You are here

La spettacolare diretta streaming dell’eruzione del vulcano Fagradalsfjall, in Islanda

Lo spettacolo dei fiumi di lava rossa 

L’eruzione di una fessura vicino al monte Fagradalsfjall, iniziata la scorsa settimana, nella notte tra il 19 e il 20 marzo, è stata la prima nello stesso sistema vulcanico da circa 800 anni.

Il vulcano si trova a circa quaranta chilometri dalla capitale Reykjavik ed è raggiungibile dopo un’escursione di 90 minuti dalla strada più vicina.

In realtà, questo cratere non si trova su una vera e propria montagna, ma in una valle. La lava incandescente ribolle e sgorga da un piccolo cono nella valle di Geldingadalur, accumulandosi nel bacino e diventando lentamente un mare nero e denso mentre si raffredda.

L’eruzione potrebbe continuare per settimane

La webcam, installata da RÚV, il servizio responsabile della teleradiodiffusione pubblica in Islanda, si trova proprio vicino a una fessura appena aperta nella penisola di Reykjanes, situata nella parte sud-occidentale dell’isola. Finora, oltre 300.000 metri cubi di lava si sono riversati dal terreno.

GUARDA ANCHE: Islanda: la campagna per attirare i turisti è “da urlo”

L’Ufficio meteorologico islandese ha classificato l’eruzione come lieve e ha affermato che non rappresentava un pericolo immediato per le persone. Al momento, gli esperti non sanno dire quando si interromperà l’eruzione: potrebbe andare avanti ancora per settimane.

GUARDA ANCHE: Isole Vestmann, viaggio nell’angolo nascosto d’Islanda

Qui sotto potete godervi l’eruzione del vulcano in diretta streaming: 

Le immagini del drone

Qualche giorno fa è diventato virale anche questo filmato, registrato con un drone da Bjorn Seinbekk, che mostra l’attività del vulcano. Il drone (un DJI FPV) passa a pochi centimetri dalla lava incandescente regalando uno spettacolo incredibile. “Pensavo seriamente che non avrei mai più rivisto il mio drone, ma cavolo, era così elettrizzante da registrare” ha scritto il videomaker. 

GUARDA ANCHE: “Sky Lagoon”: in Islanda aprirà una nuova laguna termale (con vista sull’oceano e sull’aurora boreale)

Leggi anche

Dove Viaggi ©RIPRODUZIONE RISERVATA

L'articolo La spettacolare diretta streaming dell’eruzione del vulcano Fagradalsfjall, in Islanda sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

Un arcobaleno nel vulcano in eruzione: la straordinaria foto dalle Hawaii

Da settimane sull’isola di Hawaii, la più grande dell’omonimo arcipelago, stanno avvenendo potenti eruzioni vulcaniche. L’eruzione principale proviene dal cratere del vulcano Kilauea. L’U.S. Geological Survey, l’agenzia scientifica statunitense che si occupa di territorio e risorse naturali, ha condiviso uno scatto molto particolare che mostra un arcobaleno ben definito formatosi proprio sopra la caldera del gigante in eruzione. 

GUARDA ANCHE: L’eruzione dell’Etna vista dal satellite: lo spettacolare scatto dell’Agenzia spaziale europea

Il Kilauea in eruzione da mesi

Il Kilauea, che nella lingua locale polinesiana significa “nuvola di fumo che sale”, è alto 1.247 metri. È uno dei più attivi vulcani del mondo ed è il più giovane dei cinque vulcani che hanno portato alla formazione dell’isola di Hawaii.

L’ultima eruzione è iniziata il 20 dicembre 2020 e da allora l’attività non si è ancora fermata. L’arcobaleno nella foto finisce in un lago di lava profondo quasi 220 metri. Ma cosa ha causato la formazione del fenomeno ottico atmosferico?

GUARDA ANCHE: Kamchatka: la scia di una meteora sul vulcano in eruzione

La foto “virale” su internet

Secondo gli esperti, l’arcobaleno si è formato a causa di una combinazione di nebbia e pioggia sulla caldera. Si tratta di un fenomeno non così raro ma che, a causa delle precauzioni di sicurezza, non è quasi mai visibile al pubblico.

Le temperature sopra il lago di lava vanno dai 200 ai 400 gradi, dicono i funzionari, e c’è una minaccia costante di un’imminente esplosione e di emissioni di gas.

L’istantanea, ovviamente, ha subito fatto il giro del web, con migliaia di commenti sui social. Alcuni hanno notato addirittura un “doppio” arcobaleno, fenomeno assai infrequente. “Che incredibile coincidenza di fenomeni naturali selvaggiamente diversi” ha scritto un utente su Facebook. 

GUARDA ANCHE: I viaggi del 2021 sul nuovo numero di DOVE di marzo in edicola

L’eruzione si è “stabilizzata”

Gli studiosi dell’USGS (United States Geological Survey) sottolineano che il lago di lava “continua ad evolversi”, anche se l’eruzione si è “stabilizzata”. L’eruzione del Kilauea è tenuta sotto controllo dalle autorità e da dozzine di vulcanologi che vogliono comprendere l’attività del vulcano e le caratteristiche del suo magma. 

Vuoi avere DOVE sempre con te, a portata di mano?

Scarica l’app DOVE Digital Edition nell’App Store (per dispositivi Apple) o in Google Play (per dispositivi Android) per sfogliare i numeri di DOVE, le guide, gli speciali e DOVE-Corriere della Sera Travel Issue. Tutta la ricchezza delle edizioni cartacee sempre con te, a portata di mano, sui tuoi device

L'articolo Un arcobaleno nel vulcano in eruzione: la straordinaria foto dalle Hawaii sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

L’eruzione dell’Etna vista dal satellite: lo spettacolare scatto dell’Agenzia spaziale europea

La foto è stata scattata il 18 febbraio alle 9.40 dal satellite Sentinel-2: mostra, dallo spazio, la seconda eruzione dell’Etna in meno di tre giorni con le colate laviche che scendono dal cratere di sudest.

La prima eruzione, quella del 16 febbraio, aveva provocato uno spettacolare episodio eruttivo parossistico, caratterizzato da fontane di lava con altezze fra 600 e 700 metri. Le colate laviche sono scese dalla sommità del vulcano innevato; la più lunga, che si estende per circa 4 chilometri, si è diretta verso la desertica Valle del Bove.

Etna: la colata di lava del 18 febbraio

Ma la seconda grande esplosione di giovedì 18 ha diffuso lava per circa 1,3 chilometri lungo il fianco meridionale del vulcano. L’immagine catturata dalla missione Copernicus Sentinel-2 (qui potete vederla in alta risoluzione) è stata elaborata utilizzando la banda infrarossa a onde corte della missione per mostrare la colata di lava in rosso vivo, informa l’ESA.

GUARDA ANCHE: Da Ortigia a Noto (con tappa sull’Etna): alla scoperta della Sicilia

Etna: il flusso del 19 febbraio nella Valle del Bove

Insomma, a Muntagna o Idda (“Lei”) – come la chiamano affettuosamente i catanesi – non sembra fermarsi. Anche oggi, venerdì 19 febbraio, sta infatti continuando a eruttare: un nuovo trabocco lavico del cratere di sudest ha avuto inizio poco prima delle 8.55. Il flusso lavico è sceso verso la Valle del Bove. Dal cratere si è alzata una nube di cenere alta oltre un chilometro, che si è poi dispersa.

GUARDA ANCHE: Un weekend tra Catania e Taormina, con un salto sull’Etna

Leggi anche

L'articolo L’eruzione dell’Etna vista dal satellite: lo spettacolare scatto dell’Agenzia spaziale europea sembra essere il primo su Dove Viaggi.

Leggi alla Fonte

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi