You are here

C’era una volta New York: il filmato a colori della Grande Mela negli Anni 30

La nostalgia per gli anni Trenta si tinge di colori brillanti nel video girato da un cineamatore e pubblicato su YouTube da Dick Hoefsloot. Il filmato è a colori, ma il videomaker olandese ha effettuato sulla pellicola originale Kodak un lavoro per stabilizzare il movimento e correggere la velocità.

Il risultato è un affascinante tour di 42 minuti nella Grande Mela verso la fine degli anni ‘30, più precisamente durante il periodo natalizio del 1937. Una città che non sembra molto diversa dalla quella ricostruita da Sergio Leone in C’era una volta in America.

SCOPRI ANCHE: I panorami più belli di New York e dove vederli

Ci sono i quartieri più celebri, gli edifici più iconici. E poi ponti, aerei, luci al neon, piroscafi. Particolarmente interessanti sono le riprese dei famosi transatlantici RMS Queen Mary, che prestò servizio sulla rotta Southampton-Cherbourg-New York dal 1936 al 1967 e che all’epoca era nuovo di zecca, e le immagini della nave francese SS Normandie.

LEGGI ANCHE: 48 ore a New York: weekend (virtuale) nella Grande Mela

Al minuto 34 c’è anche il transatlantico Conte di Savoia, considerato la prima vera “città galleggiante” italiana. Il nome venne scelto in onore di Umberto I Biancamano, capostipite dei Savoia. Il film, annota Hoefsloot nella didascalia, è stato probabilmente realizzato da una famiglia benestante dell’epoca; nella immagini, infatti, compare più di una volta un’anziana signora.  

GUARDA ANCHE: New York al cinema: le 10 location più filmate

Vuoi avere DOVE sempre con te, a portata di mano?

Scarica l’app DOVE Digital Edition nell’App Store (per dispositivi Apple) o in Google Play (per dispositivi Android) per sfogliare i numeri di DOVE, le guide, gli speciali e DOVE-Corriere della Sera Travel Issue. Tutta la ricchezza delle edizioni cartacee sempre con te, a portata di mano, sui tuoi device

 

Leggi anche

L'articolo C’era una volta New York: il filmato a colori della Grande Mela negli Anni 30 sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

Altri viaggi: Marte in un video in 4K, il pianeta rosso come non si era ancora mai visto

Finora di Marte abbiamo visto solo fotografie affascinanti. Ora, però, ecco finalmente un tour del pianeta rosso in 4K. Un video spettacolare. Che in realtà non è un video: è stato realizzato assemblando, rimasterizzando e ingrandendo una lunga serie di immagini catturate dai rover Spirit, Opportunity e Curiosity mentre si aggirano lungo la superficie marziana. La clip di 10 minuti è stata realizzata da ElderFox Documentaries, un team di appassionati dello spazio. Offre una carrellata di viste panoramiche da lasciare senza fiato, qualcosa che il narratore definisce “l’esperienza più realistica di Marte”. Ci sono deserti giganteschi, dune enormi, affioramenti scoscesi e rocce frastagliate.

Perché non esistono ancora video reali di Marte?

La risposta è semplice: ci vorrebbe troppo tempo per inviare alla Terra un filmato in alta definizione. I robottini inviati dalla Nasa sul suolo marziano riescono a trasmettere dati ad una velocità di appena 32 kilobit per secondo. “Quando il rover può connettersi al Mars Reconnaissance Orbiter, otteniamo velocità maggiori di 2 megabyte al secondo, ma questo collegamento è disponibile solo per 8 minuti circa secondo il giorno marziano (Sol)”, spiega il narratore.

Tuttavia, per merito del movimento di camera simulato in post produzione, la rappresentazione si avvicina molto al risultato di un filmato effettivamente girato su Marte.

SCOPRI ANCHE: ecco come il rover Curiosity si fa i selfie su Marte

Le storie parallele di Spirit e Opportunity

Curiosity è l’unico rover della Nasa ancora operativo su Marte. E il video è molto interessante anche perché spiega in modo semplice e divulgativo le ragioni per cui oggi Spirit e Opportunity non sono più in funzione.

Considerati rover gemelli, dopo essere atterrati su emisferi opposti del pianeta rosso, hanno avuto cicli vitali diversi.

Dopo sei anni di servizio, Spirit è rimasto intrappolato nelle dune di Marte e non è più stato in grado di ricaricare la batterie alimentate da pannelli solari.

Opportunity, invece, è “vissuto” 14 anni, ha inviati agli scenziati sulla Terra dati fondamentali per lo studio di Marte. Nel 2019 è rimasto coinvolto in una straordinaria tempesta marziana che lo ha condotto alla “morte” per congelamento.

Curiosity, ancora attivo e vitale sulla superficie del pianeta, sarà raggiunto l’anno prossimo dal nuovo rover Perseverance.

GUARDA ANCHE: La foto record di Marte

Leggi anche

L'articolo Altri viaggi: Marte in un video in 4K, il pianeta rosso come non si era ancora mai visto sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

Orsi, panda, squali: 10 live webcam per vedere gli animali selvatici in azione nella natura

Orsi a caccia di salmoni. Aquile nel loro nido. La vita quotidiana di lupi, panda, squali, giraffe, gorilla, falchi pellegrini. Tutto live, in diretta. Abbiamo selezionato le 10 migliori live webcam per vedere in diretta gli animali selvatici nella natura. 

Questi animali in giro per il mondo vengono filmati 24 ore su 24, in diretta, e possiamo osservarli su internet, seduti comodamente sul divano di casa. Possiamo guardarli mentre vivono la loro vita nella natura. Mentre compiono azioni inaspettate e divertenti (basta avere una buona connessione e mettersi a guardare con pazienza). Un modo per trascorrere qualche minuto (o qualche ora) di relax; per liberare la mente; per viaggiare col pensiero. Queste webcam potete guardarle in silenzio o potete alzare il volume e sentirvi un po’ là, in mezzo a loro, ascoltando i suoni della natura.

Gli orsi bruni del Katmai National Park

Siamo nel parco nazionale e riserva di Katmai, nel sud dell’Alaska, Usa. Il parco copre una superficie di oltre 19 mila chilometri quadrati. Qui vivono anche gli orsi bruni dell’Alaska. E alle cascate Brooks (dov’è posizionata la webcam) l’orso bruno si apposta tra i flutti del torrente per catturare i salmoni in risalita.

Le lontre marine del Monterey Bay Aquarium

(ph: iStock)

Siete per caso amanti delle lontre marine? Dalle nostre 5 del pomeriggio alle 7 del mattino (ossia dalle 8 di mattina alle 8 di sera negli Usa) tutti i giorni, tutti possono vedere questi mammiferi nutrirsi, giocare e prendersi cura dei piccoli. Il tutto succede nel famoso Monterey Bay Aquarium in California. Qui il link: montereybayaquarium.org

Gli orsi polari nello zoo dei Paesi Bassi

La webcam nello zoo di Rehen mostra la giornata di Akiak e Sura, due orsi polari nati nel 2014 che vivono in uno spazio comune con la loro madre e la loro nonna. 

I lupi dell’International Wolf Center in Minnesota

L’International Wolf Center con sede a Ely, in Minnesota, Usa, è dedicato alla demistificazione di questo animale storicamente preso di mira. I lupi sono tra gli animali più sfuggenti ma, con un po’ di pazienza, vi potrebbero apparire tutto d’un colpo sullo schermo. 

Elefanti, leopardi, rinoceronti: il safari nella riserva africana

La webcam nel Tembe Elephant Park, una riserva del Sudafrica, vicino al confine con il Mozambico, propone un vero e proprio safari: potrete vedere elefanti, leopardi, rinoceronti, bufali, suni (un tipo di piccole antilopi) e centinaia di specie di uccelli. Vi consigliamo di sintonizzarvi quando là è notte: gli animali, infatti, sono molto più attivi. 

Gli squali, in fondo al mare in Carolina del Nord

Questa webcam subacquea si trova sotto la Frying Pan Tower, il faro costruito sulla struttura di una vecchia piattaforma petrolifera nel cuore dell’Oceano, a 50 km dalle coste della Carolina del Nord. E rivela tutti i pesci (anche squali) che nuotano sotto la superficie dell’Atlantico. 

I panda giganti in Cina

Dal Wolong Grove Panda Yard nella riserva naturale nazionale di Wolong, nello Xian di Wenchuan, la vita dei panda giganti ripresa per i fan 24 ore su 24. È molto facile osservarli mentre giocano, mangiano e interagiscono tra loro. Gli orari migliori per vederli sono tra le 10 e le 11.30 e tra le 13.30 e le 15.

I gorilla in Congo

Questa webcam è posizionata in maniera strategica: si vede mentre camminano attraverso un tratto di giungla, in cui a volte si fermano per nutrirsi o per schiacciare un pisolino. 

Le aquile calve della Florida che nidificano

L’aquila di mare testabianca, detta anche “aquila calva” (Haliaeetus leucocephalus), simbolo degli Stati Uniti, ha rischiato l’estinzione negli Anni Venti. È stat salvata da un divieto di caccia, oggi ce ne sono oltre 80 mila esemplari, sparsi tra Usa e Canada. Questa webcam (con diverse angolazioni nel nido) mostra come la coppia riproduttiva Harriet e M15 si prende cura dei piccoli. Anche di notte, perché la webcam ha anche la visione notturna.

Giò e Giulia, sul Pirellone

Se vi interessano i rapaci, un’altra webcam molto interessante (e famosa in Italia) è quella che mostra i falchi pellegrini (Falco peregrinus) che vivono in cima al grattacielo Pirelli, sede del consiglio regionale della Lombardia, a Milano: si chiamano Giò e Giulia. Qui il link: regione.lombardia.it

Leggi anche

L'articolo Orsi, panda, squali: 10 live webcam per vedere gli animali selvatici in azione nella natura sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

“L’Italia riparte dalla bellezza”: Il Mibact rilancia il turismo nel nostro Paese con un video emozionante

Un video emozionante per rilanciare il turismo in Italia. “Oggi è una giornata molto importante – ha dichiarato il ministro per i beni e per le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini – possono riaprire i luoghi della cultura, i cinema e i teatri. È una data di ripartenza simbolica, riparte la cultura dopo che qualche settimana fa è stata possibile la riapertura dei musei”.

Il Ministero per i beni e le attività culturali (Mibact) saluta questa ripartenza, così come la progressiva riapertura dei confini all’interno dell’Unione Europea, con uno video in cui i giardini del Castello di Miramare, l’oculus del Pantheon, la testa di Medusa del Caravaggio, gli affreschi della Villa dei Misteri a Pompei, la Venere di Botticelli, il David di Michelangelo, Leonardo Da Vinci, Raffaello insieme ad altre eccellenze del patrimonio culturale italiano, fanno da testimonial del Belpaese.

#Estateitaliana: l’invito a trascorrere le vacanze in Italia

“L’Italia riparte dalla bellezza – Italy restarts from beauty”, fa parte della campagna digitale #ViaggioinItalia ed #Estateitaliana, con cui il Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo sta proponendo ai cittadini italiani e a quei turisti stranieri che decideranno nei prossimi mesi di vivere un’esperienza di vita nel nostro Paese la scoperta o la riscoperta di musei, monumenti, parchi archeologici, paesaggi e territori.

Un racconto che, con gli hashtag #viaggioinitalia e #estateitaliana, ripercorre le tante ricchezze del nostro patrimonio culturale, frutto del genio e del lavoro delle tante civiltà fiorite sul nostro territorio nel corso dei secoli, e che verrà diffuso all’estero attraverso la rete delle ambasciate, degli Istituti di Cultura Italiana e degli uffici Enit.

Leggi anche

L'articolo “L’Italia riparte dalla bellezza”: Il Mibact rilancia il turismo nel nostro Paese con un video emozionante sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

#iorestoacasa: scialpinismo in soggiorno? Ecco cosa si è inventato questo spagnolo

“Se tu non puoi andare in montagna, allora la montagna viene a casa tua”: benché il coronavirus lo abbia rinchiuso in casa, lo spagnolo Philipp Klein Herrero, ingegnere meccanico che vive a Barcellona, non ha voluto rinunciare alle sue due più grandi passioni: lo sci e la cinematografia.

A fine marzo, il 28enne sarebbe dovuto partire per una vacanza di una settimana con la sua famiglia a La Grave, sulle Alpi francesi. ”Avevo pianificato quel viaggio da un anno. Il lockdown mi ha fatto iniziare a pensare tutto il tempo allo sci, quindi ho iniziato a ragionare come avrei potuto sciare senza uscire dalla mia abitazione”. 

Sci, scarponi e lenzuola

Klein ha preso sci, bastoni, casco, tuta, guanti, sacco a pelo, piccozza, alcune lenzuola, una videocamera e si è inventato questo video. E, come si può vedere, è riuscito a “sciare” nel salotto di casa sua usando molta fantasia e tutti i trucchi da videomaker.

“Una mattina ho visto che avevo una buona luce e ho iniziato a lavorarci. Ho spostato i mobili, sistemato l’illuminazione, fissato la telecamera al soffitto e nel giro di sei ore ho montato il tutto”. La clip di meno di un minuto intitolata “Freeride at home” sembra impressionare anche gli sciatori più esperti. Marcel Hirscher, ex campione austriaco, per esempio, si è detto “entusiasta”. Come lui, altre star dello sci hanno condiviso il filmato sui social. 

Leggi anche

L'articolo #iorestoacasa: scialpinismo in soggiorno? Ecco cosa si è inventato questo spagnolo sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

Altri viaggi: ecco come il rover Curiosity si fa i selfie su Marte

Curiosity, il robot automatico che dall’agosto 2012 sta esplorando Marte per raccogliere informazioni su clima e terreno e per progettare una eventuale missione marziana, oltre a mandare sulla Terra delle incredibili “cartoline” dal Pianeta Rosso (qui trovate la nostra gallery), ha realizzato anche diversi “selfie marziani”.

Come spiega l’agenzia spaziale americana, quegli autoscatti sono fatti grazie alle Navcams montate sul suo braccio robotico. In realtà, non si tratta di singole foto, ma di immagini assemblate ciascuna da quasi 90 scatti. Le Navcams sono telecamere in bianco e nero; puntando i loro obiettivi verso il basso, hanno il compito di fornire dettagliate informazioni agli ingegneri sulle condizioni del rover e del terreno circostante, per aiutare Curiosity a superare eventuali ostacoli.

Questo video (velocizzato) diffuso in questi giorni dalla Nasa mostra le “contorsioni” che il braccio del rover deve fare per scattare tutte le istantanee necessarie per un “selfie”.

Leggi anche

L'articolo Altri viaggi: ecco come il rover Curiosity si fa i selfie su Marte sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte