Fonte

Alla scoperta del mondo sottomarino dell’Australia

L’Australia è una destinazione perfetta per chi desidera combinare una vacanza rilassante con una avventurosa durante una vacanza subacquea. L’Australia è dotata di vari luoghi di immersione, l’uno ancora più bello dell’altro. Inoltre, la più grande barriera corallina del mondo si trova in Australia: la Grande barriera corallina. Non sorprenderà che questa barriera corallina è [...]→ Leggi alla Fonte

Australia: lo straordinario osservatorio a forma di balena che affiora dall’oceano

Australia, osservatorio balene in cantiere. Recentemente è stato svelato il progetto – scelto attraverso un sondaggio online – candidato a diventare la nuova attrazione di Perth  e soprattutto aumentare la conoscenza delle balene, preservando al tempo stesso la vita marina. L’osservatorio marino è chiamato “Australian Underwater Discovery Centre” e ha la forma di una balena che sembra emergere dall’acqua in prossimità del molo. Il design è stato ideato da Baca Architects di Londra.

Australia osservatorio balene
L’osservatorio è caratterizzato da una porzione sott’acqua e da grandi vetrate panoramiche per l’osservazione dei cetacei e delle creature marine. (ph: Baca Architects)

Il costo si aggira sui 25 milioni di euro e la fine dei lavori, ossia l’apertura, è prevista per dicembre 2022. Come riferisce il portale Dezeen, il progetto è stato sviluppato per sostituire un osservatorio già esistente ma che purtroppo non è mai stato molto frequentato. 

GUARDA ANCHE: Museum of Underwater Art: in Australia, un museo sottomarino per salvare gli oceani

Australia osservatorio balene in cantiere a due ore da Perth

L’Australian Underwater Discovery Centre sorgerà a circa due ore da Perth, nei pressi di Busselton Jetty, il molo in legno più lungo dell’emisfero meridionale (misura quasi 2 chilometri di lunghezza). E vuole essere “il più grande osservatorio marino naturale dell’Australia”. Non solo è caratterizzato da una porzione posizionata sott’acqua e da grandi vetrate panoramiche per ammirare da vicino i cetacei e le creature marine sul fondo dell’oceano: il centro sarà completo anche di un ristorante sotto il livello del mare, gallerie d’arte e sale espositive.

Australia osservatorio balene
L’Australian Underwater Discovery Center ha la forma di una balena che sembra emergere dall’acqua. (ph: Baca Architects)

In realtà, c’erano altri due progetti in lizza per il nuovo centro: uno riprendeva le forme di una grotta e un secondo quelle di una barca ormeggiata al molo. Ha vinto il design ispirato ad una balena, anche grazie al voto del pubblico. Una volta aperto, l’Australian Underwater Discovery Centre spera di attirare 900.000 visitatori all’anno.

GUARDA ANCHE: Australia: le immagini più belle del 2020 (nell’attesa di poterci tornare presto)

Australia osservatorio balene
I lavori inizieranno quest’estate mentre l’apertura è prevista nel dicembre del 2022. (ph: Baca Architects)

La struttura sarà prefabbricata in un vicino cantiere navale, prima di essere rimorchiata e trasportata fino alla sua posizione nel mare. Ricorda “The Whale”, l’osservatorio a forma di balena progettato dallo studio danese Dorte Mandrup A/S che nel 2022 aprirà in Norvegia e che tanto è piaciuto sui social. Anche qui ci saranno aree espositive, uffici, un caffè e un negozio: tutte le attività saranno connesse tra loro grazie alle grandi pareti vetrate. 

GUARDA ANCHE: The Whale, la nuova attrazione per ammirare le balene

Vuoi avere DOVE sempre con te, a portata di mano?

Scarica l’app DOVE Digital Edition nell’App Store (per dispositivi Apple) o in Google Play (per dispositivi Android) per sfogliare i numeri di DOVE, le guide, gli speciali e DOVE-Corriere della Sera Travel Issue. Tutta la ricchezza delle edizioni cartacee sempre con te, a portata di mano, sui tuoi device

Leggi anche

L'articolo Australia: lo straordinario osservatorio a forma di balena che affiora dall’oceano sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

Voli verso l’Australia: potrebbero ripartire dal 1° luglio (ma solo per passeggeri vaccinati)

Quando torneremo in Australia? Forse prima del previsto. Se fino a qualche mese fa sembrava che i viaggi internazionali verso l’Australia non sarebbero ripresi prima di ottobre 2021, una buona notizia arriva adesso da Qantas, la compagnia di bandiera del paese, recentemente premiata come “la più sicura del mondo“. Con una buona dose di ottimismo ha infatti annunciato che i biglietti da e per l’Australia possono essere prenotati per voli in partenza dal 1° luglio 2021, praticamente a un anno esatto dal blocco totale delle rotte intercontinentali del vettore.

LEGGI ANCHE: Compagnie aeree sicure: le 20 più affidabili nel 2021 (anche in tempi di Covid)

Tuttavia, prima di cliccare il pulsante “acquista” è importante sottolineare che almeno fino al 17 marzo 2021 permane il totale divieto di ingresso in Australia, per i viaggiatori provenienti da qualsiasi paese estero, tranne che per gli australiani, gli stranieri residenti permanenti ed alcune limitate categorie autorizzate caso per caso (tutte le informazioni le trovate sul sito del Dipartimento dell’interno)

Rimborsi e voucher in caso di nuovo blocco

Qantas si è recentemente aggiudicata il primo posto nella lista delle compagnie aeree più sicure al mondo stilata per il 2021 da AirlineRatings.com. (ph: iStock)

Qantas, in ogni caso, è fiduciosa che entro l’estate il livello di diffusione del vaccino anti-Covid avrà iniziato a frenare i contagi e di conseguenza la domanda di viaggio potrà riprendere. Ha però anche sottolineato di essere consapevole che il divieto ai viaggi internazionali potrebbe essere esteso; anche per questo motivo sta offrendo ai propri clienti dei rimborsi completi, un cambio gratuito della data del volo o voucher se i loro viaggi venissero bloccati dalla chiusura delle frontiere. “Continuiamo a rivedere e aggiornare il nostro operativo internazionale in risposta alla situazione in via di sviluppo del Covid-19” ha detto Qantas in una nota. 

LEGGI ANCHE: Australia: le immagini più belle del 2020 (nell’attesa di poterci tornare presto)

Nonostante Qantas si aspetti che i viaggi internazionali ricomincino a partire da luglio 2021, il governo di Canberra ha chiarito che la decisione della compagnia è solamente una scelta “commerciale” e che, per ora, “non ci sono piani per riaprire il paese così presto”. “Le frontiere saranno aperte quando gli arrivi internazionali non rappresenteranno più nessun rischio per gli australiani” ha detto il primo ministro in pectore Michael McCormack. Ad oggi gli unici voli internazionali operati da Qantas sono quelli verso la Nuova Zelanda.

Passaporto digitale per i vaccinati? 

Alan Joyce, a capo di Qantas, ha riaffermato che i viaggiatori internazionali in partenza dovranno probabilmente essere vaccinati contro il Covid-19, dunque fornire una “prova” di aver ricevuto il vaccino per volare con la compagnia di bandiera. Contraria a questa politica Gloria Guevara, amministratore delegato del World Travel & Tourism Council (Wttc). Che spiega: “Sono totalmente in disaccordo con l’approccio di Qantas. Se richiedi la vaccinazione prima del viaggio, questo ci porta alla discriminazione”. 

Vuoi avere DOVE sempre con te, a portata di mano?

Scarica l’app DOVE Digital Edition nell’App Store (per dispositivi Apple) o in Google Play (per dispositivi Android) per sfogliare i numeri di DOVE, le guide, gli speciali e DOVE-Corriere della Sera Travel Issue. Tutta la ricchezza delle edizioni cartacee sempre con te, a portata di mano, sui tuoi device

Leggi anche

L'articolo Voli verso l’Australia: potrebbero ripartire dal 1° luglio (ma solo per passeggeri vaccinati) sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte