You are here

Il più grande museo del mondo a portata di clic: il Louvre lancia il nuovo sito con 480mila opere online

Con i suoi 72.735 metri quadrati e le oltre 35.000 opere esposte, il Museo del Louvre di Parigi è il più importante del mondo. Tuttavia, come molte altre istituzioni culturali nel mondo, è attualmente chiuso al pubblico causa pandemia. In questi mesi, il Musée du Louvre ha però lavorato ad un nuovo portale, che mette in linea le collezioni del museo con un database ricco di oltre 480mila schede. E che ora è online a questo indirizzo: collections.louvre.fr. “La piattaforma raduna per la prima volta tutte le opere del museo” – dicono dal Louvre – presentate in un sito “più facilmente navigabile, più visuale, più immersivo”

GUARDA ANCHE: I nuovi musei del 2021: da Oslo a Hong Kong, le aperture previste in Europa e nel mondo

“Dais de Charles VII : deux anges tenant une couronne” (1425-1450) di Jacob de Littemont. (ph: Musée du Louvre)

Spaziando dalle antichità egizie alla scultura medievale, dalle arti decorative rinascimentali e moderne, il catalogo digitale gratuito è completo di una mappa interattiva per seguire ogni stanza dell’istituzione francese. 

Museo del Louvre: gli album e le collezioni digitali

Alcuni pezzi sono raggruppati in album, tra cui uno che raccoglie le acquisizioni del 2020; un altro è invece dedicato al programma Musées Nationaux Récupération, una collezione di opere raccolte dopo la Seconda guerra mondiale esposte al Louvre e in attesa di tornare ai legittimi proprietari.

“Il Louvre fa uscire dal confinamento i suoi tesori, anche i meno noti” ha detto il presidente e direttore del museo, Jean-Luc Martinez. Che sottolinea: “Per la prima volta tutti potranno, gratuitamente, dai propri computer o dal cellulare, accedere alle opere conservate nel museo, sia a quelle esposte nel palazzo che a quelle prestate o in deposito”. Immagini, dati tecnici, bibliografie: il tutto viene aggiornato quotidianamente dal personale scientifico del museo. 

GUARDA ANCHE: Tour virtuale a Parigi: 48 ore nella ville lumière senza muoversi da casa

Leggi anche

Dove Viaggi ©RIPRODUZIONE RISERVATA

L'articolo Il più grande museo del mondo a portata di clic: il Louvre lancia il nuovo sito con 480mila opere online sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

Parigi: il Centre Pompidou chiude per ristrutturazione. Non riaprirà prima del 2027

Il Centre Georges Pompidou a Parigi, punto di riferimento per l’arte contemporanea ed edificio simbolo della capitale francese, è uno dei luoghi imperdibili quando si visita Parigi.

Secondo la stampa d’Oltralpe, chiuderà temporaneamente alla fine del 2023 e non riaprirà fino al 2027. È quanto deciso dalla ministra francese della Cultura, Roselyne Bachelot, secondo quanto scrivono Le Figaro e altri media francesi.

“C’erano due opzioni sul tavolo: una era quella di ristrutturare il Centro, tenendolo aperto, e l’altra, di chiuderlo completamente. Ho scelto la seconda, perché richiedeva meno tempo ed era meno costosa”, ha spiegato Bachelot.

Centre Pompidou: edificio sofferente

Una scelta necessaria anche agli occhi del direttore del museo, Serge Lasvignes, secondo cui “l’edificio è sofferente”. “Il suo invecchiamento è allo stesso tempo contraddittorio e rattristante per l’immagine del Centro”. 

Vera e propria icona dell’architettura contemporanea, il Centre Pompidou è stato aperto nel 1977. La collezione comprende più di 120.000 opere d’arte moderna e contemporanea: si posso ammirare quelle di Marc Chagall, Henri Matisse, Pablo Picasso e Vasilij Kandinskij.

Nella struttura ci sono anche una vasta biblioteca pubblica e il centro IRCAM per la ricerca musicale oltre al Musée National d’Art Moderne, il più grande museo di arte moderna e contemporanea d’Europa.

GUARDA LE FOTO: Parigi insolita: 20 luoghi meravigliosi che solo i parigini conoscono

Disegnato da Renzo Piano

Situato nel IV arrondissement di Parigi, ogni anno viene visitato da più di 250 milioni di persone. Il palazzo venne costruito negli anni Settanta su progetto dell’architetto italiano Renzo Piano e dell’inglese Richard Rogers.

Caratteristiche sono le scale mobili e i grossi tubi colorati sulla cui facciata. Il progetto di restauro costerà circa 200 milioni di euro.

Leggi anche
Leggi anche

L'articolo Parigi: il Centre Pompidou chiude per ristrutturazione. Non riaprirà prima del 2027 sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi