You are here

Ai confini della Terra: la splendida foto del nostro pianeta catturata dalla Stazione spaziale

Tra missioni e esperimenti scientifici a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS), il 43enne astronauta francese dell’Esa, Thomas Pesquet, si diletta a scattare foto dalla navicella. Uno dei suoi ultimi scatti realizzati con la sua Nikon D5 dalla Cupola della ISS, pubblicato sul suo profilo Twitter e diventato subito molto popolare, mostra una prospettiva decisamente insolita, quasi surreale, del nostro pianeta. 

Le fasce colorate nella foto: ecco cosa sono

“Una foto notturna dalla Cupola: a volte le luci delle stelle combattono con quelle delle città per chi è la più luminosa e la più bella”, scrive Pesquet, membro della Expedition 65 della NASA, lanciata verso la ISS lo scorso aprile. In un secondo tweet aggiunge: “Le luci delle stelle nel cielo e quelle delle città sulla Terra: se si tratta di un concorso di bellezza e luminosità, sarete voi i giudici!”. La banda arancione intorno alla Terra, spiega l’astronomo Juan Carlos Munoz, è l’emissione di atomi di sodio, circa 90 chilometri sopra la superficie terrestre. Aguzzando la vista si nota anche una piccola fascia colorata di verde, causata dallo stato di eccitazione degli atomi di ossigeno.

GUARDA ANCHE: Terra o Marte? La straordinaria immagine dallo spazio dell’astronauta sulla ISS

La difficile professione del fotografo in orbita

Scattare una foto dalla ISS non è un compito facile, racconta l’astronauta. “Devi stare estremamente fermo con la macchina fotografica in mano, anche perché la Stazione Spaziale si muove così velocemente che ci sarà comunque del movimento”. La ISS viaggia infatti a oltre 27.300 km all’ora e completa un’orbita sopra la Terra ogni 90 minuti circa. 

GUARDA ANCHE: L’aurora boreale vista dallo spazio: uno spettacolo

Leggi anche

Dove Viaggi ©RIPRODUZIONE RISERVATA

L'articolo Ai confini della Terra: la splendida foto del nostro pianeta catturata dalla Stazione spaziale sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

Terra o Marte? La straordinaria immagine dallo spazio dell’astronauta sulla ISS

L’astronauta dell’ESA Thomas Pesquet si trova a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) dopo essere stato lanciato nello spazio a inizio maggio su una navicella spaziale ad alta tecnologia Crew Dragon. Il francese, classe 1978, cintura nera di judo, appassionato di basket, jogging, nuoto e paracadutismo, ha condiviso con i suoi oltre 1,1 milioni di follower uno scatto molto suggestivo. A prima vista sembra un altro pianeta. E per certi versi ricorda un po’ la superficie marziana. 

GUARDA ANCHE: Pianeti del sistema solare: quanti e quali sono? Viaggio alla scoperta del “vicinato” della Terra

Una vista “marziana”

In realtà, quello nella foto – scattata a oltre 400 km di distanza – è il cosiddetto “Occhio del Sahara”, in Africa occidentale. Chiamata anche “Struttura di Richat”, si trova in Mauritania e misura circa quaranta chilometri di diametro. È da sempre una delle formazioni geologiche più ammirate dagli astronauti della Stazione Spaziale Internazionale, sebbene qui sulla Terra non se ne conosce ancora l’origine. 

Una cupola vulcanica

“Ho pensato di essere in orbita attorno a Marte quando ho visto questo panorama” ha scritto Pesquet. Secondo le più recenti ricerche, potrebbe trattarsi di una cupola vulcanica gigantesca, risalente al periodo Cretaceo, ossia a oltre 100 milioni di anni fa, che sarebbe crollata su se stessa nel corso dell’erosione, durata diversi milioni di anni.

GUARDA ANCHE: Deserto Rosso: le spettacolari foto di Marte, dove è in missione il rover della Nasa Perseverance

Leggi anche

Dove Viaggi ©RIPRODUZIONE RISERVATA

L'articolo Terra o Marte? La straordinaria immagine dallo spazio dell’astronauta sulla ISS sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi