You are here

Natale e Capodanno a Rimini: dai presepi di sabbia al Fellini Museum, dove vivere la magia delle feste

Un grande albero di Natale in piazza Cavour. Le luci che ondeggiano nella nebbiolina che sale dall’Adriatico. Le spiagge che ospitano la tradizione dei presepi di sabbia… È un po’ un sogno e un po’ una festa il Natale a Rimini che, nelle settimane a cavallo tra anno vecchio e anno nuovo, regala agli abitanti e ai visitatori un’atmosfera magica e piena di allegria. 

Per chi preferisce trascorrere le feste in un clima più temperato, Natale e Capodanno a Rimini diventano anche una splendida occasione per scoprire l’arte, la storia e le tradizioni della città di Fellini. Senza mai privarsi del divertimento e del benessere che da sempre fanno parte del DNA della città simbolo della Romagna. 

Così, tra mercatini, presepi, ed eventi per adulti e bambini – con una programmazione in continuo aggiornamento sul sito visitrimini.com – è possibile regalarsi dei momenti di sport in spiaggia, un pomeriggio sulla pista di pattinaggio e perfino la libertà di lavorare in riva al mare grazie alle workstation allestite lungo la costa. 

I Presepi di sabbia di Rimini richiamano artisti da tutto il mondo – Getty Images

L’arte di oggi e di ieri, tra presepi di sabbia e musei

La tradizione dei Presepi di Sabbia è una delle più conosciute e amate da chi sceglie di trascorrere le festività a Rimini: queste opere d’arte, realizzate da artisti di fama internazionale specializzati nelle sculture di sabbia, infatti, si ispirano sempre a un argomento d’attualità, che cambia ogni Natale. 

Quest’anno i Presepi di Sabbia si possono ammirare all’interno del Villaggio del Presepe, sulla spiaggia libera di piazzale Boscovich a Marina Centro (ingresso su prenotazione fino al 6 gennaio), oppure sulla spiaggia di Torre Pedrera, al Bagno 65, dove la tradizionale Natività è visitabile al coperto, accanto a un mercatino di Natale nel quale, durante le feste, vengono organizzate tombole e animazioni per i bambini. Da sabato 18 dicembre, invece, la Natività naviga sull’acqua, nella Darsena, dove è possibile ammirare il presepe galleggiante allestito sulle barche storiche delle Vele al Terzo di Rimini.

Per chi dà importanza anche alla colonna sonora delle festività, al Teatro Galli e al Tempio Malatestiano gli appuntamenti con la musica classica e d’autore, magari accompagnati dai brunch e dagli aperitivi nel Ridotto del teatro, fanno parte della tradizione.

Mostre, serate e rassegne cinematografiche affollano i calendari di dicembre e gennaio nei più importanti musei e luoghi culturali della città. Un’occasione perfetta per scoprire spazi come il PART, dedicato all’arte contemporanea e allestito all’interno dei palazzi dell’Arengo e del Podestà, nato dalla collaborazione tra Comune e Fondazione San Patrignano.

Un capitolo a parte merita il celebre Cinema Fulgor, protagonista della vita e delle opere di Federico Fellini, la cui palazzina Liberty è appena tornata agli antichi splendori dopo cinque anni di restauri e ristrutturazioni, sulla base dei progetti realizzati dal Maestro Dante Ferretti. Qui, la programmazione pensa anche ai più piccoli con la rassegna “Cinema per i bimbi”, su misura per le feste in famiglia. Il palazzo del Fulgor fa parte di FM – Fellini Museum con altri due spazi dedicati al grande regista: Castel Sismondo e Piazza Malatesta, visitabili con un biglietto unico (tour guidati il sabato pomeriggio, prenotabili qui). 

Lo spirito natalizio di Rimini tra luci e mercatini

Ma lo spirito natalizio pervade tutta Rimini, dal Ponte di Tiberio, dove fino al 24 dicembre si possono acquistare abeti e piante alla Fiera degli Alberi di Natale, fino alla piazza dei Sogni, con le sue luminarie riflesse sull’acqua delle piscine; da piazza Cavour, dove archi di luce avvolgono l’albero di Natale e illuminano le vie dello shopping fino agli chalet del Mercatino dei sogni di Natale, alla fortezza rinascimentale di Castel Sismondo, dove le luminarie rievocano l’antico fossato e illuminano le casette di legno che ospitano arti e mestieri antichi, tramandati nel tempo (maestri del rame e dell’argento, maestri ceramisti, vetrai, artigiani del cuoio, della lana e dell’oggettistica in legno).

In piazzale Fellini, il mercatino natalizio è allestito accanto alla pista di pattinaggio sul ghiaccio aperta davanti al luccicante Grand hotel di Rimini, mentre sulla costa si passeggia tra le bancarelle del mercatino di Miramare, in via Oliveti, tra luci, addobbi, presepi e la casa di Babbo Natale immersa in un caratteristico bosco, o anche al villaggio di Natale Viserba Wonderland che, fino al 6 gennaio, offre spettacoli e concerti, oltre ai prodotti tipici da regalare.

Rimini: un mondo di benessere al Parco del Mare

Ed è il mare – anzi, proprio il lungomare – la ciliegina sulla torta di una fuga natalizia a Rimini. Perché se è vero che non è certo tempo di ombrelloni e sedie sdraio, le attività da fare lungo la costa, all’aria aperta, sono infinite anche d’inverno.

Sedici i chilometri del progetto Parco del Mare che sono stati già pedonalizzati, arricchiti di aree verdi e macchia mediterranea, e forniti di servizi dedicati al benessere e alla qualità della vita. Un esempio? Nella parte sud, si possono già provare le isole fitness dedicate all’attività fisica outdoor, provviste di attrezzi (jumping box, parallele pull-up, spalliere, anelli) e spazi adatti a tutti i livelli di allenamento. L’obiettivo è rendere Rimini una città sempre più sostenibile e verde, e trasformare il lungomare in un luogo da vivere tutto l’anno, all’insegna del benessere olistico e dello sport.

Un obiettivo che è già realtà per molti abitanti (del posto o di passaggio), a giudicare dalla quantità di persone che ogni giorno corrono, giocano a beach-tennis o  beach-volley nei campi allestiti, o che si allenano con i personal trainer prenotabili online. 

E quest’anno c’è un’ulteriore novità: chi non può (o non deve) rinunciare allo smartworking nemmeno durante le feste, trova oltre 6 chilometri di lungomare allestiti con le cosiddette piazzette di comunità, piccoli spazi di socialità (una sorta di coworking marino) dove sgabelli e tavoli alti sono a disposizione come workstation, postazioni di lavoro dei sogni, fronte mare e open air. Non mancano zone relax con poltroncine e tavolini bassi per fare una pausa in compagnia, all’aria aperta. Tutte anticipazioni di un più ampio progetto di riqualificazione dell’intero waterfront riminese.

Piazza Malatesta, a Rimini, conosciuta anche come piazza dei Sogni, teatro del Capodanno 2021

Notte di Capodanno “diffusa” a Rimini

Il cinema Fulgor apre le sue porte anche la notte di San Silvestro con una serata evento durante la quale, dopo la proiezione, sarà offerto un buffet dolce per brindare allo scoccare della mezzanotte.

Ma la serata al cinema di Fellini è solo una delle tante iniziative che la città ha organizzato per festeggiare l’arrivo del 2022: gli spettacoli, infatti, sono diffusi in tutto il centro storico, con programmi musicali che vanno da Bach alla capoeira, passando per lo swing di Kelly Joyce e il funk del Saturnino Power trio. Sarà proprio il bassista di Jovanotti ad accendere la musica del primo giorno dell’anno nuovo, in piazza Malatesta. Dopo lo show di Kelly Joyce con cui si saluterà il 2021, il Saturnino Power trio salirà sul palco per accogliere suonando il 2022. Musica anche in piazza Francesca da Rimini, con gli allievi della Music Academy Rimini e il concerto dei Dellai, direttamente da Sanremo giovani 2021.

Per i più freddolosi, non mancano gli spettacoli musicali al coperto: alla Domus del chirurgo, con un repertorio di standard jazz e latin, al Complesso degli Agostiniani, con una serata dedicata alla musica caraibica e dell’America Latina, e al museo della Città, dove, nella Sala del Giudizio la musica incontrerà l’arte con il quartetto d’archi Eos (che si esibirà sui grandi classici, da Bach ai Led Zeppelin), mentre nell’Ala Moderna una festa musicale attraverserà spazi interni ed esterni.

Chi invece preferisce ritagliarsi una serata culturale potrà approfittare delle aperture straordinarie del Teatro Galli, del Fellini Museum, del Part, e del Visitor.

Ad aumentare la magia di tutte queste iniziative sarà lo spettacolo di videomapping Insight! che, a partire dalle 22,45 del 31 dicembre, animerà di proiezioni ed effetti visivi le facciate del teatro Galli, il ledwall del Palazzo del Fulgor e la torre di Castel Sismondo. Per salutare un nuovo anno pieno di luce.

Piazza Tre Martiri addobbata a festa ©Giorgio Salvatori

Esperienze e card per una vacanza perfetta a Rimini

Apprezzare tutte le bellezze che Rimini offre, senza impazzire nel traffico o nella ricerca di parcheggio, è possibile non solo grazie al trenino di C’entro facile, un servizio gratuito che permette di raggiungere il centro dai principali parcheggi della città (in funzione dal 17 al 24 dicembre, dal 26 al 31 dicembre, 1, 2 e 6 gennaio), ma anche grazie al potenziamento, durante le festività, della rete di bus locali e del Metromare, la nuova linea di trasporto pubblico costiero che unisce Rimini a Riccione. Ma sono tanti i servizi, le esperienze e le facilitazioni che il comune di Rimini mette a disposizione di chi vuole godersi la città senza stress. 

Innanzitutto le visite guidate: ce ne sono per tutti i gusti e in partenza tutti i weekend. Oltre al già citato tour felliniano del sabato pomeriggio, che accompagna i partecipanti nei luoghi più amati dal grande Maestro, la domenica mattina si può andare (sempre a piedi, indossando scarpe comode) alla scoperta delle meraviglie di Rimini, un percorso che parte dal museo multimediale Visitor Center e guida tra Arco d’Augusto, Tempio Malatestiano, Domus del Chirurgo e Vecchia Pescheria, fino al Ponte di Tiberio.

Chi invece preferisce muoversi da solo, può scaricare direttamente da VisitRimini.com la guida della città, e scoprire le diverse card che permettono con un’unica tessera di accedere ai tanti vantaggi. C’è il Biglietto Art Card (acquistabile direttamente all’interno dei musei della città e valido per 5 giorni dall’attivazione) che consente l’ingresso a tutti i musei  di Rimini; la Rimini Style Card con la quale si accede a ristoranti, centri benessere e negozi usufruendo di agevolazioni e sconti dedicati e infinite proposte di esperienze da vivere, in città e nella natura. Da non trascurare, la Rimini Country Card che permette di scoprire i borghi più belli della Valmarecchia e della Valconca, inoltrandosi nell’entroterra riminese (dove merita una visita anche il parco Italia in miniatura, che resta aperto dal 26 dicembre al 9 gennaio). 

Per info, offerte e programmi dettagliati: VisitRimini.com

Dove Viaggi ©RIPRODUZIONE RISERVATA

L'articolo Natale e Capodanno a Rimini: dai presepi di sabbia al Fellini Museum, dove vivere la magia delle feste sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

Chi salverà il Natale quest’anno? Babbo Natale, direttamente (online) dalla sua casa in Finlandia

In vista di un Natale che per molti aspetti sarà diverso dagli altri, Visit Finland, Ente Nazionale del Turismo Finlandese, ha ideato quest’anno Say it with Santa, un’idea semplice, ma di grande effetto, per portare allegria e preservare lo spirito e la magia di una delle feste più attese dell’anno.

Per realizzarla ha coinvolto un personaggio d’eccezione, il vero protagonista del Natale: Babbo Natale. A lui ha affidato un compito speciale: aiutare le persone lontane, le famiglie che probabilmente per queste festività non potranno riunirsi, a rimanere in contatto con i loro cari.

Say it with Santa iniziativa di Visit Finland per Natale Babbo Natale © Juho Kuva
© Juho Kuva/Visit Finland

Oltre il semplice augurio di Buone Feste

Say it with Santa è un regalo va oltre il semplice augurio di Buone Feste: è un video nel quale Babbo Natale in persona parla e legge messaggi indirizzati a persone speciali.

Chiunque può scrivere e inviare un messaggio a Babbo Natale (dal 18 al 29 novembre). E sperare che venga letto e mandato alla persona a cui è destinato. Con l’aiuto dei suoi elfi, Babbo Natale analizzerà tutti i messaggi e ne sceglierà circa 80 da trasmettere in singoli video. Questi video saranno pubblicati sul canale YouTube di Visit Finlandia all’inizio di dicembre.

Ma non è tutto. Per portare a termine la sua missione Salva Natale, Babbo Natale apparirà in diretta sui canali social di Visit Finland (l’11 dicembre, ore 19.00) e concederà a pochi fortunati una chiacchierata privata dalla sua casa di Rovaniemi, nella Lapponia Finlandese.

Say it with Santa iniziativa di Visit Finland per Natale Babbo Natale © Juho Kuva
© Juho Kuva/Visit Finland

Say it with Santa: tutti gli appuntamenti

Dal 18 al 29 novembre sarà possibile inviare messaggi a Babbo Natale. In questa fase sarà anche possibile richiedere una sessione privata one-to-one con lui. Per farlo basta iscriversi QUI

Dal 30 novembre al 6 dicembre Babbo Natale passerà in rassegna tutte le iscrizioni e sceglierà quelle che si trasformeranno in videomessaggio personale.

Dal 7 al 13 dicembre i videomessaggi personalizzati saranno caricati sul canale YouTube di Visit Finland e inviati direttamente ai destinatari.

L’11 dicembre alle ore 19.00 Babbo Natale sarà in diretta sui canali social di Visit Finland.

Dal 14 al 20 dicembre alcuni degli iscritti selezionati avranno la possibilità di fare una chiacchierata online con Babbo Natale.

Say it with Santa iniziativa di Visit Finland per Natale Babbo Natale © Thomas Kast Noise
© Thomas Kast Noise/Visit Finland

Finlandia, la patria del Natale

Il Natale è un periodo magico per visitare la Finlandia e soprattutto la Lapponia, dove vive Babbo Natale. Un luogo speciale dove la natura, l’aria pulita, la serenità, la neve e le notti artiche con l’aurora boreale che brilla nel cielo sono la cornice perfetta dove trascorrere il Natale.

Anche se quest’anno non sarà possibile vivere appieno quest’esperienza, lo spirito del Natale lappone continua a vivere nelle sue tradizioni. Ecco le principali (alcune, forse, replicabili in qualche modo anche a distanza).

Dove vive Babbo Natale

Babbo Natale viene dalla Lapponia finlandese. È possibile incontrarlo di persona tutto l’anno. Il suo ufficio ufficiale è nel misterioso Circolo Polare Artico, aperto tutti i giorni dell’anno nella città di Rovaniemi. Bambini e adulti possono visitarlo, incontrarlo di persona e chiacchierare con lui in un’atmosfera incantata.

L’ufficio postale di Babbo Natale riceve lettere da tutto il mondo. L’indirizzo è: Babbo Natale, Ufficio postale principale di Babbo Natale, 96930 Napapiiri, Finlandia.

© Asko Kuittinen_Finland_Lake_Pielinen_winter
© Asko Kuittinen/Visit Finland

Il vero Natale nordico della Finlandia

Durante le feste, i finlandesi amano prendere le cose con calma e godersi la compagnia dei propri cari. L’atmosfera naturale è l’elemento chiave: Paesaggi bianchi avvolti nell’oscurità, illuminati solo dalle stelle nel cielo e dalle lanterne di ghiaccio per le strade. E poi i profumi dei biscotti allo zenzero appena sfornati, del vin brulé speziato e della sauna a legna.

Di solito i finlandesi trascorrono il Natale nelle case di famiglia, mentre occasionalmente si può affittare una villa o un cottage in campagna. È tradizione decorare le case con ramoscelli di abete rosso, l’albero di Natale, himmelis, candele, torce da esterno e lanterne di ghiaccio. E poi preparare la sauna natalizia e il cenone di Natale.

Cibo natalizio tradizionale finlandese

L’arrosto di maiale è il piatto principale nella maggior parte delle famiglie e viene servito con una varietà di pesce, casserole e insalate. Le casserole sono tipicamente a base di carota, barbabietola o patata. La colazione più autentica della Vigilia di Natale è il budino di riso.

Dolci, torte e biscotti sono le delizie natalizie finlandesi amate da persone di tutte le età. Uno dei compiti più sentiti a Natale è decorare il pane allo zenzero, spesso da appendere al ramo di un bellissimo abete rosso.

Il “Glögi”, un tipo di vin brulé, è una delle bevande calde preferite nel periodo natalizio. Di solito è fatto con vino rosso o succo rosso di qualche tipo, mescolato con spezie come il cardamomo e la cannella, poi servito con uvetta e mandorle.

Visitare la Finlandia nel periodo di Natale (e non solo)

L’inverno in Finlandia inizia a novembre e può durare fino a cinque mesi, con temperature che vanno da un mite zero a un congelamento polmonare da meno 35 gradi. La stagione è lunga per visitare la Lapponia e le sue stazioni sciistiche, con tutte le diverse attività invernali. Durante i mesi di gennaio e febbraio, nella Finlandia settentrionale e orientale c’è quasi sempre neve. Nelle regioni interne della Finlandia meridionale e centrale, la prima neve cade all’inizio di dicembre e si scioglie a fine marzo e aprile.

L’aurora boreale è visibile circa 200 notti all’anno nella Lapponia finlandese. I modi più tradizionali per andare a caccia dell’Aurora sono le escursioni con le ciaspole, lo sci di fondo, un tour in motoslitta o uno su una slitta trainata da cani. Chi non sopporta il freddo può godersi lo spettacolo al calduccio, in un confortevole igloo di vetro.

La Vigilia di Natale è l’evento più atteso in Finlandia: arriva Babbo Natale con i suoi regali, si celebra la Messa di mezzanotte, si visitano gli amici. Il giorno di Natale, invece si mangiano gli avanzi mentre in quello di Santo Stefano molti si recano nei bar e club per stare in compagnia.

A fare da contorno per tutto il periodo pre e post Natale, sono i tradizionali mercatini che si trovano in tutto il paese, perfetti per fare shopping, regali, e scovare prodotti artigianali di qualità, design finlandese e prelibatezze gastronomiche di stagione.

L'articolo Chi salverà il Natale quest’anno? Babbo Natale, direttamente (online) dalla sua casa in Finlandia sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi