You are here

Swiss Winter Village, con gli sci tra i grattacieli di Milano

Una discesa sugli sci o sullo snowtube, relax tra iglu e chalet, con vista sui…grattacieli di Milano. È l’esperienza divertente e originale che si può fare allo Swiss Winter Village che ha aperto nella centralissima piazza Gae Aulenti in attesa dell’apertura della stagione invernale.

Grazie alla realizzazione di un’installazione di 800 mq, Svizzera Turismo offre la possibilità ai milanesi – tutti i giorni dalle 9 alle 21, fino al 27 novembre – di rimettere gli sci ai piedi o di cimentarsi per la prima volta con una discesa su una pista sintetica e avere un primo assaggio delle prossime vacanze sulla neve.

Sciare in città con i professionisti

In collaborazione con la Giorgio Rocca Ski Academy, fondata dal grande sciatore, diversi maestri sono a disposizione per impartire lezioni a grandi e piccoli (a partire dai 4 anni), che possono così imparare o migliorare la propria tecnica con le dritte dei professionisti. Al mattino le sessioni sono riservate alle scolaresche, mentre al pomeriggio alle Associazioni Sportive Dilettantistiche del Comune di Milano e agli ospiti individuali.

Le lezioni, gratuite e su prenotazione previa registrazione sul sito del Swiss Winter Village, hanno una durata di circa 40 minuti e l’attrezzatura (sci, scarponi e bastoncini) si noleggia, sempre gratuitamente, direttamente a bordo pista.

PH. Svizzera Turismo

I partecipanti ricevono, inoltre la pettorina sponsorizzata da Swiss Miniatur che, oltre ad essere un piacevole ricordo, vale anche come biglietto di ingresso gratuito a questo storico parco della Svizzera in miniatura, situato a Melide sulle rive del Lago di Lugano.

Swiss Winter Village, un’anteprima della stagione invernale in Svizzera

Lo Swiss Winter Village è un’occasione insolita e piacevole anche per chi non vuole sciare ma solo prendersi una pausa dal sapore alpino, dove rilassarsi a bordo pista su comode sedie a sdraio, sorseggiare una calda tisana Ricola come in un autentico apres ski e scoprire le novità della prossima stagione invernale in Svizzera passeggiando tra chalet e iglu.

PH. Svizzera Turismo

Tra i protagonisti – partner dell’iniziativa – ci sono rinomate località sciistiche come St. Moritz, da 150 anni sinonimo di sport e lifestyle, il comprensorio di Andermatt Disentis Sedrun, particolarmente adatto alle famiglie e la Regione di Berna con le sue leggendarie vette, raggiungibili con impianti di risalita e cremagliere.

Oltre alle destinazioni di montagna, l’inverno è una stagione affascinante per visitare le città, facilmente raggiungibili in treno da Milano e avvolte dall’atmosfera festosa dei mercatini natalizi e da cui partire per escursioni sui treni panoramici immersi nel paesaggio innevato.

Svizzera, vacanze invernali sostenibili

Filo conduttore di tutte le proposte è la mobilità sostenibile all’insegna di vacanze green. Grazie all’accordo tra Ferrovie Federali Svizzere e Trenitalia è, infatti, possibile usufruire dello sconto PROMOSVIZZERA per raggiungere per le principali città svizzere in treno Eurocity durante l’Avvento (dal 20 novembre al 20 dicembre 2022).

Per tutta la stagione invernale, invece, chi viaggia in treno dall’Italia, può beneficiare dell’offerta ride&slide che dà diritto a sconti su skipass e sul noleggio attrezzatura in alcuni comprensori selezionati.

 

Dove Viaggi ©RIPRODUZIONE RISERVATA

L'articolo Swiss Winter Village, con gli sci tra i grattacieli di Milano sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

Africans 2023, l’evento charity di Amani per guardare l’Africa con occhi nuovi

Per guardare all’Africa con occhi nuovi ci sono molti modi. Uno dei questi è lo sguardo del fotografo di viaggio e documentarista Mauro De Bettio con i suoi 12 scatti regalati per la 26esima edizione del calendario Amani. Una pubblicazione accompagnata dai testi del giornalista Pietro Veronese, portavoce della onlus e a lungo inviato in Africa per Repubblica, che mette subito le cose in chiaro: “Un certo modo di guardare all’Africa dev’essere abbandonato, presto e per sempre. Non è più accettabile, può essere accolto da chi ne è l’oggetto soltanto con irritazione, con derisione. Siamo avvisati“.

Africans 2023
Ai Frigoriferi Milanesi, il 12 novembre sarà una serata benefica a sostegno di Casa Anita, un progetto di Amani, onlus impegnata in Africa da 25 anni.

Il calendario Africans 2023 sarà presentato sabato 12 novembre a Milano durante l’omonima serata organizzata in partnership con Africa, la rivista del continente vero, diretta da Marco Trovato, nella sala Binario di Frigoriferi Milanesi, in via G.B. Pergolesi.

Disponibile in versione da parete o da tavolo (personalizzabile per le aziende) l’agenda con le foto di De Bettio è prodotta da Amani, l’associazione italiana no profit impegnata nel Continente Nero da 25 anni e fondatrice della Casa di Anita, un luogo dove le bambine più vulnerabili di Nairobi, in Kenya, hanno trovato assistenza a 360 gradi, dall’alloggio al cibo, alle cure medica e anche all’educazione. Una casa protetta dove a chi non ha nulla viene offerta una opportunità. Acquistando il calendario si sostengono i progetti dell’associazione.

Alla serata si unisce anche un altro progetto su misura per Amani onlus, ovvero della quinta edizione del vino sostenibile e solidale delle Donne della Vite che quest’anno presenta DiVento DOLCEVITA, uno spumante dolce aromatico Oltrepò Pavese Doc, la cui vendita è finalizzata alla raccolta di fondi a favore della Casa di Anita di Nairobi.

La partecipazione all’evento è gratuita previa iscrizione scrivendo a segreteria@amaniforafrica.it oppure chiamando il numero 02.48951149.

Leggi anche: Africa 2022: il cambiamento climatico raccontato dal fotografo Peter Caton per Amani

Dove Viaggi ©RIPRODUZIONE RISERVATA

L'articolo Africans 2023, l’evento charity di Amani per guardare l’Africa con occhi nuovi sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

Torna La Milanesiana: dal 4 giugno al 4 agosto, 60 incontri in 20 città

È “Omissioni” il tema dell’edizione 2022 della Milanesiana, il grande festival itinerante ideato e diretto, 23 anni fa, da Elisabetta Sgarbi in cui arte, letteratura, cinema, teatro, musica, arte, scienze, diritto e sport s’incontrano e dialogano attraverso i loro più importanti esponenti internazionali. La rassegna, organizzata da Imarts International Music and Arts e Fondazione Elisabetta Sgarbi, con il Patrocinio del Comune di Milano e di Regione Lombardia, prende il via il 4 giugno e andrà avanti fino al 4 agosto, toccando 20 città diverse che ospiteranno in tutto sessanta eventi. 

«Sarà una Milanesiana che viaggia in venti città, ma con un maggiore radicamento a Milano, rispetto a quanto accaduto negli ultimi due anni a causa dell’emergenza Covid-19», ha spiegato la direttrice artistica Elisabetta Sgarbi. Tanti gli spazi, pubblici e privati, che saranno coinvolti a Milano città, fa sapere il sindaco Beppe Sala: «Dal Teatro Strehler al Cinema Anteo, dalla Centrale dell’Acqua al Cinema Mexico», mentre fuori Milano sono previsti eventi a Sondrio, Bergamo, Seregno, Pavia, Bormio, Livigno e Gardone Riviera, in Lombardia, e poi Torino, Firenze, Venezia, Ascoli Piceno, Faenza, Imola, Dozza, Bagno di Romagna, Cervia e Gatteo A Mare, Alessandria, Bassano del Grappa.

«La Milanesiana si radica, abita in sempre più numerosi luoghi. Parla sempre più numerosi linguaggi», ha dichiarato Piergaetano Marchetti, presidente della Fondazione Corriere della Sera e di Bookcity, che cura la sezione del festival dedicata a Diritto e Doveri, e che dialogherà con Edith Bruck consegnandole il Premio Rosa d’Oro della Milanesiana. 

Ma sono tantissimi gli ospiti attesi nelle varie sezioni: il Premio Nobel per la Letteratura 2021 Abdulrazak Gurnah, che il 13 giugno dialogherà con Paolo Giordano al Piccolo Teatro Strehler di Milano e al quale verrà consegnato il Sigillo della città;  Paolo Fresu e il suo jazz; Vinicio Capossela che terrà un concerto a Seregno, dopo la proiezione di “Indebito” (2012, 87’) di Andrea Segre, solo per citarne alcuni.

Tutti protagonisti di appuntamenti  legati da un tema che «ha una gamma vastissima di declinazioni: morali, politiche, giuridiche, estetiche», spiega Sgarbi. Le Omissioni, precisa, sono «quello che avremmo dovuto e potuto fare e non abbiamo fatto, che avremmo potuto e dovuto dire e non abbiamo detto. Non esiste letteratura senza Omissioni, come insegnava Eco». 

Simboleggiata fin dall’inizio dalla Rosa dipinta da Franco Battiato, quest’anno La Milanesiana avrà inevitabilmente il pensiero alla guerra in corso in Ucraina: «Non abbiamo potuto e voluto sottrarci al rumore della storia, e questa guerra, come anche altre guerre, entrerà in questa Milanesiana», ha dichiarato Elisabetta Sgarbi segnalando la presenza, tra i vari artisti internazionali della scrittrice russa, Ludmila Ulitskaya: «Dialogherà con scrittrici di altre latitudini culturali, come è giusto e normale che sia. Lei vuole la Pace, che in questo momento vuol dire almeno questo: sapere che c’è un aggressore e un aggredito», conclude la direttrice.

Tutti gli appuntamenti saranno in streaming su Corriere.it e sul canale La Milanesiana

Il programma completo e gli aggiornamenti su www.lamilanesiana.eu

Dove Viaggi ©RIPRODUZIONE RISERVATA

L'articolo Torna La Milanesiana: dal 4 giugno al 4 agosto, 60 incontri in 20 città sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

Festival In&Aut, debutta a Milano il primo evento dedicato all’inclusione sociale e lavorativa

Inclusione, è la parola chiave del nostro tempo. A Milano, dal 13 al 15 maggio, alla Fabbrica del Vapore si tiene In&Aut, il primo festival, ideato da Fondazione InOltre, per promuovere l’inclusione sociale e lavorativa delle persone affette da disturbi dello spettro autistico.

Saranno tre giorni di dibattito scientifico e di confronto con il mondo della politica e delle istituzioni, sia nazionali sia locali, che si occupano di salute, lavoro e disabilità.

Tra i neuropsichiatri ed esperti che hanno aderito all’iniziativa, segnaliamo Maurizio Arduino, Luigi Mazzone, Roberto Keller, Maria Luisa Scattoni. Un ricco programma di incontri, presentazioni di libri e documentari, laboratori e spettacoli, talk e tavole rotonde per raccontare la ricchezza della diversità.

Ad inaugurare la rassegna, la presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati.

Festival In&Aut
La locandina della rassegna milanese dedicata all’inclusione a 360 gradi.

Molti i volti noti attesi, come Paolo Ruffini, Elio, Vinicio Marchioni, Valeria Solarino, Eleonora Daniele, Giulia Bevilacqua e Francesco Mandelli, che si alterneranno sul palco per contribuire a costruire un futuro diverso e una società più consapevole.

Festival In&Aut, un programma ricco di incontri, dibattiti e spettacoli

In particolare, con alcune figure istituzionali come il Senatore Eugenio Comincini, verranno approfonditi anche i motivi del perché l’Italia è ancora agli ultimi posti in Europa per fondi investiti sulla disabilità e su come richiamare l’attenzione su questi temi, per dare risposte e sostegno ai protagonisti e alle loro famiglie.

All’evento, con il patrocinio del Comune di Milano e la presenza di  alcune tra le fondazioni più impegnate su questi temi, dalla Don Gnocchi alla Bracco, parteciperanno anche aziende che oggi in Italia sono esempi virtuosi di inclusione sociale come PizzAut, il Tortellante, Equo Food e la Banda Rulli Frulli che racconteranno al pubblico le loro storie virtuose e i risultati raggiunti.

Per info e biglietti: ineautfestival.it

Leggi anche: Turismo 2022. Da Roberto Bolle a Bebe Vio: ecco gli ambasciatori dell’Italia nel mondo

Dove Viaggi ©RIPRODUZIONE RISERVATA

L'articolo Festival In&Aut, debutta a Milano il primo evento dedicato all’inclusione sociale e lavorativa sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

Social Walking, torna il festival dedicato alla scoperta del viaggio lento a piedi

Il viaggio è, e sarà, sempre di più responsabile. E cosa c’è di più sostenibile del camminare? Ecco allora un appuntamento per camminatori (e non) che torna per la sesta volta, dopo una pausa di due anni, per approfondire tutto il bello della scoperta a passo lento.

È Camminare, il Festival del Social Walking, un’iniziativa organizzata da ViaggieMiraggi, tour operator specializzato nei cammini, che si terrà al Parco Nord di Milano, il 14 e il 15 maggio. Attraverso talk, laboratori, espositori e una mostra, sarà possibile dialogare con autori, camminatori, influencer, scrittori e associazioni che si dedicano al movimento lento e conoscere nuove idee e proposte di viaggi. Altreconomia e Radio Popolare sono Media Partners dell’evento.

Quella di quest’anno è un’edizione particolare, dedicata al tema del cambiamento, da quello personale a quello ambientale dove il camminare ne diventa un’azione simbolica. Viaggiando a “passo gentile”, secondo gli organizzatori, e nel rispetto dei territori, si può “produrre un impatto positivo sul tessuto culturale ed economico”.

Un modo di pensare e agire che sarà anche il filo rosso dei talk e delle presentazioni di questi due giorni nel verde milanese. Ospiti e autori racconteranno la loro esperienza del camminare, una relazione lenta con il territorio, con le persone che lo abitano, con i compagni di viaggio e con se stessi, creando opportunità per lo sviluppo socio-culturale e della propria evoluzione personale.

Social Walking
Camminare come modo di viaggiare e conoscere ma anche come stile di vita. Di questo si parlerà durante il festival al Parco Nord. Foto Istock.

Molto atteso l’incontro con lo scrittore Paolo Cognetti per cui il camminare, da sempre, è un atto di rivoluzione e di cambiamento.

Ma ci sono anche: Marika Ciaccia, guida ambientale e blogger MyLifeinTrek; Pietro Scidurlo, fondatore di Free Wheels Onlus; Ilaria Canali, responsabile della Rete Nazionale Donne in Cammino e founder del progetto Ragazze in Gamba; Fabrizio Teodori, responsabile dei Cammini di ViaggieMiraggi; Albano Marcarini, urbanista, cartografo, viaggiatore a piedi e in bicicletta, autore di guide di viaggio; Irene Borgna, antropologa, divulgatrice ambientale e guida naturalistica; Franco Borgogno, giornalista, scrittore, educatore scientifico ambientale, guida escursionista ambientale sulle Alpi piemontesi, fotografo, viaggiatore e presidente di Ocean Literacy Italia; Alberto Pauletto di Forest For All Forever Italia; Marianna Usuelli, giornalista.

Curiosa e interessante la presentazione del CAI sulla “montagna terapia”, presentata da Marco Battain, Presidente della Sezione di Torino (sezione storica del CAI) e membro della Commissione Centrale Medica, e Ornella Giordana membro della Commissione Centrale Escursionismo.

Presenti anche gli insegnanti della Scuola Internazionale di Shiatsu Italia e della Scuola Zen di Shiatsu che insegneranno le tecniche base di auto-shiatsu e do-in immersi tra le frasche del bosco cittadino. Tra le varie attività ci sarà, ovviamente, anche una passeggiata escursionistica nel parco a cura di ViaggieMiraggi, a cui poter partecipare previa prenotazione entro giovedì 12 maggio scrivendo alla mail: socialwalking@viaggiemiraggi.org.

Per info: festivalsocialwalking.it

Leggi anche: Atlante dei cammini toscani: 7 itinerari per scoprire la regione a passo lento

 

 

 

 

 

Dove Viaggi ©RIPRODUZIONE RISERVATA

L'articolo Social Walking, torna il festival dedicato alla scoperta del viaggio lento a piedi sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

Oltre 70 attrazioni e giochi, tutti da provare: a Milano ha aperto il Museo delle Illusioni

Il Museo delle Illusioni: uno spazio dove imparare divertendosi 

Il format del Museo delle Illusioni, già presente in oltre 30 città del mondo – ideato nel 2015 da Rodo Zivkovic a Zagabria – arriva per la prima volta in Italia: da qualche giorno ha infatti aperto una sede a Milano, in via Settembrini 11, a pochi passi dalla Stazione Centrale. Attraverso illusioni visive, giochi e rompicapi coinvolge e mette alla prova il visitatore, grande o piccolo che sia. Comprende più di 70 attrazioni che invitano a giocare con la scienza, la psicologia, la biologia, la matematica e la fisica. Un percorso che ha come obiettivo quello di sconvolgere e far divertire. 

Museo delle illusioni
La stanza dell’infinito tutta tappezzata di specchi. (ph: Museo delle Illusioni)

Le stanze giocano con l’inganno dei sensi

Le installazioni rappresentano “un brillante e divertente promemoria del fatto che le nostre convinzioni sul mondo percepito spesso non sono altro che uno spettro di illusioni”. C’è la stanza di Ames, una camera dalla forma distorta in modo tale da creare un’illusione ottica di alterazione della prospettiva; una Playroom con intriganti giochi e rompicapo; un tavolo dei cloni che riproduce cinque volte l’immagine del soggetto seduto attorno a una tavola rotonda; l’illusione della Sedia di Beuchet dove le persone appaiono grandi la metà rispetto alle loro reali dimensioni. Insomma, modi creativi per confondere la mente e divertirsi con la fantasia. 

GUARDA ANCHE: 10 nuovissime mostre da visitare in Italia quest’estate

Il Museo delle Illusioni (qui il sito) è aperto dal lunedì alla domenica, dalle 10 alle 20. Il prezzo dei biglietti è di 18 euro; per i bambini tra i 5 e 15 anni è di 12 euro. I bambini con meno di 5 anni non pagano.

Leggi anche

Dove Viaggi ©RIPRODUZIONE RISERVATA

L'articolo Oltre 70 attrazioni e giochi, tutti da provare: a Milano ha aperto il Museo delle Illusioni sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

Milano da vedere: alla Fondazione Prada debutta il cinema all’aperto in una location splendida

Torna il cinema nella corte della Fondazione Prada di Milano. Stavolta con una novità: per la prima volta verranno aperte integralmente le pareti mobili dell’edificio Cinema. Dal 2 luglio fino al 25 settembre (per tre sere a settimana, dal giovedì al sabato, alle ore 21.45) a Largo Isarco 2 le pareti mobili, infatti, verranno fatte slittare aprendo completamente la sala all’esterno per dare vita ad una inedita “situazione ibrida” di cinema en plein air. “Viene creata così una sala di proiezione caratterizzata dall’osmosi visiva tra lo spazio interno, i cortili e le altre strutture del complesso architettonico concepito da Rem Koolhaas” scrive Fondazione Prada in un comunicato. Il programma è curato da Luigi Alberto Cippini e porta il titolo Multiple Canvases.

Guarda anche: Voglia d’estate, Milano è pronta: concerti dal vivo, festival all’aperto e nuove mostre

Con Soggettiva, una delle sezioni che compone la sua programmazione abituale, “singole personalità del mondo dell’arte e della cultura sono state invitate a condividere con il pubblico i film che hanno marcato la loro formazione personale e intellettuale”. La rassegna prevede pellicole selezionate dagli artisti Simon Fujiwara, Peter Fischli, Goshka Macuga e Betye Saar, che contribuiscono con i loro progetti all’attività espositiva in corso nelle sedi di Milano e Venezia. 

La suggestiva sala cinema con le poltrone in velluto giallo. (ph: Fondazione Prada)

I film selezionati da personaggi d’eccezione

Il cartellone: Orphée noir (1959) di Marcel Camus (selezionato da Betye Saar); Bara No Soretsu – Funeral Parade of Roses (1969) di Toshio Matsumoto e Nippon Sengoshi – Madamu Onboro No Seikatsu – History of Postwar Japan as Told by a Bar Hostess (1970) di Shohei Imamura (selezionati da Simon Fujiwara); Nostalgia de la luz (2016) di Patricio Guzmán e Sayat Nova / Nran Guyne – Il colore del melograno (1966) di Sergej Paradžanov (selezionati da Goshka Macuga).

Info biglietti e programmazione: 

Fondazione Prada

Largo Isarco 2, Milano; 6 euro; prenotazione consigliata; fondazioneprada.org

Leggi anche

Dove Viaggi ©RIPRODUZIONE RISERVATA

L'articolo Milano da vedere: alla Fondazione Prada debutta il cinema all’aperto in una location splendida sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

Milano, che sorpresa! Una metropoli per tutti i gusti

La Milano che non ti aspetti. Quella che va oltre il Duomo, declinandosi a misura di famiglia, amici e coppie di innamorati. Per una camminata all’aperto, si può per esempio cominciare con il centralissimo parco Sempione: ideale sia per una passeggiata tra innamorati, sia per una giornata in famiglia. Puntata d’obbligo per unire il romanticismo [...]→ Leggi alla Fonte

Milano, una notte gratis in hotel se ne prenoti altre due

Una notte gratis se si prenotano due notti in hotel a Milano. Si chiama Fly to Milano la nuova iniziativa del capoluogo lombardo per riconquistare i turisti. Fino al 31 gennaio, i passeggeri che atterrano a Malpensa o Linate possono infatti usufruire della promozione alla quale partecipano una sessantina di strutture, dagli hotel 5 stelle agli ostelli (scopri in fondo all’articolo le strutture che aderiscono)

Fly to Milano è promossa da Milano&Partners, l’agenzia di promozione ufficiale della città, con la collaborazione di Sea, il gruppo che gestisce il sistema aeroportuale milanese, e Palazzo Marino.

Una notte gratis per rilanciare il turismo

Lo scopo è soprattutto quello di attirare i turisti in un periodo di grande atmosfera come Sant’Ambrogio, Natale e Capodanno, invogliarli allo shopping, alle visite al museo, alle mostre, ma non solo. Dopo anni di boom (circa 11 milioni di presenze solo nel 2019), il lockdown e la crisi causata dalla pandemia ha fatto crollare il turismo. Le prime stime per quest’anno parlano di 4 milioni di visitatori in meno.

LEGGI ANCHE: Cosa fare nel weekend a Milano a ottobre: mostre, festival, nuovi ristoranti

“Non abbiamo esitato a partecipare” ha detto Mauro Polmonari, direttore del quattro stelle Rosa Grand Milano – Starhotels Collezione, all’inglese Telegraph (che titola “Milan is back in business“). “Stiamo già notando un aumento delle prenotazioni, che ci fa ben sperare per il futuro”. A causa delle disposizioni in materia di assembramenti e distanziamento sociale, anche il numero dei partecipanti alle visite guidate nei musei è stato dimezzato – fattore che però rende “l’esperienza molto più suggestiva”, secondo Emanuela Daffra, direttrice del Polo Museale della Lombardia.

Della stessa opinione anche James Bradburne, direttore della Pinacoteca di Brera: “Più a lungo si rimane, più si va oltre il checklist tourism, il turismo con la lista delle caselle da spuntare, e si comincia a vivere la città come i suoi abitanti”. Bradburne ha ricordato che la Pinacoteca è stata chiusa per il Covid dal 23 febbraio al 9 giugno, con i ricavi ridotti quasi a zero. 

Dal 6 ottobre la Pinacoteca di Brera ha ricominciato ad accogliere gruppi di studenti e gruppi organizzati in museo. (ph: iStock)

“Questa pausa forzata ci ha dato la possibilità di immaginare un turismo diverso, più lento, più attento” racconta invece l’assessore comunale al Turismo Roberta Guaineri. Che sottolinea: “Vogliamo richiamare turisti da lontano, offrendo loro un’opportunità unica per visitare Milano – un giorno in più, per godere con calma della sua ricca offerta”.

Tttui gli hotel e le strutture che aderiscono all’iniziativa

Tutti gli hotel milanesi hanno adottato i protocolli di sicurezza e sanificazione anti contagio stilato dalle associazioni di categoria insieme al Comitato tecnico scientifico. Sul sito yesmilano.it si può consultare la lista degli hotel aderenti – suddivisi per categoria – e conoscere le modalità di prenotazione. 

LEGGI ANCHE: Le mostre da non perdere in autunno in Italia

Vuoi avere DOVE sempre con te, a portata di mano?

Scarica l’app DOVE Digital Edition nell’App Store (per dispositivi Apple) o in Google Play (per dispositivi Android) per sfogliare i numeri di DOVE, le guide, gli speciali e DOVE-Corriere della Sera Travel Issue. Tutta la ricchezza delle edizioni cartacee sempre con te, a portata di mano, sui tuoi device

L'articolo Milano, una notte gratis in hotel se ne prenoti altre due sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

Candiani, Msc: entusiasti di tornare a incontrare live le adv qui al Tod

“Complimenti a Travel Quotidiano per essere stati i primi in Italia a ripartire con gli eventi live in terraferma. Noi avevamo già organizzato dei piccoli incontri con le agenzie a bordo delle nostre navi, ma era tempo di tornare a farlo in spazi raggiungibili anche a chi non si trova in mare”. Così il direttore [...]→ Leggi alla Fonte

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi