You are here

Prendereste lo “Sky Cruise”? Ecco l’hotel volante a fusione nucleare (che può restare in cielo per anni)

Fareste una crociera nel cielo in un hotel volante a propulsione nucleare? Con il suo incredibile concetto di “Sky Cruise”, Hashem Al-Ghaili ha proposto un modo completamente nuovo di viaggiare.

Lui è un biotecnologo molecolare, divulgatore scientifico e produttore di video yemenita. Che sui social ha un certo seguito – oltre 33 milioni di follower su Facebook e un canale YouTube da milioni di visualizzazioni.

Ebbene, recentemente ha diffuso il video della sua ultima visione, quell’immenso albergo volante chiamato, appunto, “Sky Cruise” – alimentato da 20 motori a fusione nucleare pensato per non aver mai bisogno di tornare sulla Terra, nemmeno in caso di guasto. Non chiamatelo “Titanic del Cielo” – come si legge su diversi siti di news – non porterebbe bene. 

GUARDA ANCHE: L’Airlander 10 è pronto a decollare: ecco il lussuoso (ed ecologico) dirigibile che collegherà le città

Il video concettuale di Al-Ghaili mostra un enorme aereo ispirato a un disegno che l’art director Tony Holmsten fece più di dieci anni fa. “Sky Cruise”, che può contenere fino a 5000 persone e trascorrere anni in aria grazie all’uso della fusione nucleare, è dotato di tutti i comfort degli hotel di lusso. Ci sono, infatti, ristoranti, bar, piscina, centro commerciale, teatri, discoteche, un ospedale. 

Ecco il video dello “Sky Cruise:

Una nuova esperienza di volo. Ispirata al Castello nel Cielo dello Studio Ghibli 

“Credo che l’attuale esperienza di volo sia diventata noiosa e sia superata”, spiega Al-Ghaili. “È giunto il momento di introdurre innovazioni che rendano le nostre esperienze di volo più confortevoli”. Aggiunge: “Sono sempre stato un fan dello Studio Ghibli (una delle più importanti case di produzione cinematografiche di film di animazione, ndr). E il Castello nel Cielo è uno dei miei film preferiti, in cui si vedono enormi navi volanti con persone che vivono all’interno”.

GUARDA ANCHE: In futuro gli aerei voleranno a idrogeno: ecco i progetti di Airbus

“Sky Cruise”: chi lo pilota? 

Sky Cruise” dispone (o meglio, disporrebbe) di numerosi ponti di osservazione per ammirare il panorama del cielo o per osservare l’aurora boreale “come mai prima d’ora”.

Gli ospiti e i rifornimenti verrebbero trasportati a bordo dagli aeroporti di tutto il mondo, poiché sullo “Sky Cruise” “c’è spazio per l’atterraggio di jet commerciali e privati”.

Gli interni? Un mondo di lusso. Ma c’è di più: non avrà bisogno di persone per pilotarlo, perché utilizzerebbe un sistema di intelligenza artificiale in grado di guidare il velivolo in completa autonomia. Niente dettagli – ovviamente – su possibili costi di produzione (che sarebbero altissimi). Ciononostante, nel filmato si parla in maniera entusiasta di questo visionario aereo-barra-hotel.

GUARDA ANCHE: Gli aerei del futuro saranno così: un premio per i progetti più originali

Al-Ghaili, “Non dovremmo mai smettere di sognare”

Al-Ghaili è fiducioso che siamo sulla soglia di una tecnologia che potrebbe trasformare questo sogno in realtà.

“Credo che lo Sky Cruise potrebbe un giorno vagare per i nostri cieli”, ha scritto su Facebook. “Piccoli reattori nucleari in grado di alimentare gli aeroplani dovrebbero essere pronti entro il 2030. Con poche modifiche al progetto, la fusione nucleare e un’aerodinamica adeguata, lo Sky Cruise potrebbe un giorno decollare e trasportare migliaia di passeggeri sopra le nuvole”.

In rete le reazioni sono contrastanti. Ma Al-Ghaili risponde: “A prescindere dalla sua fattibilità, noi esseri umani non dovremmo mai smettere di sognare”.

Dove Viaggi ©RIPRODUZIONE RISERVATA

L'articolo Prendereste lo “Sky Cruise”? Ecco l’hotel volante a fusione nucleare (che può restare in cielo per anni) sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi