You are here

Thailandia, riapre dopo 3 anni una delle spiagge più belle del mondo: ecco Maya Bay oggi

Dopo tre anni, la Thailandia ha riaperto Maya Bay, sull’isola di Ko Phi Phi Leh, la spiaggia resa famosa dal film del 2000 con Leonardo DiCaprio. Le autorità avevano deciso di chiuderla perché presa d’assalto dai turisti, non sempre rispettosi del delicato ecosistema.

Ci sono però delle nuove regole da rispettare per chi si vuole recare in questo angolo di paradiso: innanzitutto l’accesso dei visitatori alla spettacolare baia racchiusa da rocce calcaree alte fino a 100 metri è limitato, dalle 10 alle 16, solamente a 300 persone all’ora. Inoltre, gli scafi dei turisti dovranno fermarsi a un molo situato sul retro dell’isola, in modo da non danneggiare i coralli. Al momento è anche vietata la balneazione e tutti gli sport acquatici. 

In un video molto cliccato su Instagram, il blogger di viaggi Jack Morris mostra tutta la bellezza della baia dopo la riapertura ai turisti:  

Dopo tre anni ha riaperto ai turisti una delle spiagge più belle del mondo: ecco com’è oggi Maya Bay

“Maya Bay è tornata in buone condizioni”, aveva spiegato qualche settimana fa il ministro dell’ambiente Varawut Silpa-Archa annunciando la riapertura del sito chiuso dal giugno 2018. In particolare, nelle sue acque sono ricresciuti i coralli, con conseguenze benefiche per la varietà della fauna acquatica.

GUARDA ANCHE: La Thailandia riapre ai turisti: da febbraio niente quarantena all’ingresso, ma test e tassa d’entrata

Maya Bay: un eden tropicale, difficile da raggiungere

Maya Bay, che si trova a un’ora di barca da Phuket nel parco nazionale di Hat Noppharat Thara-Mu Ko Phi Phi, è un posto difficile da raggiungere, ma vale il viaggio. Prima della chiusura a causa dell’overtourism, e successivamente per colpa della pandemia, era una delle maggiori attrazioni turistiche della Thailandia.

Thailandia: dopo tre anni ha riaperto una delle spiagge più belle del mondo

Le regole per il viaggio in Thailandia

Dal primo febbraio, i viaggiatori internazionali dovranno arrivare in Thailandia già muniti di un test PCR negativo, farsi testare nuovamente al momento dell’ingresso e poi effettuare un altro test il quinto giorno. Prima dell’emergenza, nel 2019, la Thailandia aveva registrato quasi 40 milioni di arrivi dall’estero. L’obiettivo per quest’anno è di raggiungere quota 5 milioni.

GUARDA ANCHE: Corridoi turistici Covid-free: le risposte del Governo alle domande frequenti

Dove Viaggi ©RIPRODUZIONE RISERVATA

L'articolo Thailandia, riapre dopo 3 anni una delle spiagge più belle del mondo: ecco Maya Bay oggi sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi