You are here

Gattinoni (Fto): «Cassa integrazione almeno fino al 30 giugno»

«Non tocca a noi entrare nel dibattito tecnico e politico sulla necessità o meno di uno scostamento di bilancio. Tuttavia chiediamo al governo sostegni congrui e immediati: la pandemia continua a mordere, il turismo organizzato è fermo ormai da due anni e non possiamo accontentarci di qualche briciola raccattata tra le pieghe del bilancio pubblico». [...]→ Leggi alla Fonte

Ita: Lufthansa pronta a entrare fino al 40%. Ma spunta il gruppo Iag

Ita Airways si rivela più corteggiata del previsto. Non ci sono infatti soltanto Lufthansa ed Air France-Klm ad accarezzare un futuro comune con la neonata compagnia aerea italiana. Tra i due pretendenti si sarebbe inserito anche il gruppo Iag, come anticipato nei giorni scorsi da Il Messaggero. Il tempo stringe e la scelta di un partner [...]→ Leggi alla Fonte

L’Italia viaggia a +6,3% di Pil, mentre il turismo crolla

Il Governo conferma una crescita del Pil per il 2021 al +6,3% e, anzi, ” I dati potrebbero portarci in dono qualche ulteriore decimale: magari potremmo registrare una crescita della nostra economia al +6,4/6,5%. La linea fin qui seguita dal Governo ha consentito il massimo livello di apertura delle attività economiche, sociali e culturali con [...]→ Leggi alla Fonte

Air Italy: già partite le prime lettere di licenziamento

Pessime notizie per Air Italy. Infatti, a quanto riporta l’autorevole Ansa, a 48 ore dalla scadenza della cassa integrazione, che non è stata prorogata, arrivano le prime lettere di licenziamento collettivo per i 1.322 dipendenti dell’ormai ex compagnia aerea sardo-qatariota Air Italy.  Sempre secondo quanto apprende l’Ansa, la comunicazione – anticipata via mail ad alcuni [...]→ Leggi alla Fonte

Garavaglia chiede la cig per i lavoratori del turismo. E gli indennizzi?

Il ministro del turismo Massimo Garavaglia condivide (e ci mancherebbe!) le preoccupazioni degli operatori legate all’incertezza sulla proroga della cassa integrazione. Ci si chiede perché l’abbia avallata in Consiglio dei ministri. “Il settore – ha detto il ministro – è già stato duramente colpito dagli effetti economici della pandemia. E la diffusione della nuova variante rischia di provocare danni sociali, oltre [...]→ Leggi alla Fonte

Turismo montagna: crollo di turisti per il secondo anno di seguito

E’ allarme per i flussi turistici legati alla montagna, che hanno registrato un crollo verticale per il secondo anno consecutivo, a causa dell’aggravarsi della pandemia e dell’arrivo della variante Omicron in Italia. “La stima è del 60 per cento di disdette di prenotazioni che erano state fatte nei territori montani alpini e appenninici fino all’Epifania”, afferma al sito Telebrosa.it Marco [...]→ Leggi alla Fonte

Omicron costringe alla cancellazione di quasi 8.000 voli nel mondo

Neppure i giorni di Natale hanno portato pace al trasporto aereo: nel fine settimana del 25 e 26 dicembre le compagnie aeree di tutto il mondo hanno cancellato attorno ai 7.900 voli, a causa della carenza di personale. Un dato non del tutto inatteso, come riporta Ansa, diretta conseguenza della variante Omicron di Covid-19 la [...]→ Leggi alla Fonte

Aci Europe: traffico aereo sotto del 20% a causa della Omicron

In tre settimane, ovvero dal giorno successivo al rapporto dell’Oms sulla nuova variante Omicron, il traffico passeggeri negli aeroporti europei è crollato del 20,1%. La stima è di Aci Europe, l’associazione degli aeroporti europei. Nello stesso periodo, l’associazione ha stimato che il load factor (coefficiente di riempimento degli aerei), sui voli da e per gli aeroporti europei, siano diminuiti dal [...]→ Leggi alla Fonte

Il turismo organizzato a Draghi: confronto e aiuti immediati

Ulteriore presa di posizione del turismo organizzato di fronte alla nuova ondata di chiusure e di intralci ai viaggi. «Solo relativamente alle agenzie di viaggio e tour operator, in assenza di urgenti interventi economici e finanziari si stimano chiusure pari ad oltre il 50% delle imprese attive e la perdita di oltre 40.000 posti di [...]→ Leggi alla Fonte

Covid fra disorganizzazione europea e sviste italiane

La verità è che non si riesce neanche a navigare a vista. Cioè non ci riescono i governanti, italiani ed europei. Ognuno fa quello che vuole, impone le restrizioni che più gli serve, chiude i confini e li riapre seguendo procedure che fino ad qualche settimana fa sembravano impensabili. Ogni paese va per conto suo, [...]→ Leggi alla Fonte