You are here

Gaudì e Barcellona: visitare la Sagrada Familia e gli altri capolavori

Gaudì e Barcellona: visitare la Sagrada Familia e gli altri capolavori
MangiaViaggiaAma

Pochi nomi sono legati strettamente ad una città quanto quello di Gaudì a viaggio-low-cost-barcellona-cose-gratis/" rel="noopener noreferrer">Barcellona. L’architetto catalano ha lasciato alla città spagnola alcuni tra i suoi simboli assoluti e ben 7 sue opere sono state dichiarate patrimonio UNESCO, dalle più celebri come la Sagrada Familia alle meno conosciute come Casa Vicens.

Se state programmando un viaggio a Barcellona, queste sono le opere di Gaudì che non dovrete perdervi per nulla al mondo.

Sagrada Familia

La Sagrada Familia

Il capolavoro incompiuto di Gaudì ha bisogno di ben poche presentazioni. Edificio bizzarro, diverso da qualsiasi altra chiesa che potrete mai visitare, la Sagrada Familia è tra le attrazioni più visitate al mondo nonostante sia ancora un cantiere aperto. Quando Gaudì morì all’improvviso nel 1926 lasciò un’opera ben lontana dall’essere conclusa, c’erano solo alcuni disegni – poi andati bruciati durante la guerra qualche anno dopo – ed un’idea vaga su come procedere poiché lo stesso artista prendeva molte decisioni strada facendo. Tra guerre, incertezze sul progetto e mancanza di fondi, ci sono voluti decenni perché i lavori procedessero fino allo stato attuale, quando pare che manchi pochissimo alla parola fine.

Per visitare la Sagrada Familia è consigliato – per non dire indispensabile! – prenotare con largo anticipo i biglietti in modo da avere la sicurezza di riuscire ad accedere, non dimenticate che è un sito visitato da tre milioni di persone l’anno. Ci sono varie tipologie di biglietto che possono includere un’audioguida multilingua, l’accesso a una delle due torri con vista su Barcellona, visita guidata o altro ancora: qui potete confrontare le varie proposte e prenotare il vostro ingresso alla Sagrada Familia.

La Sagrada Familia è aperta tutti i giorni dalle 9 alle 18.00 in inverno, fino alle 20.00 in primavera/estate (controllate sempre il sito ufficiale per eventuali variazioni). Ricordate che si tratta di una chiesa perciò dovrete avere un abbigliamento consono. Se scegliete un biglietto che include l’accesso alle torri potrete comunque salire solamente su una, dovrete quindi decidere quale visitare tra Torre della Passione e Torre della Natività. Si sale in ascensore e si scende poi a piedi attraverso una scala a chiocciola.

Casa Batlló

Casa Batlló e Casa Milà

A poca distanza l’una dall’altra lungo Passeig de Gracia, Casa Batlló e Casa Milà sono due capolavori in cui Gaudì è riuscito a fondere architettura e scultura. Pietra, vetri, maioliche e ferro battuto sono tra gli elementi predominanti utilizzati per ricreare vari simboli: a casa Batlló ad esempio il tetto rappresenta il dorso di un drago mentre le maioliche blu del cortile interno si ispirano all’Oceano. Casa Milà o “la Pedrera”, invece, è celebre soprattutto per la splendida terrazza sul tetto da cui si gode di una bella vista sulla città che arriva fino alla Sagrada Familia.

Se proprio tra le due dovete sceglierne solo una, il mio consiglio va a Casa Batlló, ma la verità è che se avete tempo (e denaro) sufficiente vale la pena visitarle entrambe. Anche in questo caso è opportuno prenotare online selezionando giorno e orario di visita per non rischiare di perdere un’intera giornata in coda. 

Casa Batlló è aperta tutti i giorni dalle 9.00 alle 21.00 ed il biglietto d’ingresso comprende sempre un’audioguida con realtà aumentata. Il costo online parte dai 25€ mentre in biglietteria il prezzo è leggermente maggiorato; per 39€ invece potreste decidere di essere tra i 10 fortunati visitatori che accedono a Casa Batlló alle 8.30, prima dell’apertura ufficiale al pubblico.

Casa Milà è aperta dalle 9.00 alle 20.30 da marzo a inizio novembre, fino alle 18.30 negli altri mesi, ma anche in questo caso si può accedere in alcune giornate prima dell’apertura al resto del pubblico. Oltre al biglietto diurno offre anche la possibilità di visita notturna con spettacolo di luci nella terrazza sul tetto.

Da pochissimo è attivo anche il nuovo pass Go Barcelona, in versione all inclusive (che include tutto ciò che volete e riuscite a visitare in 2, 3 o 5 giorni) o in versione Explorer (dove potrete selezionare un numero di attrazioni a scelta e visitarle in quanto tempo volete). Vi avevo parlato dell’Explorer Pass per la città di New York e anche a Barcellona può farvi risparmiare molto, inoltre include sia casa Battló che Casa Milà.

Parc Guell

L’ultima, ma non per importanza, grande opera di Gaudì da scoprire a Barcellona è Parc Guell. Progettato inizialmente per ospitare un’area residenziale di prestigio, rimase incompiuto ed oggi è uno dei parchi più famosi al mondo. Gran parte del parco è gratuita, ma la zona monumentale in cui si concentrano le opere di Gaudì da qualche anno è invece a pagamento

L’area monumentale di Parc Guell è aperta tutti i giorni, gli orari variano in base alla stagione perciò è bene controllare il sito ufficiale. I costi dei biglietti partono dai 10€ a persona.

Parc Guell

Gaudì e Barcellona: visitare la Sagrada Familia e gli altri capolavori
MangiaViaggiaAma

Leggi alla Fonte